Recensione Red Sparrow: L'arte dell'inganno

L'arte della seduzione tra spie
Roberto Vicario Di Roberto Vicario

Nome in codice: Diva è stato uno dei casi letterari degli ultimi anni. Scritto da Jason Matthews (ex agente della CIA in pensione), il romanzo raccontava una valida, intricata e appassionante spy story. Un intreccio tutto sommato classico, ma condito di diversi elementi originali.

La trasposizione cinematografica, intitolata Red Sparrow, è stata affidata ad un regista talentuoso di nome Francis Lawrence, ma soprattutto ad un attrice protagonista che in maniera sempre più convincete si sta affermando in quel di Hollywood, e parliamo ovviamente di Jennifer Lawrence. Le spie convincono anche sul grande schermo? Scopriamolo!

Una spia che annoia?

Dominika Egorova (Jennifer Lawrence) è una giovane ragazza russa che vive a Mosca con la madre malata. Prima ballerina del Bolshi, vive la sua vita inseguendo il suo sogno. Tutto cambia dopo la rottura di una gamba, che la costringe al ritiro forzato. Qui entra in gioco la zio di Dominika che la inviterà a prendere parte al progetto governativo Sparrow, una scuola che forma spie in grado di usare la seduzione e l’inganno, trasformandole in vere e proprie “vedove nere”. Durante una missione però, Dominika conoscerà una spia della CIA di nome Nathaniel Nash (Joel Edgerton), che andrà gradualmente a scombinare i suoi piani.

Sebbene tragga spunto ad un famoso e piacevole romanzo, Red Sparrow si ispira in tutto e per tutto a spy movie come La Talpa o Nikita, condito però da una fortissima tinta erotica; di fatto, il cuore centrale della vicenda non è solamente quello della Guerra Fredda, o del costante dualismo tra URSS e Stati Uniti - o se preferite CIA e KGB. Red Sparrow è un film che mette in luce la potenza della donna, delle sue spiccate doti di seduttrice, ma anche e soprattutto di quella forza che molto spesso ci si dimentica di riconoscere.

Red Sparrow: L'arte dell'inganno
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207973
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207972
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207971
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207970
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207969
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207968
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207967
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207966
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207965
Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 207964

Per riuscire a trasmettere al meglio questo messaggio, il regista nato a Vienna ha deciso di utilizzare una vera e propria icona dell’attuale mondo femminile di Hollywood: Jennifer Lawrence. L’attrice, salita alla ribalta per Hunger Games, si è calata perfettamente nel personaggio, regalandoci un’interpretazione lontana da qualsiasi forma di timidezza (è presente anche una scena di nudo integrale), portando sullo schermo una donna tutt'altro che stereotipata, ma soprattutto ferma e decisa, nonostante in più di una occasione filtrino le normali fragilità umane.

Tutto questo, purtroppo, si incastra all'interno di una spy story che - nonostante la sua atipicità quasi erotica - non riesce a regalare momenti molto esaltanti, scorrendo con relativa semplicità verso un finale non proprio scontato ma nemmeno così sorprendente. In oltre due ore di film abbiamo dei veri e propri alti e bassi, tra cui una fase centrale piuttosto lenta, contrapposta ad una scena d’azione stupenda che ha ricordato quella vista ne La Promessa dell’Assassino di David Cronenberg.

Altro elemento che non ho totalmente condiviso è stato quello di non utilizzare praticamente nessuna parola russa, ma peggio ancora, un cast molto lontano da quello dell’est Europa. Sebbene gli accenti in lingua inglese siano tutto sommato ben fatti, al posto dei comunque bravissimi Jeremy Irons, Mary-Louise Parker o Charlotte Rampling, avrei gradito attori più vicini alla lingua su cui si basa gran parte della pellicola.

Ma detto questo, e al netto di alcuni evidenti peccati, Red Sparrow rimane uno spy movie piacevolissimo da vedere, nonostante una lunghezza abbastanza importante. Probabilmente non sarà ricordato negli annali della categoria, ma nonostante questo agli amanti del genere potrebbe piacere. Un plauso infine al regista, che non solo ha dipinto e diretto magistralmente alcuni momenti del film, ma ha saputo andare fino in fondo ad alcuni concetti - traslati poi in immagini - che rendono perfettamente lo spirito di quello che il messaggio che il film tenta di trasmettere.

In sostanza: bravissima la Lawrence come spia, ma la missione che le è stata assegnata era piuttosto insipida. Promosso ma con riserva.

Red Sparrow: L'arte dell'inganno - Immagine 2

Red Sparrow incarna molti degli elementi cardine delle spy story classiche, condendo il tutto con un punto di vista moderno e differente, che punta sull'arte della seduzione e dell'inganno. La Lawrence è bravissima e rende alquanto piacevole un film che, altrimenti, dovrebbe convivere con moli difetti. Un pellicola che  in sostanza rimane piacevole, inferiore al libro, ma con le giuste potenzialità per soddisfare gli amanti del genere.

Red Sparrow: L'arte dell'inganno

Red Sparrow: L'arte dell'inganno Cover
  • Titolo Originale: Red Sparrow
  • Regia: Francis Lawrence
  • Distributore: 20th Century Fox
  • Sceneggiatura: Justin Haythe
  • Genere: Thriller, Action
  • Data di uscita: 1 Marzo 2018
  • Cast: Joel Edgerton, Matthias Shoenaerts, Jeremy Irons, Mary-Louise Parker, Charlotte Rampling, Jennifer Lawrence
Empire
I Segreti di Twin Peaks
I Segreti di Twin Peaks

Se siete amanti di Lynch non dovete perdere questo gioiello

Una Serie di Sfortunati Eventi
Una Serie di Sfortunati Eventi

Le avventure degli orfani Baudelaire continuano

Marvel's Jessica Jones
Marvel's Jessica Jones

Cinque episodi per una storia da raccontare

The Walking Dead
The Walking Dead

Abbiamo visto in anteprima la 8x09

Empire
Solo: a Star Wars Story

6

Solo: a Star Wars Story

Scopriamo le origini di Han Solo!

Deadpool 2

1

Deadpool 2

Il mercenario chiacchierone torna sul grande schermo!

Avengers: Infinity War

16

Avengers: Infinity War

Il folle titano unisce tutto l'MCU!

Ghost Stories
Ghost Stories

Abbiamo incontrato il protagonista di Ghost Stories

Rampage - Furia Animale

4

Rampage - Furia Animale

The Rock e mostri giganti: accoppiata perfetta?