Recensione Magix Music Maker

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (22 Marzo 2002)
Magix Music Maker - Immagine 1
Che la Playstation 2 fosse stata concepita come Console destinata ad un pubblico di massa, su questo certo non c'erano dubbi: durante questi tre anni di vita abbiamo infatti assistito, con estremo piacere, alla produzione di titoli estremamente diversi tra di loro. Simulatori di Formula 1, di Calcio, Rpg di produzione orientale ed occidentale, avventure grafiche e Survival Horror, Plattform e Puzzle Game, persino qualche gioco musicale sullo stile di Space Channel 5 e Parappa The Rapper. Oggi, con l'uscita di questo Music Maker, si viene a colmare quello che forse è l'unico vuoto di una libreria software già piuttosto importante, cioè quello destinato alla nicchia di appassionati che si dilettano a creare musica con le proprie mani.
Infatti anche se recentemente è stato pubblicato MTV Music Generator, la comunità interessata a questo tipo di prodotto è rimasta in parte delusa dalle limitate caratteristiche del titolo, e si è messa alla ricerca di altro. Quell'altro potrebbe essere oggi Music Maker, che è essenzialmente un generatore di musica e di filmati video che permette al giocatore, che in questo caso sarebbe meglio chiamarlo utente, di combinare animazioni di ogni tipo e mixarle con la musica: un vero e proprio “sequenziatore di campioni”.
In poche parole il programma è costituito da un ricchissimo database di otre 3000 tipi di suoni diversi e di altrettanti videoclip, con aggiunta 16 tracce stereo da poter modificare a proprio piacimento: l'utente è in grado, tramite una serie di comandi direttamente con il Joypad della Playstation 2, di creare un brano musicale mixato con un brano video. Per i meno esperti, il termine “sequenziatore di campioni” potrebbe essere piuttosto oscuro, ed è comunque necessaria fare una altra piccola introduzione per meglio comprendere quale strumento possa costituire Music Creator per gli interessati. Praticamente ciò che fa il programma è permettere di utilizzare i campioni all'interno del suo ricchissimo database, modificarli a piacimento secondo le proprie preferenze ed agendo tramite la modifica di alcuni parametri del campione stesso (la velocità, il volume, l'eco, il riverbero, la preferenza del canale destro o di quello sinistro), e mixarli secondo le proprie necessità in un'unica traccia, terminata la quale si potrà passare ad una gestione più approfondita della stessa per arrivare al prodotto finale, il brano. Brano che, come si accennava prima, può essere accompagnato da un mix di filmati video creato con lo stesso procedimento.
Se il meccanismo sopra descritto potrebbe sembrare piuttosto complicato, non lasciatevi trarre in inganno, in quanto basta dire che Music Maker è arrivato alla sua 7° incarnazione su Personal Computer; ciò per esemplificare quale sia la facilità di utilizzo del programma e quanto gradimento abbia riscosso nel pubblico specializzato.
Magix Music Maker - Immagine 2
Magix Music Maker - Immagine 3
12
0 commenti