Speciale Heroes of the Storm

Il Vento sta Cambiando
Simone RampazziDi Simone Rampazzi (4 Aprile 2017)

Blizzard ci ha abituato bene, inutile negarlo. Una serie di aggiornamenti continui, dedicati alle loro molteplici offerte, hanno fatto in modo che l’utenza rimanesse fedele alla bandiera della casa di sviluppo, ottenendo quel giusto grado di “novitÓ” anche in settori ormai fin troppo sfruttati.

World of Warcraft Ŕ la dimostrazione che un MMO pu˛ restare ai vertici delle vendite anche dopo dieci anni di pubblicazione, ma Ŕ doveroso ammettere che Blizzard non si Ŕ fossilizzata intorno ad un unico successo, ma si Ŕ anche cimentata in generi diversi, regalandoci titoli effettivamente quasi perfetti. Il caso Heroes of the Storm Ŕ forse uno dei pi¨ particolari, se non altro perchÚ cronologicamente parlando va a scontrarsi con controparti di settore piuttosto radicate che hanno dettato legge nel mercato (vedesi LoL e DOTA2).

Questo non ha comunque impedito agli sviluppatori di continuare per la loro strada, arrivando oggi (due anni dopo l’uscita) a rinnovare nuovamente il tutto, annunciando la versione 2.0 di questo splendido moba.

Heroes of the Storm - Immagine 1

Cambiare per Rinnovarsi

La parte legata al livellaggio dei propri eroi, insieme al profilo del giocatore, ha sempre rappresentato un cruccio per i giocatori, soprattutto per coloro i quali non hanno mai abbastanza tempo per giocare il titolo assiduamente. Prendere un eroe e portarlo al livello 10 Ŕ risultato nella maggior parte dei casi stressante, se non altro perchÚ la curva di progressione rallentava fin troppo, complice anche un sistema di daily che spesso ti porta ad utilizzare personaggi diversi dal vostro main.

Non che sia un male, si sa, ma vista nell’ottica di un level cap che richiede un monte ore importante da macinare (sempre se non usiate i vari boost, quelli non li stiamo tenendo in considerazione) tale caratteristica, da sola, Ŕ riuscita a rappresentare un grosso scoglio da sorpassare. Tale particolaritÓ, da non considerarsi totalmente un difetto, viene mitigata nella nuova versione pensata dagli sviluppatori, che cerca proprio di eliminare questo fattore di “lentezza” per rendere il prodotto molto pi¨ dinamico.

La soluzione Ŕ stata quella di unire il livello del nostro account insieme alla somma di quella degli eroi in nostro possesso, eliminando contestualmente qualsiasi level cap. Tale cambiamento va a braccetto con il nuovo sistema di ricompense, palesemente ispirato a quello di Overwatch tanto per intenderci, che ora prevede uno spacchettamento di loot chest contenenti gli elementi di cosmetica tanto amati nei giochi della Blizzard.

Un cambiamento importante, soprattutto nell’ottica di Heroes of the Storm, dato che fino ad oggi la maggior parte delle skin pi¨ curate era ottenibile soltanto spendendo valuta reale. Un po' come vedemmo in Diablo III al tempo dell’abolizione della casa d’aste, vi ricordate? Ovviamente il contenuto delle casse sarÓ totalmente randomico, in modo da incentivarne il reperimento al seguito dei diversi level up. Importante ricordarvi che ogni ricompensa ottenuta fino ad oggi sarÓ “trasferita” nel nuovo client (una volta uscito) pertanto nessuno perderÓ niente al momento dell’uscita di questa versione 2.0.

Altro fattore interessante Ŕ il cambio della valuta ingame. Adesso, oltre all’oro, ci saranno anche delle gemme blu e dei frammenti grigi: i primi sono ottenibili tramite level-up e spacchettamento delle chest, mentre i secondi sono a tutti gli effetti il corrispettivo della valuta reale. Questa differenziazione permette quindi ai giocatori di decidere come impostare il proprio gioco, senza essere quindi costretti a spendere per comprare oggetti di cosmetica particolare a discapito di altri.

Proprio in questo senso Ŕ stata aggiunta una pagina chiamata Collezioni, che comprende al suo interno tantissime novitÓ in ottica cosmetica. Vengono aggiunti infatti degli spray, delle emoticon da utilizzare in chat personalizzati per i personaggi del gioco, degli stendardi, degli avatar, insomma c’Ŕ veramente tantissimo da sbloccare, tutto ovviamente ispirato alle offerte videoludiche Blizzard presenti nel roster. Durante l’annuncio del nuovo client, gli sviluppatori hanno anche parlato di nuove skin aggiunte per alcuni personaggi (stile leggendarie, un esempio pratico Ŕ la Prime Evil di Diablo) che adesso verranno sbloccate esclusivamente durante l’apertura dei loot chest. Questa particolare scelta vuole, in qualche modo, incentivare chiaramente la funzione di reroll, che viene comunque espletata spendendo soldi ingame e non valuta reale.

Non dimentichiamoci, tra le altre cose, che adesso ogni cavalcatura e skin in vostro possesso vi concede immediato accesso anche alle diverse colorazioni. Pu˛ sembrare una piccolezza, ma secondo il nostro punto di vista si rivela come una gradevole attenzione ai particolari, che era finalmente utile mettere in campo nella giusta modalitÓ.

Heroes of the Storm - Immagine 3

Questo rinnovamento di Heroes of the Storm permetterÓ finalmente di accedere al titolo con maggior serenitÓ, soprattutto per tutti coloro che hanno dedicato poco tempo (per diverse ragioni) al moba di casa Blizzard. Sembra che saranno effettuate modifiche anche al sistema competitivo, ragion per cui i pi¨ accaniti giocatori troveranno pane per i loro denti una volta uscito il tutto.
Sky TG24: guarda la diretta

Heroes of the Storm

Heroes of the Storm PC Cover
Empire
Prison Break

2

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Castlevania
Castlevania

Un'icona del gaming sbarca su Netflix. SarÓ vera gloria?

Empire
FIFA 18
FIFA 18

Si torna sui campi di Electronic Arts!

PokkÚn Tournament DX
PokkÚn Tournament DX

I PokÚmon se le danno anche su Nintendo Switch!

Rayman Legends
Rayman Legends

Un Rayman davvero definitivo?

Heroes of the Storm
Heroes of the Storm

Il Nexus Ŕ pronto a ricevere le cure di Ana

Heroes of the Storm
Heroes of the Storm

La Chiamata del Re dei Lich arriva nel Nexus