Recensione WRC 6

Importanti passi avanti per la serie rally!
Valerio De Vittorio Di Valerio De Vittorio
Dopo anni di magra, i titoli dedicati al rally si stanno riprendendo il loro meritato spazio. Da un lato abbiamo Milestone che non si è data per vinta e, lasciata la licenza WRC ufficiale, ha creato una serie nuova con Sebastien Loeb Rally Evo. Dall'altro lato troviamo invece Codemasters, tornata alle simulazioni dure e pure con DiRT Rally, uno spettacolo spietato ed entusiasmante nato su PC e giunto anche su console ad aprile di quest'anno. E infine dal 2015 la serie WRC è passata in mano ai ragazzi di Kylotonn, che l'anno scorso ci hanno proposto un prodotto divertente ma poco pretenzioso. Come ogni prodotto sportivo che si rispetti, WRC 6 torna sugli scaffali proprio in questi giorni forte della sua licenza ufficiale e come vedremo, sorprendentemente in forma.
WRC 6 - Immagine 1
I tracciati offrono momenti spettacolari

WRC torna a divertire?

Togliamoci subito l'elefante dall'armadio, su PC e console abbiamo già il re indiscusso del genere, e si chiama DiRT Rally. Se però un prodotto troppo impegnativo e ruvido vi intimorisce, ma amate comunque riempirvi di fango, WRC 6 potrebbe essere il titolo che fa al caso vostro. Costruito su un motore di gioco proprietario del team francese, questo secondo lavoro di Kylotonn offre un gameplay davvero valido. Il modello di guida è decisamente accessibile, anche disattivando tutti gli aiuti ed impostando handling su simulativo, gestire i mezzi resterà un compito fattibile, ma soprattutto divertente. Le macchine scorrono agili tra i tornanti e le curve più strette, perfettamente reattive ai vostri input, armoniose nel caricare il peso da un lato all'altro, mentre la tenuta cambia repentinamente quando lascerete il confortevole asfalto per avventurarvi sul fango bagnato.

Pad alla mano, WRC 6 ci ha sorpresi con il suo modello di guida, capace di sfruttare un buon motore fisico, credibile nel suo simulare ogni reazione del mezzo, al contempo offrendo una giocabilità più immediata e semplificata. Il risultato è un ottimo mix tra credibilità ed accessibilità, che permettono al titolo di risultare godibile ad una fetta d'utenza meno esigente in termini di realismo e rigore simulativo. Ci sono comunque diversi parametri con cui divertirsi per aumentare l'immersione nell'esperienza di gioco, con settaggi del mezzo spiegati in modo molto chiaro, tutorial assortiti ed aiuti pensati appunto per avvicinare l'utente medio al magico mondo del rally, senza per questo spaventarlo con una curva di apprendimento troppo ripida.
Finalmente abbiamo i 60 FPS, anche se per nulla costanti...


Una buona resa dei danni e urti piuttosto convincenti giocano a favore del titolo, tra l'altro, aggiungendo anche un elemento importante all'esperienza visto che non esiste la possibilità di avvolgere il tempo e anzi, vi porterete dietro per diverse tappe consecutive ogni ammaccatura. Tra un evento e l'altro avrete la possibilità di affidare al vostro team delle riparazioni, ma all'interno di un tempo prestabilito, da consumare come fosse una valuta di gioco. Non mancano anche le condizioni meteo ed un ciclo giorno notte che regala diverse emozioni modificando radicalmente l'approccio al tracciato.Questi sono realizzati in modo molto convincente, grazie alla licenza ufficiale WRC, stretti ed impervi proprio come quelli reali, e destreggiarsi tra curve a gomito, tornanti, chicane e quant'altro ci ha davvero divertiti.
WRC 6 - Immagine 2
I mezzi sono tutti su licenza

Un po' vuoto

Insomma, sul fronte del gameplay puro, pur con le sue semplificazioni, WRC 6 ci ha proprio divertiti. Purtroppo dove pecca è nei contenuti, visto che il gioco offre proprio il minimo indispensabile di quanto è possibile riprodurre in un videogame sfruttando la licenza ufficiale. Troviamo quindi mezzi, nomi e categorie aggiornate all'anno in corso, con tutte le location del campionato. Potremo giocarle in libertà organizzando i nostri campionati, oppure affrontare una carriera in salita, partendo dalla Junior WRC, per salire di classe. Non vi sono mezzi classici né varianti rispetto alle classiche tappe, fatto salvo per alcuni sporadici circuiti.
Il gameplay ha subito un buon restyling e ci ha davvero sorpresi!

Per fortuna quello che c'è fa il suo dovere, ma non impressiona e non riesce a coinvolgere più di tanto, anche perché i nostri avversari saranno freddi tempi da battere. Non aspettatevi colpi di scena o alcun espediente per rendere il tutto più appassionante, purtroppo. Anche la gestione del team è praticamente assente, e ci dovremo più che altro curare di assecondare le esigenze del nostro contratto, per tenere alto il morale.Insomma, se da un lato la licenza è inclusa con attenzione, dall'altro WRC 6 si deve ricordare in futuro che è un videogioco, ed in quanto tale deve intrattenere con qualcosa di più di una serie di gare da affrontare in successione.

Vorremmo dire che il comparto multiplayer compensa in pare, ma in realtà anche in questo caso quanto offerto, per quanto realizzato con competenza, è ridotto ai minimi termini. Nel menu dedicato all'online vi aspettano infatti semplici sfide contro i tempi dei piloti virtuali sparsi per il globo. Ci sono alcuni eventi giornalieri e settimanali, almeno, che regalano un pizzico di varietà al tutto.

Questione di performance

Infine una nota importante sul comparto tecnico, decisamente rinnovato rispetto al capitolo precedente. La resa estetica è decisamente convincente e vanta mezzi realizzati davvero con cura per quanto non primeggino in quantità, che si muovono in location piacevoli e variegate. Non siamo al top della categoria, ma il gioco si lascia guardare. Il vero punto delicato è però legato alle performance su console.

Se infatti i PC assicurano i 60 FPS, su PS4, versione da noi testata, sembra che il framerate non sia stato bloccato, così che oscilli liberamente tra i 30 e i 60 frame al secondo. Inoltre non sembra sia attivato alcun V-Sync, e sporadici tearing fanno la loro comparsa, anche se principalmente in fasi non giocate. Il titolo è godibilissimo, ma gradiremmo una patch in tempi rapidi per perfezionare le performance, a volte troppo incostanti, che per un titolo del genere dovrebbero assicurare i 60FPS, considerato che in pista non ci sono altre auto.Buono il lavoro svolto sul comparto sonoro, seppur non ci sia da gridare al miracolo neanche in questo ambito.
WRC 6 - Immagine 4
Purtroppo contenuti scarsi e alcune lacune non permettono al gioco di brillare quanto meriterebbe
7
WRC 6 è un prodotto solido, che sul fronte del gameplay ci ha stupito compiendo dei concreti passi in avanti rispetto all'anno scorso. Grazie ad un modello di guida ottimo, ci siamo davvero divertiti nell'affrontare le varie tappe realizzate su licenza ufficiale, senza impazzire con una difficoltà estrema ed un realismo che non trovano posto in questo titolo. Se amate le simulazioni, continuate a godervi DiRT Rally, gioco nettamente più profondo ed articolato, ma se volete qualcosa di più immediato, ben fatto e divertente, nonostante contenuti piuttosto risicati, WRC 6 potrebbe davvero fare al caso vostro.

WRC 6

Disponibile per: PS4 , PC, Xbox One
WRC 6 PS4 Cover
Empire
13 Reasons Why

1

13 Reasons Why

Alla fine, tutto è importante...

Marvel's Iron Fist
Marvel's Iron Fist

Netflix chiude il cerchio e presenta il quarto membro dei Defenders

Sherlock

1

Sherlock

Recap Episodio 4x03 - The Final Problem

Sherlock
Sherlock

Recap Episodio 4x02 - The Lying Detective

Sherlock

2

Sherlock

Recap Episodio 4x01 - The Six Tatchers

Empire
LEGO Worlds
LEGO Worlds

I mattoncini LEGO a servizio della tua creatività!

Heroes of the Storm
Heroes of the Storm

Il Drone che fa la Differenza!

Danganrompa 1&2 Reload
Danganrompa 1&2 Reload

Un bundle di puro divertimento su Ps4

Kona
Kona

Il Canada non è mai stato così inospitale...

Mass Effect: Andromeda

18

Mass Effect: Andromeda

Spazio Ultima Frontiera