God of War III

Il percorso di Kratos, analizzato da Davide Ottagono.

Di Davide Ottagono (15 Aprile 2010)

Prima di cominciare

Eccoci qui. Dopo anni di attesa, il Dio caduto sta finalmente per avere la sua vendetta. La scalata dell'Olimpo nasconde un finale epico come non mai e noi di Gamesurf vogliamo farvi arrivare all'irrinunciabile scontro con Zeus nel più facile dei modi. Questa non è nient'altro che una presentazione della soluzione, divisa in vari capitoli, e probabilmente di non facile fruizione se non si conosce la sua struttura. In primis, c'è un walkthrough attraverso l'avventura vera e propria, divisa in capitoli secondo le varie ambientazioni del gioco. Poi un'utile guida ai Trofei (e, quindi, all'ambito Platino), con varie sotto-sezioni a spiegarne meglio alcuni. Parliamo ovviamente di capitoli dedicati ai tesori collezionabili, agli oggetti segreti o alle sfide dell'Olimpo. Prima di cominciare (appunto), un paio di rapidi consigli che speriamo seguiate:

In primis, potenziate le Lame dell'Esilio e i Cestus di Nemea (questi ultimi, appena li otterrete durante uno scontro con un boss). Sono sicuramente le due armi che più vi torneranno utili, soprattutto a difficoltà Titano;
Giocate normalmente la prima volta e cercate di prendere i Trofei ad un secondo giro, settando la difficoltà a Facile. Vi semplificherete sicuramente la vita, così, visto che alcuni di essi - a difficoltà minori - saranno praticamente regalati (come "Labirinto");
Non sarete costretti a finire il gioco a Caos per i Trofei (fortunatamente), ma anche Titano potrebbe darvi qualche grattacapo. Le tre sfide nell'Ade apriranno le danze (non che Poseidone sia semplicissimo), mentre i veri picchi di difficoltà arriveranno nelle Caverne, contro alcuni mini-boss e in sezioni particolarmente lunghe senza checkpoint. Ricordate di usare magia e Ira dell'Olimpo nelle sezioni più popolate, non tanto per fare danni, ma per guadagnare preziosi secondi di invulnerabilità.

0 commenti