Speciale Heroes of the Storm

Valeera Sanguinar scende in campo nel Nexus
Simone RampazziDi Simone Rampazzi (1 Febbraio 2017)

La Blizzard Entertainment è una software house attenta a tutto. Lo dimostrano diversi fattori, uno fra tutti quello di curare al massimo ogni singola offerta pubblicata da loro nel corso degli anni. D’altronde, come non potremmo sottolinearlo, le sue ip di maggior successo continuano ancora oggi ad essere giocate senza sosta, spaziando per diversi generi videoludici come una risata contagiosa, capace di portare diversi risultati encomiabili di tutto rispetto.

Lasciando però un momento da parte il successo surclassante di Overwatch, vogliamo concentrarci al MOBA di casa Blizzard, il quale è stato aggiornato in occasione della Celebrazione della Luna ricevendo nuove skin dedicate, una modalità a tema ed un nuovo personaggio. Sapete di chi stiamo parlando?

Heroes of the Storm
Heroes of the Storm - Immagine 195896
Heroes of the Storm - Immagine 195895
Heroes of the Storm - Immagine 195894
Heroes of the Storm - Immagine 195893
Heroes of the Storm - Immagine 195892
Heroes of the Storm - Immagine 195891
Heroes of the Storm - Immagine 195890
Heroes of the Storm - Immagine 195889
Heroes of the Storm - Immagine 195888
Heroes of the Storm - Immagine 195887

L’Universo di Warcraft offre due nuovi campioni del Nexus

Dopo l’arrivo nei campi di battaglia del capo troll Zul’Jin, il nuovo personaggio che entra a far parte del roster è Valeera Sanguinar, un’elfa del sangue che venne lasciata orfana dal Flagello, solo per poi trovarsi a combattere come gladiatrice nell’arena gestita da Rehgar Earthfury.

All’interno di questa spirale di sangue e morte, Valeera ebbe il piacere di condividere le proprie vittorie insieme a due personaggi di spicco del mondo di Warcraft, ovvero l’elfo della notte Broll Orsomanto e l’umano Lo’Gosh, cioè Varian Wrynn colpito da amnesia. L’amicizia tra i tre durò anche fuori dall’arena, tanto che Valeera aiutò a più riprese Varian, prima per riconquistare il trono di Roccavento e poi, forse la fase più importante, per smascherare e sconfiggere la dragonessa Onyxia.

Background del personaggio a parte, questo nuovo campione inserito nel Nexus si affaccia sui campi di battaglia come un Assassino da Mischia difficile da usare, a meno che non abbiate una certa padronanza nello sfruttare tattiche molto “mordi e fuggi”.

Trattandosi di un assassino legato a doppio filo con abilità furtive, sappiate che per gestirla avrete a disposizione una barra di energia, molto simile a quella di Auriel, che si ricarica autonomamente, permettendovi dunque di alternare le tre abilità base da utilizzare in combo. Coloro che hanno giocato a World of Warcraft hanno già capito di cosa stiamo parlando, ma per coloro i quali non sono mai entrati in contatto con il gioco, possiamo dire che le abilità devono essere utilizzate in sequenza, al fine di aggiungere un punto combo (fino ad un massimo di tre) da consumare per massimizzare i propri attacchi finali.

Fate attenzione, però, poiché la nostra assassina ha la capacità di sfruttare un diverso set di abilità a seconda di come, e quando, è occultata nelle ombre. Quando è visibile, come prima abilità, Valeera utilizza il suo Assalto Funesto per scattare in linea retta tra i nemici, e se colpisce un altro eroe nel farlo riceve un punto combo, insieme ad un boost alla ricarica dell’abilità. Anche il Vortice di Lame può essere utile, dato che ricarica punti combo a seconda dei nemici colpiti nell’area intorno all’eroe. Una volta caricati i tre punti, l’abilità Sventramento sarà ottima per colpire un singolo target, consumando tutti i punti combo per infliggere danni ingenti e quasi letali (tralasciando i tank ovviamente).

Vi avevamo parlato del doppio set di abilità, giusto? Il secondo set si attiva quando Valeera utilizza Sparizione, abilità che essenzialmente la rende invisibile agli occhi degli altri eroi. Quando è occultata, stile ladro in WoW, il nostro alter-ego assassino potrà sfruttare Agguato per accoltellare un nemico, anche se noi abbiamo trovato più funzionale Colpo Basso, dato che provoca uno stun all’avversario, oppure Garrota, da utilizzare qualora che vogliate silenziare un nemico caster che si trova a portata di pugnale.

Concludiamo la disamina con le abilità eroiche, ovvero Bomba Fumogena e Manto d’Ombra. Anche queste due abilità richiedono un contesto ed un tempismo perfetti per essere utilizzate, dato che entrambe producono effetti di potenziamento al personaggio che possono reggere il confronto con al massimo due eroi tra caster, healer ed assassini.

L’utilizzo del personaggio è direttamente proporzionale alla sinergia che avete con il vostro team, considerato che il suo operato in lane non può reggere il confronto in solitaria. Il nostro consiglio, dunque, è quello di coprire le lane facendo attenzione alle necessità dei vostri compagni, magari aiutandoli con Colpo Basso e/o Garrota.

Dopo l’arrivo di Zul’Jin, anche un altro eroe di Warcraft calca i campi di battaglia del Nexus, portando con sé delle ottime caratteristiche che i più avvezzi sapranno sfruttare in lane. Valeera è un personaggio complesso che sa gratificare, basta trovare la giusta chiave di utilizzo insieme ad un buon gruppo con cui enfatizzarla.
0 commenti

Heroes of the Storm

Heroes of the Storm PC Cover
Empire
13 Reasons Why

1

13 Reasons Why

Alla fine, tutto è importante...

Marvel's Iron Fist
Marvel's Iron Fist

Netflix chiude il cerchio e presenta il quarto membro dei Defenders

Sherlock

1

Sherlock

Recap Episodio 4x03 - The Final Problem

Sherlock
Sherlock

Recap Episodio 4x02 - The Lying Detective

Sherlock

2

Sherlock

Recap Episodio 4x01 - The Six Tatchers

Empire
Blitzkrieg 3 2017 Edition
Blitzkrieg 3 2017 Edition

Dimenticate l'approccio in stile Clash of the clans! Stavolta dovrete vedervela con Boris il terribile!

LEGO Worlds
LEGO Worlds

I mattoncini LEGO a servizio della tua creatività!

Heroes of the Storm
Heroes of the Storm

Il Drone che fa la Differenza!

Danganrompa 1&2 Reload
Danganrompa 1&2 Reload

Un bundle di puro divertimento su Ps4

Kona

1

Kona

Il Canada non è mai stato così inospitale...