Speciale Fritz!Box, ovvero il sogno proibito di ogni videogiocatore

Fritz, il migliore amico dell'uomo 2.0

Di Luca Gambino (19 Luglio 2016)
Analizziamo per un attimo la vita di un videogiocatore medio. Gioca (e fin qui..), guarda film e serie TV in streaming, le scarica sui propri dispositivi, essere perennemente connesso ai social network e, soprattutto, vuole usufruire di tutti questi contenuti in qualsiasi punto della casa. Anche il solo videogioco, rispetto al passato, è un'attività che ci vede perennemente connessi alla rete per il gioco in multiplayer, ma anche per scaricare demo e contenuti digitali, installare direttamente i giochi dalla rete e per avere i propri dati salvati sul cloud.

E' ovvio che per gestire al meglio un'attività di rete così ricca, si abbia la necessità di un vero e proprio centro di controllo capace di smistare nei modi più corretti un traffico di dati costante ma a volte disomogeneo. Si, perché se per inviare messaggi ai social network o ai propri contatti di WhatsApp bastano in effetti pochi byte d'informazione, per gestire uno streaming di Netflix o Sky, occorre sicuramente un flusso di dati più costante e d'altissima qualità. E non è un caso, infatti, che guardando le caratteristiche tecniche dei modem router più moderni sembra di avere di fronte dei veri e propri computer.
Fritz!Box, ovvero il sogno proibito di ogni videogiocatore - Immagine 1
Non fatevi trarre in inganno dalle antenne minuscole, il WiFi del 7490 è stabile e potente
Processori sempre più veloci, quantità di ram importanti, memorie interne, porte USB ad alta velocità, addirittura funzioni NAS. Insomma, dei veri e propri mostri di potenza fino a qualche anno fa davvero impensabili. E quello che di cui parleremo oggi è forse uno dei migliori esemplari di questi “mostri”, capace di gestire quell'immane traffico di dati di cui abbiamo parlato poco fa riuscendo ad accontentare qualsiasi tipo di utilizzatore: dal maniaco della tecnologia a tutti i costi, a chi invece chiede soltanto che il proprio cellulare abbia una copertura ottima in qualsiasi punto della casa. Quando qualche settimana fa è arrivato in redazione il Fritz!Box 7490, sapevamo che quello che avevamo di fronte era una delle migliori soluzione sul mercato nell'ambito della connettività domestica, ma dobbiamo ammettere che le prestazioni e le funzionalità, nel suo complesso, ci hanno davvero sorpreso.

Il Fritz!Box 7490 è infatti un vero e proprio centro di controllo di tutto quello che concerne la sfera delle comunicazioni domestiche, dal momento che oltre alle funzionalità modem/router di cui parleremo più avanti, è anche una vera e propria centralina telefonica, capace di gestire fino a sei dispositivi in contemporanea, con tanto di funzionalità di risponditore automatico in caso di vostra assenza. La memoria interna di 512 mega, infatti, può essere utilizzata per registrare un vostro messaggio per la segreteria telefonica e per accogliere i messaggi dei chiamanti, che potranno poi essere consultati anche da remoto.
Uno dei punti di forza dei dispositivi Fritz, infatti, è il software di gestione, che rappresenta un vero e proprio sistema operativo molto efficiente, semplice da utilizzare ma capace non solo di gestire tutte le più intime funzioni del vostro modem router, ma anche di poterlo interconnettere con tutti gli altri accessori per la connettività che Fritz ha lanciato sul mercato e di cui vi parleremo più avanti.

All'interno della confezione del 7490 troveremo tutto il necessario per la sua connessione alla rete domestica, nonché un generoso libretto delle istruzioni (ma forse “poster” sarebbe il termine più adatto) che permetterà all'utente di poter installare il dispositivo come modem router vero e proprio o semplicemente come semplice router da associare ad un modem pre esistente. In ogni caso basteranno davvero pochi passaggi e una manciata di minuti per avere il 7490 correttamente up & running. E dopo non tornerete più indietro.

Siamo rimasti davvero sorpresi dalla qualità del segnale Wifi, capace di arrivare anche in punti del nostro appartamento dapprima difficilmente raggiunti da altre soluzioni. Anche diverse pareti a dividerci dalla fonte, abbiamo sempre avuto un segnale sufficientemente forte per consentirci la navigazione e il normale utilizzo delle funzioni online. Inoltre, grazie alle app sviluppate da AVM e che potete trovare sui markeplace di Ios e Android, potrete sempre avere sott'occhio la qualità del vostro segnale, sapere quali sono i segnali esterni che vanno ad influire sulle prestazioni del vostro Wifi, e su come porre rimedio.
Fritz!Box, ovvero il sogno proibito di ogni videogiocatore - Immagine 4
Il retro del 7490 consente connessioni di tutti i tipi: dai telefoni analogici, ai DECT, agli HD esterni per funzionare come vero e proprio NAS
Quelle create da AVM non sono le solite App a corredo del prodotto, ma aiutano a creare un ambiente di controllo di tutti i vostri dispositivi che permettono di avere sempre un'idea perfettamente chiara delle funzionalità dei vari prodotti e consentono, soprattutto, di utilizzare i vostri dispositivi al massimo delle proprie funzionalità. Certo, i prodotti AVM peccano un po' nell'interfaccia di controllo, ma basterà farci un attimo la mano per capire come arrivare al “cuore” di ogni vostro dispositivo messo in rete. Le caratteristiche tecniche del router sono solo però la classica punta dell'iceberg del dispositivo AVM, perché è poi sotto la superfice che troviamo le cose migliori del Fritz Box.

Il sistema operativo che gestisce tutte le attività del 7490 sono veramente quanto di meglio si possa trovare in commercio, anche se forse potremmo avere un po' da ridire in merito ad una interfaccia utente forse un po' troppo spartana e poco invitante. Ad ogni modo, puntando soprattutto sull'essenzialità, AVM riesce a regalare agli smanettoni, ma anche agli inesperti con una sana curiosità per la sperimentazione, di avere a disposizione un ambiente di lavoro e di svago interamente configurabile a proprio piacimento e perfettamente in grado di dialogare con tutti gli altri dispositivi dell'universo AVM, diventati ormai un vero e proprio punto di riferimento per un pubblico altamente esigente.

Basterà infatti un impegno davvero molto limitato anche per chi non è un mago dell'informatica, configurare un hard disk esterno da collegare ad una delle due porte USB 3.0 per avere un NAS perfettamente funzionante e in grado di "servire" contenuti multimediali in ogni angolo della casa, oppure condividere foto, documenti e musica da poter scaricare liberamente sul proprio dispositivo mobile. Potrete ovviamente configurare anche stampanti in WiFi, o collegarla alla porta USB e renderla quindi disponibile anche per eseguire stampe direttamente dal vostro cellulare.

Ed è proprio la possibilità di creare un cloud privato una delle cose più interessanti, perché anche potrete, anche tramite un semplice cellulare, poter accedere ai vostri documenti condivisi, avendo sempre a disposizione i documenti più importanti della vostra attività lavorativa o vita privata. Abbiamo testato il Fritz!Box 7940 con una normale connessione ADSL 10/1 che con una connessione in Fibra 100/20. In quest'ultimo caso abbiamo utilizzato il dispositivo come “semplice” router in cascata rispetto al modem e lasciando il compito della fonia al modem principale. Per ragioni di sicurezza, infatti, gli ISP italiani non consentono a dispositivi terzi di poter utilizzare modem non brandizzati per far passare anche il servizio voce.

I risultati sono stati eccellenti in entrambi gli esperimenti e in qualunque ambito d'utilizzo. La stabilità di connessione e la potenza del WiFi si sono dimostrate perfette sia per il gioco che per lo streaming in full HD (alla prima occasione testeremo anche le potenzialità dello streaming in 4k), ma abbiamo apprezzato moltissimo anche le funzionalità di server multimediale grazie ai protocolli Upnp e DLNA. Oltre a questo già ottimo esempio di tecnologia, AVM ha rilasciato sul mercato anche tutta una serie di dispositivi davvero appetibile per il pubblico.

Parliamo, per esempio, delle Powerline 1240 in grado non solo di portare un segnale gigabit anche in ambienti non adiacenti al router principali e quindi difficilmente servibili dal Wifi. Uno strumento indispensabile per chi è alla ricerca delle massime prestazioni senza troppi compromessi. Le powerline sfruttano al meglio la vostra rete elettrica, per cui vi basterà collegarne una direttamente al modem, da cui attingerà il segnale DSL, e la seconda all'interno della stanza dove potrete collegare un PC, o una smart TV, o qualsiasi altro dispositvo che necessiti di una larghezza e una stabilità di banda importante. Ma come se non bastasse, le caratteristiche delle Powerline consentono anche di funzionare come Access Point per dispositivi Wi-Fi, consentendovi quindi di poter creare una sottostazione senza fili del tutto indipendente.
Fritz!Box, ovvero il sogno proibito di ogni videogiocatore - Immagine 2
L'extender 1160 vi consente di allungare il raggio d'azione del vostro WiFi, in modo da coprire l'intera superficie del vostro appartamento.
A questo strumento, davvero perfetto per chi, per esempio, debba sfruttare la rete per il videogioco e quindi necessita sempre potenza e stabilità al contempo. Inoltre, grazie alla tecnologia MiMo, potremo decidere quali porzioni di banda dedicare a ciascuna delle nostre attività, in modo da prediligere per esempio lo streaming al download dei contenuti e non avere quindi rallentamenti o blocchi nel momento in cui staremo godendo i contenuti da servizi come Netflix, Infinity o simili.

Se invece, molto più semplicemente, volete solo estendere il segnale wifi all'interno della vostra abitazione per raggiungere punti di basso segnale, o portare il wifi in giardino o sul terrazzo, potete rivolgere le vostre attenzioni all'extender 1160, un dispositivo nato proprio per prendere il segnale wifi esistente e diffonderlo con uguale potenza in zone altrimenti raggiungibili. Anche in questo caso l'installazione è molto semplice, perché basterà inserirlo su una presa libera, verificare la potenza del segnale in ingresso, e accoppiarlo al vostro router. In pochi passaggi potrete avere pieno segnale anche dove prima c'erano problemi di ricezione.

Insomma, AVM è riuscita laddove altri produttori avevano fallito, ovvero quello di creare non solo prodotti di altissimo profilo, ma anche di creare un vero e proprio sistema operativo che consenta loro di poter comunicare all'interno di un ecosistema funzionale, ricco di opzioni e soprattutto aperto a qualsiasi tipo di utenza. La semplicità di utilizzo dei suo apparati, infatti, rappresenta la porta d'accesso a coloro non siano i classici smanettoni, ma lasciano sempre aperta la possibilità di poter pretendere sempre di più dai dispositivi, impiegando solo un po' più di tempo e attenzione. E alla fine, i risultati sono ampiamente ripagati.
Fritz!Box, ovvero il sogno proibito di ogni videogiocatore - Immagine 3
Ecco le powerline 1200. Esteticamente non eccelse, ma estremamente affidabile. Tenete presente che questo modello comprende anche la possibilità di funzionare anche da Access Point
Al momento AVM ha per le mani il miglior set di dispositivi che sposano alla perfezione le esigenze degli utenti 2.0 (ma anche 3.0). Non importa che voi siate appassionati di videogames, malati di streaming o scaricatori di qualsiasi cosa sia presente sulla Rete. Qualsiasi sia la vostra passione AVM ha il prodotto adatto a voi, e funziona dannatamente bene. Un plauso va fatto al sistema operativo del 7490, capace di avere sempre un quadro completo di tutti i vostri dispositivi, anche se siete lontani da casa. Brava AVM, continua così.