Tales of Graces f

La serie Tales of approda su PS3 - Recensione

Di Tommaso Alisonno (29 Agosto 2012)
Asbel e Hubert, i due giovani figli del signore di Lhant, incontrano su una collina fiorita una misteriosa ragazza priva di memoria. Insieme all'amica Cheria decidono di battezzarla Sophie, ma scoprire qualcosa del suo passato sembra impossibile. Le sorprese però non finiscono qui, dato che il principe Richard (più o meno loro coetaneo) viene mandato a Lhant per una breve vacanza: la storia assumerò ben presto contorni misteriosi e pericolosi per i ragazzini, e dopo alcuni avvenimenti drammatici si sposterà avanti nel tempo di ben 7 anni: quale destino attenderà il giovane cadetto Asbel Lhant, ormai prossimo alla fine dei suoi studi presso l'accademia dei Cavalieri?

Tales of Graces è un titolo sviluppato originariamente per Nintendo Wii e che apparentemente non era destinato a varcare i confini del Giappone: le richieste dei fan hanno fatto però sì che Namco Bandai decidesse di riproporlo su PS3 col titolo Tales of Graces f e finalmente, a distanza di anni dalla prima comparsa, di esportarlo sotto questa forma. Come ormai consolidato nella serie “tales of”, siamo al cospetto di un JRPG coi combattimenti in tempo reale. La storia seguirà sempre da vicino il protagonista Asbel, ma questo sarà quasi sempre accompagnato nelle sue avventure dai suoi amici - o presunti tali - Hubert, Sophie, Cheria, Richard, Malik e Pascal.
 
Immagine 1
Da sinistra: Pascal, Asbel, Cheria e il capitano Malik
Immagine 2
Se non avrete spazio per i tesori, potrete lasciarli dove li avete trovati
Immagine 3
Il gruppo è arrivato in una ridente cittadina portuale
Ad ogni modo, il party di PG attivi sarà sempre composto da massimo 4 unità: essendo il battle-system in tempo reale, va da sé che il giocatore potrà utilizzarne uno solo per volta, sebbene sia possibile passare in qualsiasi momento al controllo diretto di un altro membro semplicemente mediante la croce direzionale. Gli altri membri del party saranno di norma gestiti dall'IA, a cui potrete impartire delle direttive comportamentali attraverso l'apposito menù strategico raggiungibile anche in battaglia (il gioco va in pausa, tranquilli). Diciamo “di norma” perché in alternativa questi possono essere pilotati da altri giocatori, a patto di possedere sufficienti controller: potete anche cimentarvi in quattro con ciascuno di voi al comando di un personaggio.

Per sferrare gli attacchi avrete a disposizione due tasti, associati rispettivamente alle “A-arts” ed alle “B-arts” (queste ultime arriveranno dopo l'introduzione, ossia dopo la “pausa” di 7 anni), le quali possono alla fin fine essere considerate tecniche “veloci” e tecniche “potenti” o “magiche”: le art sono configurabili dal menù tra quelle disponibili e si eseguiranno combinando la pressione del tasto alla direzione del controller. Se siete degli estremisti della libertà d'azione potrete utilizzare un controllo di tipo “Manuale”, ma la configurazione di default prevede un efficiente sistema “Semi-Auto” in cui il movimento del PG è legato al nemico scelto come bersaglio.

A prescindere dalla natura, qualsiasi art utilizzata consumerà punti “CC” (chain combo): quando i CC arrivano a 0 sarò necessario attendere che si ricarichino, il ché avverrà col tempo o più facilmente parando o schivando gli attacchi avversari mediante l'apposito tasto. Mantenendo la parata per qualche secondo, inoltre, si potrà “stabilizzare” la posizione del personaggio, attivando le protezioni dagli status o ponendolo in condizione di effettuare potenti contrattacchi. L'ultimo comando frontale permette di accedere al succitato menù di pausa tramite cui configurare il comportamento dell'IA, cambiare le art nel bel mezzo della battaglia o utilizzare item, come curativi o power-up temporanei.
Immagine 4
Come ogni JRPG "vecchia scuola" che si rispetti, potrete saccheggiare impunemente gli armadi della gente comune
Immagine 5
I siparetti si sprecheranno
Immagine 6
Ecco i protagonisti in versione giovanile: i nostri eroi saranno così per tutto il primo capitolo
Il sistema così realizzato riesce a fornire un'esperienza di gioco ibrida tra azione e strategia: è sicuramente vero che nella stragrande maggioranza degli scontri contro i nemici comuni può essere sufficiente la pressione più o meno casuale dei tasti d'attacco e qualche schivata laterale nell'attesa di ricaricare i CC, tanto da dare l'idea che il battle system possa non avere “spessore”, ma basta sbattere il grugno contro un boss, specie nei duelli uno contro uno, per rendersi conto che nelle situazioni critiche si renderà necessaria un minimo di programmazione strategica e soprattutto una discreta freddezza di esecuzione.

Il mondo di gioco è realizzato sottoforma di svariate locazioni collegate tra loro da una mappa apparentemente aperta ma che in realtà (come nella tradizione dei JRPG, dopotutto) serve a collegare città e dungeon con percorsi reticolari. Sia in questa sia nelle singole locazioni, gli scontri inizieranno non appena entrerete in contatto con uno dei mostri o nemici che vagheranno liberamente e vi inseguiranno se capiterete nel loro campo visivo. A quel punto, l'azione si sposterà sull'arena da battaglia e (manco a dirlo) dovrete confrontarvi con un gruppo di nemici di cui quello “incoccato” sarà solo un esemplare.

12
10 commenti
Bellissimo, questo mi attira molto. Però che cavolo sempre tutto in inglese. Stiamo tornando ai tempi della ps1 con questi jrpg T.T
Ryo NarushimaInviato il 29-8-2012 all 11:24
Bellissimo, questo mi attira molto. Però che cavolo sempre tutto in inglese. Stiamo tornando ai tempi della ps1 con questi jrpg T.T
L'unica cosa dei Tales è che ne escono veramente troppi. Comunque ho letto solo il commento perchè vado un pò di corsa Per il fatto della localizzazione io non la vedo quasi mai come un male, negli ultimi anni sto preferendo i giochi in lingua inglese per via di evidenti e ricorrenti magagne nelle traduzioni italiane, poi senza contare che non vorrei mai un JRPG doppiatto in italiano (non me ne voglia Lost Odyssey, ma l'ho messo con il parlato inglese) credo che se i giochi restino in inglese sia quasi meglio
SenguInviato il 29-8-2012 all 11:58
L'unica cosa dei Tales è che ne escono veramente troppi. Comunque ho letto solo il commento perchè vado un pò di corsa

Per il fatto della localizzazione io non la vedo quasi mai come un male, negli ultimi anni sto preferendo i giochi in lingua inglese per via di evidenti e ricorrenti magagne nelle traduzioni italiane, poi senza contare che non vorrei mai un JRPG doppiatto in italiano (non me ne voglia Lost Odyssey, ma l'ho messo con il parlato inglese) credo che se i giochi restino in inglese sia quasi meglio
[QUOTE=Sengu;2322025] (non me ne voglia Lost Odyssey, ma l'ho messo con il parlato inglese) credo che se i giochi restino in inglese sia quasi meglio[/QUOTE] credo di averlo messo in giapponese, quello :P
TatsumakiInviato il 29-8-2012 all 12:49
Sengu ha detto:
(non me ne voglia Lost Odyssey, ma l'ho messo con il parlato inglese) credo che se i giochi restino in inglese sia quasi meglio
credo di averlo messo in giapponese, quello :P
Quoto, il doppiaggio originale è da capogiro
SenguInviato il 29-8-2012 all 13:18
Quoto, il doppiaggio originale è da capogiro
La mancanza del doppiaggio in Italiano è una costante, a quanto ne so e correggetemi se sbaglio, ce ne sono solo due in lungua Italiana e girano solo su macchine Nintendo..la serie Tales è una delle serie più belle e longeve in campo RPG e la presenza dei combattimenti in tempo reale è motivo di preferenza rispetto all'ormai datato, per quanto aggiornato, sistema di combattimento a turni dell'obsoleta serie di FF; i Tales a mio avviso hanno un solo problema per noi Italiani almeno: sono giochi in cui il discorsivo è elevatissimo se non si conosce molto bene l'Inglese conviene lasciar perdere...per il resto è una serie favolosa
Spidey007Inviato il 29-8-2012 all 15:45
La mancanza del doppiaggio in Italiano è una costante, a quanto ne so e correggetemi se sbaglio, ce ne sono solo due in lungua Italiana e girano solo su macchine Nintendo..la serie Tales è una delle serie più belle e longeve in campo RPG e la presenza dei combattimenti in tempo reale è motivo di preferenza rispetto all'ormai datato, per quanto aggiornato, sistema di combattimento a turni dell'obsoleta serie di FF; i Tales a mio avviso hanno un solo problema per noi Italiani almeno: sono giochi in cui il discorsivo è elevatissimo se non si conosce molto bene l'Inglese conviene lasciar perdere...per il resto è una serie favolosa
Graficamente non mi sembra al di sotto di Tales Of Vesperia, che non mi era dispiaciuto affatto, la barriera linguistica per me non è un problema, peccato che in questo momento mi stia concentrando su Resonance Of Fate e che probabilmente oggi cederò al richiamo di Darksiders 2, quindi non lo prenderò subito, ma credo che gli darò una chance più avanti
DrebinInviato il 29-8-2012 all 15:56
Graficamente non mi sembra al di sotto di Tales Of Vesperia, che non mi era dispiaciuto affatto, la barriera linguistica per me non è un problema, peccato che in questo momento mi stia concentrando su Resonance Of Fate e che probabilmente oggi cederò al richiamo di Darksiders 2, quindi non lo prenderò subito, ma credo che gli darò una chance più avanti
Bella recensione, anche senza averlo provato (speriamo arrivi presto il pacco) hai dato l'idea del gioco che mi troverò. Personalmente sono sicuro che se mi piacerà il sistema di battaglia, questo diventerà un gran bel gioco per me.
Tidus255Inviato il 4-9-2012 all 11:04
Bella recensione, anche senza averlo provato (speriamo arrivi presto il pacco) hai dato l'idea del gioco che mi troverò.
Personalmente sono sicuro che se mi piacerà il sistema di battaglia, questo diventerà un gran bel gioco per me.
Bellissimo!!!!! Appena preso!!!!! Non avevo mai giocato un Tales of...... mi piace ogni giorno di più.....
pippeisInviato il 13-9-2012 all 16:35
Bellissimo!!!!! Appena preso!!!!! Non avevo mai giocato un Tales of...... mi piace ogni giorno di più.....
Notevole, la serie mi piace sempre di più.
~Snake EaterInviato il 8-6-2014 all 22:26
Notevole, la serie mi piace sempre di più.
Questo capitolo mi è piaciuto parecchio, ora sto giocando Tales Of The Abyss per 3DS, però per me il migliore in assoluto rimane sempre Tales Of Vesperia, non so che farci :asd: PS: Vi sono mancato non è vero? :D PPS: Bello il nuovo aspetto del forum...
Black_Mamba24Inviato il 10-6-2014 all 8:37
Questo capitolo mi è piaciuto parecchio, ora sto giocando Tales Of The Abyss per 3DS, però per me il migliore in assoluto rimane sempre Tales Of Vesperia, non so che farci :asd:

PS: Vi sono mancato non è vero? :D

PPS: Bello il nuovo aspetto del forum...
10 commenti

Tales of Graces f

  • Piattaforma: PS3
  • Produzione: Namco Bandai
  • Sviluppo: Namco Bandai
  • Distribuzione: Namco Bandai Partners
  • Genere: JRPG
  • Uscita italiana: Agosto 2012
Il Trono di Spade

Il Trono di Spade

Recap Episodio 5x07 - The Gift

Doctor Who

Doctor Who

Ecco il cofanetto Blu-Ray dell'Ottava Stagione

Il Trono di Spade

Il Trono di Spade

Recap Episodio 5x06 - Unbowed, Unbent, Unbroken

Daredevil

8

Daredevil

Vi parliamo della prima stagione del diavolo rosso...

X-Files

5

X-Files

Riscopriamo la storica serie TV di Chris Carter

Empire
La Seconda Guerra Mondiale raccontata in 10 film

4

La Seconda Guerra Mondiale raccontata in 10 film

Il racconto del più sanguinoso conflitto della storia attraverso la visione di 10 capolavori imperdibili

Pitch Perfect 2

Pitch Perfect 2

Le Barden Bellas tornano in azione!

San Andreas

5

San Andreas

Dwayne Johnson si destreggia tra tsunami e terremoti

Youth - La Giovinezza

Youth - La Giovinezza

Sorrentino ci porta nella "Grande Bellezza" della vecchiaia..

Da The Rock a Dwayne Johnson

4

Da The Rock a Dwayne Johnson

Dal ring al grande schermo...