Speciale E3 2016: La Conferenza Electronic Arts

Electronic Arts gioca d'anticipo, ma il risultato non convince

Di Tommaso Alisonno (13 Giugno 2016)
Per anni l'onore – e l'onere – di aprire le danze alla kermesse losangelina è stata prerogativa di Microsoft, finché nel 2015 la novità di Bethesda ha costituito un precedente subito imitato, quest'anno, da Electronic Arts, la quale ha pensato bene di “raddoppiare” ospitando l'evento EA Play simultaneamente anche a Londra; la serata ha dunque due presentatori d'eccezione: Andrew Wilson sulla costa del Pacifico e Peter Moore nella capitale britannica. Come una vera primadonna, EA si fa attendere qualche minuto più del dovuto, a differenza invece di alcuni dei suoi trailer più importanti che sono “scivolati” in rete nelle ore precedenti l'evento.

Uno di questi trailer è relativo a Titanfall 2, ed ecco salire sul palco Vince Zampella di Respawn Entertainment a confermare che il secondo capitolo del brand offrirà una modalità storia da giocarsi in SinglePlayer. Il trailer mostra creature mostruose giganteschee ovviamente combattimenti meccanizzati, ma anche un particolare rapporto uomo-macchina che unisce il pilota-protagonista al suo Titan, che da semplice arma diventa dunque un vero e proprio personaggio co-protagonista. Oltre a questo filmato c'è anche spazio per un altro trailer, relativo alla modalità MultiPlayer: vengono mostrati nuovi Titan, ciascuno con le proprie caratteristiche, e nuove mosse a disposizione dei giocatori, tra cui un rampino utile per muoversi rapidamente nello spazio o attirare a sé i bersagli. Titanfall 2 è confermato su PC e Xbox One, con la novità di PS4, per una release fissata per il 28 Ottobre 2017.
E3 2016: La Conferenza Electronic Arts - Immagine 2
Dopo questo antipasto di fantascienza, in attesa di “altra” fantascienza, EA dà spazio alla sua divisione Sports, presentando l'edizione 2017 di uno dei suoi titoli di punta, vale a dire Madden. Parlando di Sport EA non può non parlare di e-Sports, e a questo proposito annuncia la creazione di ben tre categorie: la Challenge, destinata agli utenti che vogliono creare autonomamente le loro competizioni, la Premiere, studiata per realizzare tornei su larga scala anche con partner interni ed esterni al mondo dei giochi, e infine la EA Major, i veri e propri campionati e tornei gestiti direttamente da EA, tra cui la finale di Madden che si disputerà proprio a Los Angeles e con un montepremi di un milione di dollari.

Accantonata la parentesi sportiva si torna a parlare di fantascienza, questa volta con Aaryn Flynn di Bioware che sale sul palco per parlare di Mass Effect Andromeda, un gioco il cui motto è: “Fin dove ci spingeremo?” I giocatori saranno infatti parte del primo equipaggio mandato a colonizzare i pianeti della galassia di Andromeda, e saranno dunque LORO gli alieni a contatto con nuove civiltà e tecnologie. Purtroppo dovremo attendere l'Autunno per saperne di più e sul palco viene mostrato solamente un dietro le quinte, con pochissima grafica tratta dal gioco in cui compare un personaggio femminile.



Di nuovo dalla fantascienza allo Sport per parlare di FIFA 17, il quale promette di portare una ventata di innovazione al filone grazie ad alcune novità: la presenza sul palco di Jose Mourinho annuncia l'introduzione degli allenatori nel gioco, ma anche la nuovissima modalità carriera, la quale ci metterà nei panni di un esordiente messo in campo proprio dal Special One tra le file del Manchester United – una storia scritta in collaborazione con Bioware. Il nostro Hands-On potrà darvi maggiori dettagli, così come il trailer (il secondo di quelli “scivolati” in rete anzitempo…). Appuntamento dunque al 29 Settembre.

Patrick Soderlund sale poi sul palco per ricordare come l'anno scorso la presentazione Unravel avesse suscitato un'ottima reazione: per questo motivo nasce EA Originals, un nuovo circuito tramite cui la software house intende appoggiare, sia intermini pratici sia in termini economici, i team indie che presentano idee interessanti a far sì che queste divengano realtà. Primo dell'elenco è il Team Zoink di Goteborg che presenta così Fe, un gioco “senza parole” in cui il giocatore impersonerà un cucciolo disperso in un bosco in cui gli animali comunicano tra loro tramite suoni e melodie particolari. Imparando le canzoni della natura, il cucciolo potrà proseguire il suo viaggio, ma dovrà fare attenzione ai terribili “Silenti”, che corrompono la natura distruggendo la musica. Il gioco promette di essere molto vasto e libero in forza dello sviluppo free-roaming.
E3 2016: La Conferenza Electronic Arts - Immagine 1
Una tema musicale inconfondibile precede l'ingresso sul palco di Jade Raymond per parlare dei progetti sul brand Star Wars che andranno ad accostarsi al titolo mobile Galaxy of Heroes, al MMO The Old Republic e naturalmente a Battlefront. Il prossimo Battlefront, sviluppato da DICE e Motive, arriverà nel 2017: al momento gli studi stanno “costruendo le fondamenta” del titolo, mentre il gioco di avventura di Visceral è in agenda per il 2018; anche Respawn sta esplorando “una nuova era” nel brand per un gioco di avventura in terza persona. Purtroppo è presto per poter vedere qualcosa di tutti questi prodotti…

Ultimo titolo della serata è Battlefield 1, introdotto da Suderlung prima di cedere il posto a Patrick Bach di DICE: del gioco viene mostrato un nuovo trailer, ma dopo la conferenza sarà trasmesso il primo evento in streaming, con 64 giocatori suddivisi in due squadre da 32. Tra le novità di gioco sono citati un nuovo sistema di distruzione ambientale, il meteo variabile e una gamma molto ampia di armi e veicoli, tra cui i colossali “Behemoth”. L'appuntamento sugli scaffali è per il 21 Ottobre, ma i Battlefield Insider potranno accedere all'Open Beta sin dalla fine dell'Estate.

La conferenza si conclude così, ma è innegabile che da spettatori ci siamo sentiti un po' a bocca asciutta: indubbiamente EA ha puntato maggiormente a offrire agli ospiti di Londra e Los Angeles la possibilità di testare con mano i giochi in arrivo – Battlefield 1, Titanfall 2 e FIFA 17 – piuttosto che dare notizie concrete sui lavori successivi. Soprattutto a proposito di Star Wars e di Mass Effect avremmo gradito una copertura più vasta, senza contare la totale assenza dei vari brand di guida o di vere e proprie novità.

…è veramente tutto qua, EA, o hai altre cartucce da sparare nelle conferenze Microsoft e Sony? Lo scopriremo nelle prossime ore…
E3 2016: La Conferenza Electronic Arts - Immagine 4
EA precede tutti a Los Angeles (e a Londra) ma di fatto mostra poco di nuovo, anche perché le notizie più succose gli sono sfuggite di mano poche ore prima a causa del leak dei trailer. Certamente notevole l'offerta per gli avventori alla fiera, ma veramente poche le novità mostrate sul palco.