Speciale ASUS GL552V

Il gaming su portatile alla portata di tutti
Valerio De VittorioDi Valerio De Vittorio (18 Maggio 2016)
Videogiocare su laptop sembrava un controsenso fino a non molti anni fa, ma è oggi possibile e anche a costi relativamente contenuti. Sul mercato ci sono diverse proposte, adatte a praticamente ogni fascia di prezzo, e dopo avervi parlato nei mesi scorsi di un mostro di potenza come il G752VY, scendiamo di target rimanendo in casa ASUS per raccontarvi di questo interessantissimo GL552V.
ASUS GL552V - Immagine 1
Visuale frontale del prodotto ASUS

La repubblica dei giocatori è per tutti

Sempre appartenente alla serie Republic of Gamers, questo notebook propone un ottimo compromesso tra componentistica di livello e prezzo di vendita, posizionandosi intorno ai 1300 euro, che oscillano come sempre in base allo store. La configurazione hardware propone processore Intel i7-6700HQ da 2, 6 GHz che arrivano fino a 3, 5GHz in modalità Turbo, 16 GB di memoria RAM e scheda video NVIDIA GeForce 960M con 4 GB di memoria dedicata.

Abbiamo poi due hard disk, un SSD da 128 GB accompagnato da un terabyte di spazio per i dati. Come i più attenti avranno già intuito, se sul fronte CPU siamo a livelli molto alti, è la scheda video a rappresentare un potenziale collo di bottiglia, ovviamente in caso di applicazioni ludiche. Questo prodotto viene presentato da ASUS infatti come adatto ai giocatori più casual, ma il produttore hardware pecca in eccessiva modestia, bisogna dirlo. Non abbiamo infatti avuto particolari problemi nel goderci titoli anche modernissimi, pienamente giocabili in Full HD, ovviamente senza toccare i 60 FPS, ma rimanendo tranquillamente sopra la soglia dei 30 senza sacrificare particolari dettagli grafici. Sulle prestazioni torneremo più nel dettaglio nel prossimo paragrafo, prima infatti completiamo la descrizione delle caratteristiche del GL552V.
Il design è accattivante senza essere eccessivo

Il monitor da 15.6 pollici arriva massimo alla risoluzione Full HD, ma considerata la configurazione hardware, sarebbe stato difficile spingere oltre giochi di ultima generazione, la scelta ci sembra assolutamente azzeccata. ASUS lavora molto bene sul fronte del design, proponendo forme accattivanti ma non aggressive, mantenendo anche un'ottima portabililtà, visto il peso e lo spessore sufficientemente contenuti, anche se non eccezionali. Parliamo di 35mm di spessore e 2.6 KG di peso. La dotazione è poi completa ed ordinata, sempre merito della buona progettazione, con 2 porte USB 3.0 ed un socket USB Type-C 3.1 sul lato sinistro affiancate dall'uscita HDMI, mentre sulla destra trovano spazio altre USB, il drive DVD e la connessione audio via mini jack.

L'espandibilità della memoria è garantita dallo sportello sul fondo, facilmente apribile, grazie al quale possiamo aggiungere memoria con un hard disk SSD, e la RAM. Segnaliamo anche la batteria removibile. I materiali costruttivi utilizzati ci sono apparsi solidi, anche se il fondo cede un pelo nelle sezioni removibili, e lo schermo non sembra indistruttibile. Ma parliamo comunque di un prodotto non top di gamma, dal costo importante ma contenuto, a nostro parere il rapporto tra prezzo e valori costruttivi è decisamente buono. Così come promuoviamo la tastiera, di qualità ottima e con retroilluminazione rossa regolabile che mette in evidenza i tasti WASD (stiloso!). Il trackpad fa il suo dovere, senza infamia e senza lode, ma nessuno lo utilizzerebbe mai per giocare degli FPS.
ASUS GL552V - Immagine 2
Il design ci ha convinti

Casual a chi?

Veniamo finalmente alla questione prestazioni. Abbiamo messo alla frusta il GL552V con un'ampia varietà di giochi pescati dalla nostra ricca libreria Steam, partendo dal mal ottimizzato Batman: Arkham Knight. Con il livello di dettagli al massimo, opzioni esclusive NVIDIA incluse, il benchmark ha segnalato una media di 42 FPS e anche in-game siamo riusciti a giocare tranquillamente restando abbondantemente sopra i 30 FPS. The Division, The Witcher 3 e persino il nuovissimo DOOM, con pochi compromessi, si sono comportati ottimamente. Chiaramente, come anticipato a inizio articolo, è impossibile pretendere i 60 frame per secondo a dettagli massimi con titoli dell'ultimo anno, ma siamo riusciti a goderci prodotti di ogni genere senza particolari grattacapi. Per questo possiamo tranquillamente definire il prodotto ASUS come un portatile per giocatori che non vogliono svenarsi per portarsi a casa mostri di potenza come il già citato G752VY, o il GT72 di MSI, che costano quasi il doppio.

Il design sobrio lo rende anche accattivante alla vista senza risultare eccessivo, senza tralasciare scelte efficienti per la dissipazione. Un'unica apertura sul lato sinistro infatti raccoglie tutto il calore portandolo fuori dal dispositivo con ottimi risultati, mantenendo il fondo del portatile a temperature basse.
Il budget ridotto si fa comunque sentire su alcuni dettagli, come il monitor che non offre un pannello di qualità altissima, caratterizzato da una resa dei colori non sempre ottimale e neri sbiaditi ad alta luminosità. Fortunatamente è anti-glare, scelta a nostro parere azzeccata essendo un prodotto da portare in giro. Anche l'audio non fa gridare al miracolo, soprattutto per quanto riguarda la potenza e profondità dei bassi.

Siamo abituati a soluzioni per il gaming decisamente più di impatto, ma in questo caso si tratta di un problema facilmente aggirabile con un buon paio di cuffie, dotazione standard per un giocatore di ogni livello. Infine merita una menzione la durata della batteria, sicuramente molto buona per la media di questi prodotti, con circa 3 ore e mezza di attività media. Certo, in-game non aspettatevi di vederla durare più di un'ora e mezza invece.
ASUS GL552V - Immagine 4
Il prodotto ASUS è valido per giocare, ma grazie al processore Intel è ottimo per applicazioni intense
ASUS si conferma come un produttore attento ad ogni fascia d'utenza. Questo GL552V, per quanto comunque impegnativo in termini di costi, riesce a tenere testa a praticamente ogni titolo attuale con pochissimi sacrifici, rimanendo nella fascia di prezzo poco sopra i mille euro. Alcune rinunce hardware si fanno notare, come lo schermo non entusiasmante e l'audio poco potente, ma se volete una soluzione portatile che non vi rovini l'economia per sempre, questo è un prodotto che difficilmente vi deluderà. Da prendere rigorosamente nella configurazione hardware illustrata, meglio un piccolo sforzo economico in più per garantirsi una maggiore longevità dell'investimento.