Speciale BlizzCon 2017

Nuovo anno, nuova fiera, nuovo BlizzCon!
Simone RampazziDi Simone Rampazzi (6 Novembre 2017)

Anche quest’anno il team capitanato da Mike Morhaime ha deciso di fare le cose in grande. La piacevole cornice del BlizzCon ha permesso agli sviluppatori di annunciare tante novità succulente, dedicate ovviamente a molti dei giochi appartenenti alla nota società videoludica.

Al fine di rendere il vostro viaggio più comodo, abbiamo deciso di raccogliere all’interno di questo articolo tutto quello che c’è da sapere (o quasi) riguardo alla BlizzCon.

EROI DELLA TEMPESTA – UNITI!

L’ormai sempre più florido Heroes of the Storm continua a venir aggiornato regolarmente, dimostrando quando Blizzard tenga veramente a ogni gioco da essa sviluppato. Fino ad oggi il roster di eroi si è arricchito a dismisura, grazie alla possibilità di attingere a un lore praticamente infinito di personaggi che hanno calcato i palcoscenici delle diverse ambientazioni dedicate.

Dal mondo futuristico di Starcraft a quello medievale di Diablo, mettendoci una punta di fantasy con Warcraft e una vena eroistica con Overwatch, gli eroi che hanno fatto ingresso nel Nexus hanno tanto da raccontare.

Il palco della BlizzCon ha servito l’occasione d’oro per presentare due personaggi nuovi: Hanzo e Alexstraza. Se il primo è forse più noto grazie alla sua onnipresenza nei vari team di Overwatch (link al panel riassuntivo), l’altra invece è nientemeno che la regina dei draghi rossi, meglio nota come l’Orditrice di Vita (link al panel riassuntivo).

Ci dilungheremo presto ad esaminarli una volta che entreranno nel meta, ma per il momento conviene soffermarsi ancora per un poco sugli aggiornamenti mostrati in fiera, visto che interessano molto da vicino alcuni aspetti del gameplay.

Il prossimo 14 novembre partirà l’evento Draghi del Nexus, con la promessa di offrire semplicemente alcuni nuovi ritratti dedicati ai personaggi aggiunti. Verranno cambiati al contempo:

  • la gestione della telecamera, che adesso vedrà un rework aumentando il campo visivo, così da permettere ai giocatori di poter vedere meglio il campo di gioco
  • l’occultamento adesso sarà soltanto parziale, motivo che aggiungerà sicuramente un’esperienza di gioco molto diversa a cui si era abituati fino a questo momento, considerato inoltre che le fortezze riveleranno gli eroi occultati (persino gli eroi subiranno un rework attento e mirato, con grosse gratificazioni in cambio di questo parziale handicap nei confronti degli avversari)
  • le torri non mostreranno più munizioni e barra della vita, questo probabilmente al fine di incoraggiare un push in lane molto più aggressivo e non dettato dai conteggi più spiccioli
  • i globi rigeneranti gettati dai minion potranno ora essere raccolti da tutti gli eroi, con un conseguente aumento dei combattimenti per ottenerli prima degli altri
  • alcuni campi mercenari verranno aggiornati con abilità uniche, ad esempio i cavalieri avranno ora l’incantatore in grado di generare un’aura che aumenta la resistenza, mentre invece gli Hellbat potranno fornire penalità all’armatura degli eroi durante i loro attacchi
  • verrà inserita infine una funzione di chat vocale per il team, utile al fine di coordinarsi al meglio con i membri della propria squadra

Inoltre, dulcis in fundo, verrà cambiata la regola alle spalle del tanto odiato matchmaking, che adesso non farà un semplice calcolo delle vittorie e sconfitte della squadra (o del singolo) ma si baserà su statistiche e prestazioni molto più approfondite.

NEMICI, COBOLDI E DUNGEONS

Hearthstone sta continuando la sua scalata imperterrita al fine di mantenere il suo successo, pertanto non ci sorprende che parte degli annunci più corposi siano stati dedicati proprio al suddetto gioco. La nuova espansione Coboldi e Catacombe promette ai giocatori di gustarsi un’avventura sotto forma di dungeon, come se si stesse giocando a tutti gli effetti una partita in stile libro game.

I giocatori entreranno infatti in queste grotte per trovare i tesori accumulati dai coboldi (stiamo parlando di carte, ovviamente) ottenendo rarissime ricompense che cambieranno, sicuramente, il meta in costante mutamento.

La nuova meccanica di gioco si chiamerà Recluta e permetterà di evocare, sulla board di gioco, dei servitori casuali presenti nel nostro mazzo. Nelle 130 carte in arrivo verranno inserite anche nuove armi per gli eroi che non le hanno mai avute, come Sacerdote o Stregone, le quali però non si concentreranno tanto a fare danni quanto più a regalare grossi vantaggi in termini di evocazioni.

L’aspetto simpatico di questa nuova avventura è che sembra invitarvi in un’esplorazione in continuo aggiornamento, tant'è che è possibile scegliere inizialmente un eroe con la possibilità di potenziarlo durante il vostro viaggio nelle catacombe. Ogni volta che si troverà un tesoro si potrà scegliere il loot al suo interno, e poi proseguire.

Ci sono molte carte che probabilmente faranno la gioia di tantissimi giocatori, mentre altre al contrario ne faranno piangere molti altri. Se volete farvi un’idea di alcune delle carte aggiunte per l’occasione, vi basta andare qui!

Inoltre, per darvi un assaggio in replica dell'annuncio, vi proponiamo la parte di apertura dedicata al gioco.

IL MONDO HA SEMPRE BISOGNO DI EROI

Confermatosi come uno degli FPS più giocati dell’anno, Overwatch continua a ricevere aggiornamenti importanti seguiti da moltissime modifiche al gameplay. Il palco della BlizzCon anche quest’anno è servito per presentare un nuovo eroe da aggiungere al meta, meglio identificato con il nome di Moira.

Quello che sappiamo è che si tratta di un supporto dalle molteplici abilità, capace di sfruttare una sorta di energia negativa per infliggere danni, mentre con quella positiva invece cura i membri del proprio team. A livello di storia relativa al gioco, Moira è stata il primo agente a essere reclutato nella Blackwatch da Reyes, solo per passare tempo dopo alla Talon.

Il personaggio sembra rivelarsi interessante anche in termini di gameplay, con le sue abilità di biomanipolazione particolari da utilizzare, visto che i poteri vengono alternati semplicemente cambiando il cannone biotico sulle due mani. Mentre il Globo Biotico attacca lanciando una sfera rimbalzante pronta a colpire i nemici nascosti in spazi angusti, dall’altra Dissolvenza gli permette di sparire per breve tempo sfruttando una sorta di potere molto simile a quello di Reaper. La sua ultimate si chiama Coalescenza, la quale genera un raggio di potere devastante in grado di curare ai propri membri del team che ci passano in mezzo.

Gli annunci non finiscono qui. Come omaggio a tutti i giochi che hanno costellato il cielo Blizzard, gli sviluppatori hanno anche confezionato una nuova speciale mappa commemorativa, chiamata appunto Blizzard World.

Jeff Kaplan ha definito questo scenario come una mappa ibrida, in cui i giocatori dovranno scortare il carico e completare una battaglia in modalità Assalto. Come in un grande parco giochi, gli eroi potranno girare all’interno di tantissimi luoghi epici che hanno segnato la storia della casa di sviluppo.

Al momento non si conoscono date precise del rilascio, ma non c’è da preoccuparsi visto che le novità non sembrano finire praticamente mai. Anche in questo caso, come ciliegina sulla torta, sono in arrivo con la mappa ben 8 skin che faranno gola a tantissimi giocatori amanti del mondo Blizzard.

L’MMO CHE NON FINISCE MAI

Ebbene sì. Era forse l’ultima cosa che ci aspettavamo, eppure il marchio registrato in sordina a poche ore di distanza dall’inizio del BlizzCon si è rivelato essere nientemeno che una nuova espansione per World of Warcraft.

La storia che ci ha condotto fino al cuore della legione infuocata su Argus continua, regalandoci tante soddisfazioni in sede di contenuti, che accresceranno di molto l’esperienza nel noto massive multiplayer online.

Battle for Azeroth ci promette di riaccendere lo scontro tra Orda e Alleanza, dandoci inoltre la possibilità di accedere a due nuove isole (Kul’Tiras per Ally e Zandalar per Orda) arrivando persino a 120 come nuovo level-cap. La cinematica di apertura pubblicata da Blizzard durante la conferenza coinvolge gli amanti del franchise in una battaglia all’ultimo sangue tra Sylvanas e Anduin.

Come dice il proverbio, il nemico del mio nemico è mio amico, ma solo fino al momento del bisogno.

Nei panel mostrati dagli sviluppatori, le nuove isole saranno divise in tre macro aree, esplorabili dagli eroi fino a fondo. Durante le quest sarà possibile reclutare nuovi alleati, disponibili per il gioco come sotto-razza da utilizzare in game.

ALLEANZA

  • Elfi del Vuoto, Draenei Forgialuce e Nani Ferroscuro

ORDA

  • Nobili Oscuri, Tauren di Altomonte e Troll Zandalari

È interessante notare come ogni sotto razza inizierà dal livello 20 con la possibilità di salire fino al 110, così da sbloccare un Armatura Retaggio unica equipaggiabile dal nostro eroe sul campo. Fantastica l’idea di scalare le zone precedenti a un livello più alto, così da permettere un levelling più flessibile e dinamico ai giocatori di nuova creazione (Burning Crusade e Wrath of the Lich King passano dal 60 all’80) in questo modo diminuendo lo scarto di cinque livelli che si aveva giocando Cataclysm.

Inoltre verrà aggiunto un nuovo oggetto simile agli Artefatti di Legion, chiamato Cuore di Azeroth. Questo monile sarà potenziabile tramite l’utilizzo del minerale Azerite, ma ancora non sappiamo quale tipologia di talenti verrà spesa a riguardo e come sarà diversificata per ogni classe in gioco.

Viene inoltre aggiunta una modalità PvA chiamata Fronti di Guerra, pensata per essere giocata in un gruppo di 20 giocatori pronti a darsi battaglia contro i comandanti nemici, in un territorio dove sarà possibile costruire edifici, reclutare truppe e molto altro. Dal video sembra quasi ricordare i vecchi RTS usciti anni fa, non credete?

Non mancheranno certo nuove spedizioni e ricompense, per un totale di dieci dungeon suddivisi per le due fazioni giocabili. Lo scontro finale, questa volta per forze di cose, si svolgerà contro la regina Azshara.

Per tutti gli amanti dell’effetto nostalgia, sembra che Blizzard renderà disponibili alcuni server al fine di rivivere le esperienze avute al periodo della Vanilla Edition.

I GRANDI ASSENTI (O QUASI)

La nostra disamina sul BlizzCon si conclude con due grandi titoli purtroppo assenti dalle novità proposte sul palcoscenico della conferenza.

Su Starcraft II è stato lo stesso Mike Morhaime ad annunciare che diverrà ben presto free-to-play, visto il grande successo ottenuto sino ad oggi, al fine di renderlo ancora più accessibile ai nuovi giocatori. A cambiare non sarà soltanto il gioco, che presto perderà anche il sottotitolo Legacy of the Void, ma anche la modalità multigiocatore vedrà un cambio con la nuova dicitura Versus.

Per l’occasione sono stati presentati anche un nuovo comandante (anche se si presenta con due vesti) che prenderà presto parte allo scontro in modalità cooperativa, ovvero Mira Han e Matt Horner.

Il vero grande assente della conferenza resta Diablo III. Dopo l’aggiunta del pacchetto negromante, non ci sono stati grossi aggiornamenti in merito al franchise, che rimane bloccato a un continuo e banale riciclo di stagioni utili soltanto a ottenere cosmetiche e spazi baule extra.

Un vero peccato, visto che da tempo moltissimi giocatori hanno espresso la possibilità di veder rivivere (magari) una versione restaurata del capitolo Diablo II, o magari un vero e proprio proseguo della storia con un ipotetico capitolo quattro.

Un altro anno è passato e Diablo, purtroppo, resta ancora lo stesso!

Sono stati tanti gli annunci di questo BlizzCon 2017, e non vediamo l’ora di vedere come la nota casa di sviluppo continuerà a seguire (e aggiornare) i titoli che fanno parte di questa grande splendida famiglia. Longeva e sempre al passo coi tempi.
Empire
The Flash
The Flash

Diamo un'occhiata alla terza stagione in Blu-Ray

The 100
The 100

Analizziamo i contenuti di questa terza stagione

Stranger Things

9

Stranger Things

Il sequel (quasi) perfetto!

Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Empire
Heroes of the Storm
Heroes of the Storm

La Protettrice della Vita scende in campo nel Nexus

Pokémon Ultrasole
Pokémon Ultrasole

Ultrapokémon!!!

L.A. Noire
L.A. Noire

Detective in formato portatile!

LEGO Marvel Super Heroes 2
LEGO Marvel Super Heroes 2

Mattoncini LEGO in salsa Marvel -parte2-

The Elder Scrolls V: Skyrim - Special Edition
The Elder Scrolls V: Skyrim - Special Edition

Volete sapere che impressione fa l'open world Bethesda in versione Switch?