Recensione UEFA Euro 2008

EA guida gli azzurri alla vittoria
Luca Gambino Di Luca Gambino
E' finita così, con i nostri azzurri in trionfo. Un raggiante Pirlo, capitano d'eccezione, a sollevare il prestigioso trofeo e un Del Piero portato in spalla dai compagni. Eroe. Sullo sfondo le maglie rosse e verdi dei portoghesi, sconfitti senza possibilità d'appello. Un 2 a 0 secco, che rispecchia una partita dominata per tutti i novanta minuti virtuali, lasciando a Cristiano Ronaldo & Co solo le briciole. Come abbiamo fatto? Semplice. Abbiamo puntato tutto sull'asse centrale.
 
Iniziando da Buffon (“Buon portiere, metà squadra”recita l'antico adagio), proseguendo con il roccioso Materazzi, avanzando con un Pirlo in stato di grazia e un Luca Toni prolifico come non mai. Ecco, “l'asse”. Importantissimi poi i due “incursori” come Perrotta, ormai un esperto del ruolo, e quel Del Piero che grazie alla lungimiranza dei progammatori abbiamo potuto includere nella rosa, confermarlo titolare e dargli la possibilità di essere uno dei trascinatori del gruppo.

Il grazie va ad Electronic Arts e al suo Euro 2008.
 
UEFA Euro 2008 - Immagine 1
Il nostro Del Piero lavora la palla sulla fascia. In basso potete notare i voti destinati ai nostri protetti.
UEFA Euro 2008 - Immagine 2
Matrix esulta dopo la vittoria.
UEFA Euro 2008 - Immagine 3
Il capitano sta per alzare l'ambito trofeo.
Lo ammettiamo, vedere il titolo sulla press release uscita a Gennaio lasciava pensare alla classica operazione commerciale Made in EA. Quante volte l'abbiamo visto? La formula era facile. Prendevi il Fifa 0X uscito solo qualche mese prima, falciavi il 90% delle squadre e delle modalità di gioco, lo rimpacchettavi con le sole nazionali ed il gioco era fatto. Ecco la genesi dei vecchi “Euro”, “World Cup” e “Champions League” finora usciti.

Evidentemente però alcune cose sono cambiate in Electronic Arts, in special modo nella sezione sportiva (Peter Moore, sarai mica tu?), tanto che a distanza di soli sei mesi dall'uscita del buon Fifa '08, ancora ci stupiamo per i miglioramenti che si lasciano vedere e giocare in questo Euro 2008. Capiamoci, non ci troviamo di fronte a stravolgimenti epocali, ma fa comunque piacere vedere che il progressivo miglioramento del gameplay (con tutta la lentezza che l'aspetto commerciale richiede) si  può facilmente osservare edizione dopo edizione.

Il titolo d'altronde dice già tutto e parla chiaro al giocatore. Qui si giocano gli europei del 2008. Stop. Nessuna modalità aggiuntiva, nessuna squadra che non appartenga al vecchio continente ma, al contrario, sforzi e concentrazione verso un unico obbiettivo. Magari partendo proprio dal girone di qualificazione, giusto per recuperare qualche grande assente (tipo l'Inghilterra, giusto per dirne una). Se invece andate di fretta potete giocarvi direttamente le fasi finali, affrontando il girone di ferro riservato ai nostri azzurri (ma potete ovviamente prendere il comando di qualsiasi altra squadra partecipante).

Prima di calpestare il manto eroboso, le solite operazioni di rito. Scelta degli undici titolari dai 23 della rosa, schemi da fare rispettare ai giocatori, tattiche di battaglia e via, pronti a scendere in campo. Qui, le prime sorprese. Innanzi tutto da un punto di vista “fisico”. Accolte le preghiere dei giocatori di tutto il mondo, Electronic Arts ha rivisto, almeno parzialmente, le animazioni e il modello fisico applicato ai personaggi digitali, rendendoli più scattanti e abbassando quella fastidiosa inerzia che li vedeva muoversi e scattare quasi come trattenuti da un'invisibile elastico.

Una cosa buona, dal momento che si riduce drasticamente quell'effetto di frustrazione che spesso accompagnava molte delle azioni di gioco interrotte a causa del ritardo con cui i giocatori interpretavano i comandi impartiti via pad. In seconda battuta è stato rivisto il sistema di passaggi, migliorato nella precisione del gesto e soprattutto “moderato” da una barra che ne indica la potenza.

Se siete amanti delle trame di gioco articolate e “fitte”, allora Euro 2008 saprà regalarvi ampie soddisfazioni, fatta eccezione forse per la fase finale dell'azione, dal momento che ancora una volta sarà difficile infilare la squadra avversaria in contropiede, data la cronica tendenza di Electronic Arts a riportare nove undicesimi dei nostri rivali dietro la linea della palla. In seconda battuta l'inserimento delle condizioni meteo che non sono un semplice orpello visivo ma che influenzano verosimilmente la dinamica di pallone e giocatori sul terreno di gioco.  Inoltre, giusto per non farsi mancare niente, è un effetto anche bello da vedere da un punto di vista meramente estetico.


Un deciso passo in avanti, quindi, che ha forse il suo apice nella rinnovata modalità Campione che se in Fifa 08 non trovava un posto di rilievo, qui assume i contorni del protagonista assoluto. In breve, il sistema vi permette di scegliere quattro giocatori della rosa. Uno lo comanderete voi, mentre degli altri potrete solo prendere atto della resa sul campo tramite un sistema di “voti” che vi daranno il polso del rendimento sul terreno di gioco.

La resa è a dir poco buona, dal momento che la precisione dei controlli e della risposta dei vostri compagni di squadra alle vostre sollecitazioni (potrete richiedere passaggi diretti, filtranti, raddoppi di marcatura e altro) è assolutamente di prim'ordine e si sposa alla perfezione con un sistema di controllo e, soprattutto, di tiro che sembra conoscere una seconda giovinezza grazie alle modifiche effettuate in corsa dal team di sviluppo. In più la vostra buona resa sul campo sarà ricompensata con dei veri e propri “punti” che potranno essere spesi per migliorare le caratteristiche generali del vostro giocatore.

Questo sistema quasi “ruoli stico” sarà quindi utilissimo per far arrivare il vostro protetto al massimo delle sue capacità proprio nel momento più topico del torneo a patto che, ovviamente, il vostro rendimento sul campo sia consono alle aspettative dell'allenatore. In questo senso è da sottolineare che ogni vostra azione giusta o sbagliata sul terreno di gioco avrà ripercussioni sul vostro voto complessivo e, di conseguenza, sul monte-punti assegnato a fine gara.
 
Ovviamente essendo voi una semplice pedina nello scacchiere predisposto dal Mister non vi sarà dato modo di intervenire nella modifica della formazione o della strategia, a meno che non siate i capitani della squadra. In questo caso potrete avere pieno accesso al pannello di controllo delle operazioni, prendendo decisioni in prima persona.

Quello che invece non sembra essere stato sottoposto a ritocchi di sorta è la generale cosmesi del gioco che si ripropone con i medesimi pregi e difetti. Da un lato si rimane esaltati dalla qualità e pulizia dell'immagine, dalla cura del particolare e in generale per un set di animazioni coerente e tutto sommato ben riprodotte sul campo. Dall'altro fa storcere il naso la mancata somiglianza di alcuni dei protagonisti con le controparti reali. O meglio, le mostruose fattezze di alcuni calciatori che riscuotono sicuramente migliori fortune nella realtà (Date un occhiata a Buffon, giusto per capire di cosa stiamo parlando).

Se giocarvi un intero campionato Europeo vi sembra poca roba, in termini di longevità, sappiate che come da tradizione, Euro 2008 vi saprà intrappolare per bene tra le fitte maglie della rete, grazie ad un multiplayer a prova di bomba che saprà sicuramente tenervi compagnia prima di immergervi nelle calde acque del vero Europeo Svizzero-Austriaco. Bel lavoro EA.
 
UEFA Euro 2008 - Immagine 7
Ed eccolo il nostro eroe esultare subito dopo la marcatura.
UEFA Euro 2008 - Immagine 8
La ripresa da dietro mostra come il pallone si sia infilato con precisione tra palo e portiere.
UEFA Euro 2008 - Immagine 9
L'eroe dell'europeo portato in spalla dai compagni. Grande Alex!
8
Davvero un bel lavoro questo Euro 2008, soprattutto se si considera che per una volta non ci troviamo di fronte al solito prodotto frutto di un semplice restyle di qualcosa di esistente ma che propone realmente qualcosa di nuovo, soprattutto in termini di gameplay. Certo, c'è ancora da migliorare, ma fa piacere constatare che Electronic Arts continua a battere la strada della qualità già percorsa anche in Fifa 08.
voto grafica8
voto sonoro8
voto gameplay8
voto durata7,5
0 commenti
Sky TG24: guarda la diretta

UEFA Euro 2008

UEFA Euro 2008 PS3 Cover
Empire
Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Suburra

3

Suburra

La lotta per il potere in una Roma allo sbando

Prison Break

6

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Empire
Rogue Trooper Redux

3

Rogue Trooper Redux

Puffo forzuto, strafatto di nandrolone, va alla guerra!

South Park: Scontri Di-Retti

2

South Park: Scontri Di-Retti

L'universo di Trey Parker e Matt Stone ridiventa un videogioco. Ed è bellissimo.

Dragon's Dogma: Dark Arisen

2

Dragon's Dogma: Dark Arisen

Quando si parla di remastered, si parla sempre di seconde opportunità

Gundam Versus

4

Gundam Versus

I Mobile Suit Gundam sbarcano su PlayStation 4

The Evil Within 2

14

The Evil Within 2

Tango Gameworks manca il bersaglio, ancora una volta.