Recensione Life is Strange: Before the Storm

Arcadia Bay è ancora stupenda!
Roberto Vicario Di Roberto Vicario

Ci sono posti di cui il tuo cuore si innamora. Cartoline viventi che si stampano nella mente e difficilmente si possono dimenticare. Luoghi che dentro di te fanno crescere quella malinconica sensazione di nostalgia. Uno stato d’animo che, scommettiamo, molti di voi avranno provato una volta concluso il quinto capitolo di Life is Strange.

La storia di Max e Chloe ha rapito per la sua semplicità e quella forza in grado di raccontare la vita adolescenziale senza troppi fronzoli, utilizzando allo stesso tempo argomenti ben più complessi, utili a ritmare la narrazione.

In attesa di una season 2 che tarderà ad arrivare, gli sviluppatori della serie originale hanno messo nelle mani dei ragazzi di Deck Nine Game un prequel che si incentra sulla storia di due personaggi chiave come Chloe Price e Rachel Amber.

Un piacevole ritorno

Nelle prime due ore e mezza che compongono “Svegliati” (primo di tre episodi ufficiali, più un quarto bonus presente nella deluxe edition) avremo modo di conoscere la protagonista, Chloe, ma soprattutto capiremo come è sbocciata l’amicizia tra lei e la ragazza più in e cool della scuola di Arcadia Bay: Rachel Amber.

Una scelta narrativa splendida, che permette a coloro che hanno assaporato ed esplorato la cittadina di Arcadia Bay in passato di tornare a visitarla sotto un’ottica completamente differente. A cambiare, di fatto, è solamente il contesto narrativo, portato a due anni prima degli eventi raccontati in Life is Strange. Un salto temporale sufficiente per permettere agli sviluppatori di muoversi in due direzioni ben precise: quella dei nuovi giocatori e quella dei fan. I primi potranno scoprire cose sul passato che torneranno utili se vorranno giocarsi successivamente la prima stagione; al contrario, i fan di vecchia data avranno tantissimi pezzi del puzzle che potranno piano piano incastrare, grazie ad una storia che si concentra su personaggi messi in ombra da Max nella precedente season.

Life is Strange: Before the Storm
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202709
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202706
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202703
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202700
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202697
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202694
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202691
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202210
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202207
Life is Strange: Before the Storm - Immagine 202204

In termini di gameplay non ci troviamo davanti ad una rivoluzione, ma questo non vuol dire che gli sviluppatori non si siano impegnati per provare ad inserire, all’interno del contesto ludico, qualche spunto interessante. Quello che sicuramente più convince è legato a doppia mandata al carattere ribelle, strafottente e impavido di Chloe, sedicenne dal carattere “fumantino” e dalla risposta ancora più facile; sarà infatti possibile ingaggiare spesso e volentieri dei confronti verbali con personaggi vari, in cui dovremo cercare di dare la risposta corrette ad una provocazione ricevuta, stando attenti alla parole pronunciate dal nostro interlocutore (quanto fa Monkey Island questa cosa?) per rispondere a tono. L’esito di questo diverbio potrebbe portare a nuove opzioni nella risoluzione di determinate situazioni.

All’interno dell’esperienza il gioco non offre mai enigmi particolarmente complessi, il tutto per favorire un approccio molto più incentrato sulla componente narrativa, sull’unione audio/visiva tra ambiente e situazioni in cui si trovano i personaggi, sull’andare ad indugiare su quelli che sono i problemi di alcuni protagonisti e rivelare segreti finora non ancora chiarissimi. Ecco, il piacere di giocare Before the Storm sta proprio in questi particolari elementi: una cosa che i vecchi fan ameranno, e i nuovi, probabilmente, inizieranno ad amare.

Tecnicamente - giocando su Xbox One - non ci siamo trovati davanti a grandi differente tecniche rispetto a Life is Strange originale. La grossa differenza sta invece nella presenza, già da ora, di sottotitoli in lingua italiana che aiutano la comprensione della storia a coloro che non masticano l’inglese.

Life is Strange: Before the Storm - Immagine 3

 

8
Tornare ad Arcadia Bay, almeno in queste prime ore di gioco, è stato davvero intrigante e piacevole. Per chi ha già giocato Before the Storm la storia racconta di luoghi e personaggi che non potranno non scaldarvi il cuore; per tutti gli altri, ci troviamo davanti a quel classico gioco che può introdurvi ad un mondo fatto di amore, amicizia, e problemi giovanili...raccontati splendidamente. Vogliamo il secondo capitolo.
Sky TG24: guarda la diretta

Life is Strange: Before the Storm

Disponibile per: Xbox One , PS4, PC
Life is Strange: Before the Storm Xbox One Cover
  • Piattaforma: Xbox One
  • Produzione: Square Enix
  • Sviluppo: Dontnod
  • Genere: Avventura
  • Multiplayer Locale: Assente
  • Multiplayer Online: Assente
  • PEGI: +16
  • Data di uscita: 31 Agosto 2017
Empire
Prison Break

2

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Castlevania
Castlevania

Un'icona del gaming sbarca su Netflix. Sarà vera gloria?

Empire
NBA 2K18
NBA 2K18

Abbiamo fatto un salto nel quartiere di NBA 2K18!

Super Mario Odyssey

1

Super Mario Odyssey

Un'ora in compagnia dell'idraulico italiano!

DOOM (2016)
DOOM (2016)

L'orrore diventa portatile. E funziona alla grande!

The Evil Within 2

1

The Evil Within 2

La paura ha una nuova forma?

Marvel vs Capcom Infinite
Marvel vs Capcom Infinite

La saga crossover continua senza esclusione di colpi