Recensione Sabotain

Alessandro Cossu Di Alessandro Cossu
TANTO TEMPO FA, IN UNA GALASSIA VICINA VICINA...
Il Futuro, questo sconosciuto. E' difficile pensare a film o, nel nostro caso, a videogames che non ci abbiano mostrato una visione del mondo – o dello spazio – che verrà, senza pessimistiche previsioni, talvolta al limite del catastrofico. Anche l'ultima ma non ultima fatica targata Microids non fa eccezione e, con il suo Sabotain : Break The Rules, ecco una ennesima ricostruzione di uno dei possibili futuri che ci aspettano. I Telluriani, razza longeva e tecnologicamente avanzata, aprirono numerosi nodi spaziali. Questo pacifico popolo entrò, negli anni, in contatto con moltissime civiltà e, di comune accordo con i governanti di esse, venne istituito l'Impero Galattico del Popolo, sotto l'egida di un solo uomo, eletto democraticamente, chiamato Imperatore. Dapprima, le cose parvero funzionare a dovere e tutti i pianeti membri e le relative colonie vivevano in un crescente stato di prosperità. Ma tale stato di cose non era destinato a durare. Ben presto, in seno all'Impero, una nuova classe sociale, l'Aristocrazia, fece capolino e divenne ben presto ricca, potente e malvagia. Per soddisfare i propri scopi, gli Aristocratici fecero in modo di tassare in maniera selvaggia le colonie, rubando loro risorse minerarie e impedendo di sfruttare le nuove tecnologie scoperte.
Sabotain - Immagine 11
...per l'appunto!
Sabotain - Immagine 2
Quale gioiello mi compro?
Sabotain - Immagine 3
Il panorama è decisamente vasto!
Moltissime colonie, non contente di tale stato di cose, iniziarono a radunarsi, cercando di staccarsi dall'Impero. Dapprima erano poche e deboli ma, nel corso dei secoli, oltre un terzo dei pianeti annessi all'Impero si coalizzarono in un'unica fazione, divenendo così la Confederazione dei Mondi Indipendenti, con proprie leggi, proprie flotte spaziali e proprie difese; il tutto, per la comune ricerca della indipendenza. Decenni di battaglie con alterne fortune, decretarono alfine l'attuale stato di cose : lo strapotere dell'Impero è divenuto un pallido ricordo e le colonie, sotto la guida di un giovane politico di nome Vladimir Castor – nominato a furor di popolo Presidente del Consiglio della Federazione – sono ad un passo dalla tanto sospirata indipendenza dall'Impero. Ma il potere imperiale, per quanto flebile, è ancora oscuro e potente. Grazie ad uno speciale addestramento, alcuni corpi speciali in forza all'Impero sono divenuti degli avversari difficilmente battibili. Due questi agenti, in particolare, tale Kent Reed e la signorina Alex Keeton, sembrano fare da ago della bilancia nella difficile situazione politica. A questo punto, entriamo in scena noi. Nei panni da commando di mister Kent o nei sexy vestiti di lady Alex, saremo chiamati a difendere la causa dell'Impero...o a causarne la rovina.

FPS + RPG = SABOTAIN
Sulla carta, il lavoro dei signori della Avalon Entertainment pare avere tutte le carte in regola per essere più che una semplice alternativa a Doom 3, Half Life 2 e F.E.A.R. . Tuttavia, anche a fronte di una buona (ma non nuova) idea, non sempre la ciambella della realizzazione riesce con il buco...e vediamo perché. Il titolo patrocinato da Microids, si presenta su due dischi, in una lussuosa scatola contenente un ottimo ed esaustivo manuale completamente localizzato in Italiano. La lunga installazione ci catapulterà in un Full Motion Video musicale, che ricorda da vicino gli attuali clip di musica Tecno, il quale ci offrirà una panoramica sulle potenzialità del titolo. La prima scelta che saremo chiamati a compiere, sarà quella del personaggio, come un piccolo gioco di ruolo : il Commando o l'Assassina. I due protagonisti hanno caratteristiche estremamente differenti e, come è ovvio pensare, il primo è dotato di forza bruta e votato all'azione distruttiva, mentre la seconda è maggiormente dotata di petto, destrezza e furtività, per compiere la sua missione in nome del silenzio e dell'attacco stealth. In perfetto stile librogame – Dungeons & Dragons – Gioco di Ruolo -, il nostro alter ego disporrà di alcuni parametri, detti Attributi, che influenzeranno il suo comportamento in azione o nei dialoghi : Intelligenza, Vitalità, Resistenza, Destrezza e Forza. Ogni azione che compieremo, ogni nemico che affronteremo, ogni puzzle che risolveremo, andrà invece ad aumentare i nostri punti esperienza e, di riflesso, anche le nostre abilità speciali, come ad esempio,la capacità di curare le ferite.
Sabotain - Immagine 5
Non essere sciocco,amico mio...
Sabotain - Immagine 6
Ho giusto sete e questo posto fa al caso mio
Sabotain - Immagine 7
La città è talmente vasta che è necessario basarsi sui cartelli!
Ogni punto abilità potrà essere destinato ad una particolare dote del personaggio a nostra discrezione, rendendo, di fatto, il protagonista tanto più vicino al nostro ideale. Particolarmente interessante, la possibilità, disponibile molto, molto avanti nel corso del gioco, di farsi fare dei Tatuaggi, detti “potenziatori”. Questi speciali simboli applicati alla pelle, ereditati dalla razza degli Arari, rappresentano un ulteriore modo di migliorare gli attributi del nostro personaggio. In totale, sono disponibili la bellezza di ventisei tatuaggi, ognuno con un potere speciale. Al termine di determinate missioni, o se compieremo determinate azioni, avremo in dono uno di questi simboli, con nostra somma gioia. Il titolo in esame si svolge interamente nella megalopoli cyber-gotica Miracle City; questa enorme città, suddivisa in distretti raggiungibili a nostro piacimento grazie ad un efficientissimo sistema di teletrasporto, vanta un'area di ben sedici chilometri quadrati (!) tutti da esplorare, con più di centocinquanta personaggi con i quali interagire durante il corso della nostra missione. Ben tre i finali disponibili per questo titolo, in base alle scelte fatte durante le nostre partite. Venticinque tipi di armi disponibili, tra cui spicca una sorta di LightSabre in perfetto stile StarWars e una storyline non lineare arricchita da decine di sottoquest.

Tutto bello, quindi? Sfortunatamente, no. Come detto in fase di avvio, sulla carta S:BtR avrebbe avuto le carte in regola per assurgere all'olimpo dei videogames. Sfortunatamente, invece, mostra il fianco ad alcune pecche dovute ad una realizzazione tecnica, soprattutto per il comparto video, decisamente sotto la media. L'engine di gioco riesce si a gestire locazioni amplissime, zeppe di edifici, personaggi e vetture (anche noi potremo guidarle, a patto di avere soldi a sufficienza per comperarle), ma questo avviene perché il numero di poligoni è desolatamente basso – ai minimi storici, in verità – e le texture sono, mai come in questo caso, davvero banalmente tutte uguali. E'stato implementato qualche lievissimo accenno di lens-flare e quella che avrebbe dovuto essere una forma di pixel-shading, ma il risultato ottenuto è relativamente insoddisfacente, anche al massimo del dettaglio e con tutti gli effetti attivati. Se consideriamo poi fenomeni di bad-clipping a go-go, il quadro è completo. Sfortunatamente, durante la prova del gioco, più volte è accaduto di rimanere incastrati in una locazione senza possibilità di uscire, con il risultato di essere costretti a richiamare l'ultimo salvataggio. Anche sul fronte audio, il comparto dei sound-fx è totalmente dimenticare, dal doppiaggio in Inglese (con sottotitoli in Italiano), fino agli effetti applicati alle armi che sfiorano talvolta il ridicolo. Ottima invece la colonna sonora, un po'invasiva, ma decisamente coinvolgente. Vera pecca di questo titolo, però, è la Stupidità Artificiale dei nostri avversari e dei PNG (personaggi non giocanti) che incontreremo nelle nostre missioni.

Tutti con serissimi problemi di PathFinding, non esiteranno a venire incontro al nostro fucile a pompa con la loro mazza ferrata, ansiosi di farsi massacrare. La loro forza tuttavia, è nel numero: frequentemente, passeggiando nei distretti mentre adempiendo alla nostra quest, scoppieranno dei tumulti e, nel parapiglia generale, una decina di gentiluomini armati fino ai denti tenteranno di farci la pelle, per il gusto di farlo... Ottima, invece, la risposta ai comandi del nostro personaggio, sempre puntuale ed efficiente. Prima di sabotare il commento finale, si ricorda a tutti che, data la natura violenta di S:BtR e per qualche richiamo erotico in giro per le locazioni, il titolo in esame pare destinato alle fasce di pubblico più mature.
Sabotain - Immagine 8
Hai chiamato rinforzi, ma il risultato è lo stesso...
Sabotain - Immagine 9
Scusa, sai l'ora?
Sabotain - Immagine 10
Localino ameno...
6
Un'ottima idea, un'ottima storyline, un'ottimo concept. Questo è veramente Sabotain. Tuttavia, il titolo targato Microids soffre di una realizzazione tecnica, specie per il comparto video, a dir poco insufficiente e, a onore del vero, con una forte venatura di vecchio, di già visto, che mal si sposa con gli standard imposti – volenti o nolenti - dai giochi attuali. Ma per chi cerca prima il divertimento cerebrale e poi quello della retina, allora Sabotain : Break the Rules, non mancherà di entusiasmare, per le mille sfaccettature e per i tanti colpi di scena di cui è composta la sua anima digitale. Un peccato, perché un comparto video più evoluto avrebbe reso questo titolo un vero must per tutti i giocatori amanti delle avventure, degli sparatutto e dei giochi di ruolo. Peccato, davvero.
voto grafica4,5
voto sonoro5
voto gameplay7,5
voto durata7
0 commenti
Sky TG24: guarda la diretta

Sabotain

Sabotain PC Cover
Empire
Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Suburra

3

Suburra

La lotta per il potere in una Roma allo sbando

Prison Break

6

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Empire
ELEX
ELEX

Un cristallo per trasformarli tutti.

WWE 2K18

3

WWE 2K18

Il Wrestling Made in WWE, torna sulle nostre console!

NBA Live 18
NBA Live 18

Un nuovo inizio

Rogue Trooper Redux

10

Rogue Trooper Redux

Puffo forzuto, strafatto di nandrolone, va alla guerra!