Recensione Madden 2001

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (17 Novembre 2000)
Mi rendo conto che iniziare a parlare di un gioco descrivendone le meraviglie grafiche non sia molto originale, però la qualità visiva di questo primo episodio di Madden per PS2 è davvero sbalorditiva. Al recente E3 la console sulla quale girava Madden 2001 è stata presa d'assalto da una folla oceanica di ragazzini tutti "imbambolati" ad ammirare i movimenti di Kurt Warner e soci
Le premesse sembrano eccellenti e, quindi, preparatevi ad attaccare la "red zone"!

INIZIA LO SPETTACOLO
Una volta scesi in campo lo spettacolo ha inizio. Sin dalle prime schermate vi sembrerà di assistere a una partita vera della NFL e non a una gara simulata su una console. L'entrata in campo, i primi piani, il pubblico entusiasta, tutto è ricreato alla perfezione, tanto che l'osservatore distratto potrebbe scambiarlo per una gara trasmessa in TV. Le texture sono tra le migliori viste finora sulla PS2; i movimenti dei giocatori sono perfetti, ma quello che più sorprende è l'eccellente livello dei dettagli. Per farsene un'idea è utile accedere, attraverso la schermata delle opzioni, alla modalità "Create player". Qui è possibile scoprire quanti siano i particolari che gli sviluppatori hanno preso in considerazione per far assomigliare sempre di più i giocatori virtuali alle loro controparti reali. Al di là delle innumerevoli caratteristiche tecniche implementate, è possibile scegliere tra più di venti espressioni facciali differenti, tra numerose acconciature e qualche gadget (tra cui le caratteristiche "strisce colorate" sotto gli occhi). Dopo il giusto "make up" del viso, prendiamo in esame le caratteristiche morfologiche del nostro aspirante "rookie" definendone la corporatura e la muscolatura. Ma non è ancora finita: si può scegliere il tipo di casco e stabilire quante fasce o polsini abbia il proprio giocatore; addirittura è possibile decidere se mettergli o meno il cerotto sul setto nasale per farlo respirare meglio..
Madden 2001 - Immagine 1
Primo tentativo...si potrebbe provare un'azione di corsa
DA UN'ALTRA ANGOLAZIONE
Un altro punto assolutamente spettacolare è costituito dai replay. Oltre a calare il giocatore nell'atmosfera di un "Monday Night" permettono di apprezzare non solo le azioni migliori, ma anche l'assoluta cura con cui sono state disegnate le maglie e il manto erboso. Grande puntualità e precisione è stata riposta anche nel ricreare alla perfezione le azioni di gioco. I placcaggi sono sempre diversi tra loro e lo sfortunato giocatore braccato dagli avversari cade al suolo in maniera differente a seconda di come è stato agganciato. Gli effetti di luce sono davvero fantastici. Quando il sole non tocca la totalità del campo di gioco, si nota chiaramente la differenza tra le zone d'ombra e quelle soleggiate. Inoltre prestando attenzione è anche possibile scorgere il riflesso della luce sui caschi degli atleti. Certo chi ama i giochi sportivi sa che alla fine quello che conta è la giocabilità, però questa attenzione per i particolari denota l'assoluto impegno dedicato a Madden 2001. D'altronde tutto ciò è assolutamente normale visto che questa è la serie sportiva che vende di più negli Stati Uniti e deve necessariamente essere curata nei minimi particolari per non deludere i fan
0 commenti
Sky TG24: guarda la diretta

Madden 2001

Disponibile per: PS2 , PSOne
Madden 2001 PS2 Cover
Empire
Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Suburra

3

Suburra

La lotta per il potere in una Roma allo sbando

Prison Break

6

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Empire
NBA Live 18
NBA Live 18

Un nuovo inizio

Rogue Trooper Redux

10

Rogue Trooper Redux

Puffo forzuto, strafatto di nandrolone, va alla guerra!

South Park: Scontri Di-Retti

2

South Park: Scontri Di-Retti

L'universo di Trey Parker e Matt Stone ridiventa un videogioco. Ed è bellissimo.

Dragon's Dogma: Dark Arisen

2

Dragon's Dogma: Dark Arisen

Quando si parla di remastered, si parla sempre di seconde opportunità