Recensione Tales from the Borderlands

Il primo episodio dell'esperimento Telltale ci ha divertito moltissimo!
Valerio De Vittorio Di Valerio De Vittorio
Si possono spendere molte parole di elogio per la serie Borderlands. Ma tra gli aspetti più interessanti del divertente e spensierato sparatutto cooperativo di Gearbox sicuramente non vi è la trama. Anche per questo la notizia di una nuova avventura episodica di Telltale Games ambientata su Pandora ha fatto alzare più di un sopracciglio. Con non pochi pregiudizi abbiamo installato il primo capitolo, ma il sorriso stampato sulla nostra faccia all'arrivo dei titoli di coda la dice lunga sull'abilità degli sviluppatori nello sfruttare le licenze e confezionare adventure game accattivanti.

Nuove storie a Pandora

Non possiamo parlare molto della trama o delle due e poco più ore di gameplay vi resterà ben poco. Vi illustriamo grosso modo il setting, che vede due protagonisti che potrete controllare alternativamente, in base alle esigenze narrative. Lui si chiama Rhys, lei Fiona. Il primo è un dipendente della Hyperion, la seconda una truffatrice di professione. Catturati da un non meglio precisato losco figuro, gli raccontano le proprie peripezie, dando in mano il controllo dell'avventura al giocatore che rivive così la loro storia attraverso un lungo flashback.
Tales from the Borderlands - Immagine 1
Attenzione alle vostre scelte, che influenzeranno il dipanarsi degli eventi
Come da tradizione Telltale, spesso l'utente verrà chiamato a prendere delle decisioni, alcune marginali, altre con importante conseguenze. Il gioco ci avviserà se ad esempio un personaggio ricorderà una nostra risposta o una nostra azione, assicurandoci così di aver modificato la storia. Non solo all'interno del medesimo capitolo, ma alcune scelte si ripercuoteranno anche nel resto della stagione. Gli sviluppatori hanno voluto sottolineare questa caratteristica, tanto da implementare un menu dedicato alle decisioni compiute in-game e paragonandole alla media mondiale. Da un punto di vista del gameplay, se conoscete altri prodotti di Telltale, non troverete grosse sorprese.

L'intelaiatura è quella di un'avventura grafica, anche se estremamente semplificata, tanto che il gioco si avvicina più ad un film interattivo. Il giocatore ha un ruolo attivo nell'esperienza, modificando lo scorrere della trama, ma allo stesso tempo viene chiamato a fare ben poco. Il gameplay infatti si riduce a semplici Quick Time Event, che ci richiederanno di premere le direzioni o di percuotere ripetutamente un pulsante piuttosto che un altro. Molto più interessante l'interazione durante i dialoghi, con risposte a scelta multipla da selezionare, mentre il tempo scorre inesorabile. Insomma, non potrete rifletterci molto.

Film interattivo - Episodio 1

La vera forza di Tales from the Borderlands non è nelle raffinate meccaniche di gioco, quanto piuttosto nell'accattivante sceneggiatura, che si ispira al mondo della serie Gearbox, ma ci racconta di nuovi personaggi, delle simpatiche canaglie alle quali vi affezionerete all'istante. Inoltre le varie situazioni in cui vi ritroverete sono ben tratteggiate e mantengono sempre elevatissimo il ritmo. Aiuta a sua volta un buon comparto estetico, che poggia le proprie basi sul collaudato motore grafico di Telletale. Niente prodezze tecniche, ma un solido cel-shading che disegna volti espressivi e modelli accattivanti. Si deve lavorare sulle animazioni, al contrario fin troppo elementari. Di contro, il gioco è leggerissimo, e girerà praticamente su tutto, lavatrice di casa compresa. Primo capitolo promosso, se vi piacciono avventure poco interattive ma ben scritte e magari avete un debole per i vari Borderlands (requisito non obbligatorio comunque) fateci un pensierino. Attenzione però a tenervi vicino un bel dizionario di inglese. Il titolo non è tradotto in italiano, neanche nella parte scritta.
Tales from the Borderlands - Immagine 2
Questo è un personaggio davvero eccezionale
Tales from the Borderlands - Immagine 3
Persino i robot hanno personalità da vendere
Tales from the Borderlands - Immagine 4
I due simpatici protagonisti
Tales from the Borderlands - Immagine 5
Le situazioni strampalate sono all'ordine del giorno
7,5
Tales from the Borderlands parte decisamente col piede giusto. Telltale è riuscita ad applicare la propria formulina magica anche al mondo della saga Gearbox, creando personaggi simpatici e situazioni esilaranti. Il primo capitolo scorre via liscio, intrattenendo, nonostante un gameplay ridotto ai minimi termini. Attenzione alla mancata localizzazione in lingua nostrana, però! Ora attendiamo con ansia il proseguo della storia.
voto grafica7
voto sonoro8
voto gameplay7
voto durata7

Tales from the Borderlands

Disponibile per: PC , Xbox 360, PS3, PS4, Xbox One, iPhone, Android, iPad
Tales from the Borderlands PC Cover
Empire
The Flash
The Flash

Diamo un'occhiata alla terza stagione in Blu-Ray

The 100
The 100

Analizziamo i contenuti di questa terza stagione

Stranger Things

9

Stranger Things

Il sequel (quasi) perfetto!

Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Empire
Linea Sparco Gaming
Linea Sparco Gaming

Nella splendida cornice del Monza Rally Show, Sparco Gaming ha presentato la nuova seduta da gioco per il 2018

Steep

1

Steep

Le Olimpiadi coreane in questo nuovo DLC!

Kingdom Come: Deliverance
Kingdom Come: Deliverance

Abbiamo fatto un salto nel medioevo!

SpellForce 3
SpellForce 3

Mondi in pericolo e fetidi maghi da eliminare

Monster Hunter World

1

Monster Hunter World

Siamo entrati in contatto con il nuovo mondo!