Recensione Jack Lumber

Chi meglio della Sega puo' invitarvi a tagliare un po' di legna?
Marco Del Bianco Di Marco Del Bianco
Dopo i successi planetari di titoli come Angry Birds, Cut the Rope e Fruit Ninja, anche le major si sono accorte delle potenzialità (economiche) del mercato casual su iOs. Ecco che Sega ha deciso di inserire nella propria lineup, accanto a titolo di sicuro richiamo come la serie Sonic e Virtua Tennis, anche titoli di più facile appeal, come questo Jack Lumber.Tecnicamente però questo progetto è di più ampio respiro, non si tratta infatti di un prodotto interno ma del primo titolo indie pubblicato sotto la grande esse. Il progetto, denominato Sega Alliance, dovrebbe avere a breve altri sviluppi.
Restiamo però nel presente e vestiamo i panni di un nerboruto boscaiolo.Lo schema di gioco, già evidente dalle immagini qui presenti, lo inserisce nel filone dei cloni di Fruit Ninja, se pur con dei distinguo. Infatti se nel celebre affetta frutta la frenesia dell'azione e l'adrenalina sono alla base del tutto, qui il tutto è calmierato da componenti più riflessive.
Jack Lumber - Immagine 1
Jack Lumber - Immagine 2
Jack Lumber - Immagine 3
Rompete il flacone di sciroppo d'acero per incolare temporaneamente tutti i tronchi.
Ogni livello è composto da una serie di schemi, sempre uguali di partita in partita, nei quali una serie di ceppi viene lanciato per aria a gran velocità. Nel momento in cui toccate lo schermo si entra in una sorta di slow motion alla Matrix. A questo punto, senza mai staccare il dito dallo schermo e quindi con un'unica traiettoria, dovrete tagliare i ceppi longitudinalmente, per ottenere della perfetta legna da caminetto. Ovviamente la cosa non è così semplice come sembra. I ceppi sono di diverso tipo.
Ci sono quelli ad angolo, quelli ad ics, quelli che possono essere tagliati in un solo senso e tanti altri, quindi oltre a velocità e precisione serve anche una buona dose di prontezza di ragionamento, poichè anche se un determinato schema presenta sempre gli stessi tipi di ceppi, la situazione le momento in cui toccherete lo schermo non sarà mai la medesima. A complicare ulteriormente il tutto, la presenza sporadica di animali in mezzo alla scena, che non devono assolutamente provare la fredda lama della vostra ascia.

Il risultato è un'azione non per forza frenetica, anche se dovrete sempre buttare un occhio al cronometro, ma farcita di una buona dosi di strategia e soprattutto di prontezza di riflessi, per interpetare in poche frazioni di secondo la situazione nel momento in cui iniziate lo slowmotion.
Jack Lumber è condito da una grafica fumettosa e da una buona dose di ironia. Basti dire che la (debole) trama che giustifica il vostro accanimento, poco ecologista, verso gli alberi è dato dal vostro desiderio di vendetta verso un perfido abete che ha schiacciato la vostra nonnina. Il gioco si potrebbe definire un quasi-free-to-play, nella misura in cui pur pagando un prezzo iniziale, variabile a seconda dei momenti tra 1,59 e 0,79, all'interno è possibile accedere ad una sezione di inapp purché se per entrare in possesso di power ups. Il vil denaro non è l'unico modo in cui potrete facilitare la vita del vostro boscaiolo. Superando i livelli e completando determinati obiettivi che vi verranno suggeriti, conseguirete crediti da spendere in vario modo. Ci saranno gli sciroppi che vi consentiranno di rimediare agli errori, le barbe che moltiplicheranno i vostri punteggi e molto altro ancora.

Bisogna dire che, un po' come accade con altri tipi di titoli a schema come Angry Birds, c'è una sola modalità di gioco possibile, a differenza di quanto invece accade in Fruit Ninja dove ci sono diverse varianti allo schema e soprattutto un multiplayer. Il gioco è in versione universale, quindi con un unico acquisto potrete giocarlo su tutti i vostri devi se iOs. Già ora Jack Lumber appare come un titolo convincente ed accattivante, sempre che quello che cerchiate sia un gioco spiccatamente casual, ideale anche per partite di pochi secondi. Se, come ci si augura, il numero dei livelli verrà implementato in futuro sarà veramente un titolo fortemente consigliato.
Jack Lumber - Immagine 4
Non potevano mancare i powerups, ottenibili gratuitamente col proseguo del gioco o a pagamento.
Jack Lumber - Immagine 5
Più schemi completerete e più la vostra baita si riempirà di improbabili animali.
Jack Lumber - Immagine 6
Attenzione a non affettare anche il povero castoro!
7,5
Jack Lumber a prima vista non si presenta come un titolo particolarmente originale. La sua appartenenza al filone dei giochi "affetta affetta" inaugurata da Fruit Ninja è fin troppo evidente. Bastano poche partite per rendersi conto che questo titolo vanta una profondità maggiore. Non si tratta di affrettarsi ad affettare con frenesia tutto quello che appare sullo schermo. Qui la componente strategica è sicuramente più sviluppata e ogni schema riserva nuove insidie e deve essere affrontato in modo diverso. La mancanza di una struttura endless e una sola modalità di gioco, minano in parte la longevità ma un discreto numero di livelli e la giocabilità coinvolgente ne fanno comunque un acquisto consigliabile per chi cerca un gioco molto immediato ma al tempo stesso ragionato.
voto grafica7
voto sonoro6
voto gameplay7,5
voto durata6,5

Jack Lumber

Jack Lumber iPhone Cover
  • Piattaforma: iPhone
  • Produzione: SEGA
  • Genere: Puzzle Game
  • Data di uscita: Ottobre 2012
Empire
30 Days TV Show Challenge

3

30 Days TV Show Challenge

Una sfida a colpi di serie TV. Siete pronti?

I Segreti di Twin Peaks
I Segreti di Twin Peaks

Se siete amanti di Lynch non dovete perdere questo gioiello

Una Serie di Sfortunati Eventi
Una Serie di Sfortunati Eventi

Le avventure degli orfani Baudelaire continuano

Empire
Ghost of Tsushima

3

Ghost of Tsushima

Il Giappone secondo gli americani!

Far Cry 5

3

Far Cry 5

Abbiamo giocato Ore di Tenebra, il primo DLC di Far Cry 5!

Marvel Spider-Man

7

Marvel Spider-Man

Il ragno corre veloce su PS4!

Memories of Mars
Memories of Mars

Memories of Mars,porta il multiplayer survival sul Pianeta Rosso.

Fallout 76
Fallout 76

Il cambio di rotta di Bethesda