Recensione I Am Alive

Un Principe di Persia in salsa post-apocalittica!
Alessandro CossuDi Alessandro Cossu (25 Settembre 2012)
Nell'anno del Signore 2009, uscì nelle sale cinematografiche un film di John Hillcoat, “The Road”. Si trattava dell'adattamento di un romanzo di Cormack McCaarthy, appunto “La Strada”, autore che peraltro vinse il Pulitzer nel 2007. Il film vedeva un Viggo “Ramingo” Mortensen girovagare insieme a suo figlio in uno scenario post-apocalittico per le terre degli Stati Uniti diretto a Sud, verso un clima migliore. Non verrà mai spiegato cosa sia accaduto realmente: una bomba atomica? Una guerra? Una invasione aliena? Non è dato sapere. Quello che è certo è che il mondo è diventato una distesa unica di sabbia e rocce e i pochi sopravvissuti, in perfetto stile Buron-Son, si sono raggruppati in bande di teppisti, fuorilegge e cannibali. Fra i pochi oggetti salvati dal disastro, il protagonista del film vanta una preziosa pistola con due soli colpi, ed insegnerà al figlio come usare l'arma. Non ci dilunghiamo oltre in questa sede sulla pellicola ma è fuor di dubbio che alla Ubisoft si siano non poco ispirati a “The Road” per la creazione di “I'm Alive”, titolo appartenente al genere “survival” e disponibile sulle principali piattaforme di gioco.
I Am Alive - Immagine 1
L'intera produzione ricorda da vicino un Mokumentary,il che non è certo un male!
I Am Alive - Immagine 2
Le animazioni in battaglia sono tutte più o meno uguali.Un vero peccato.
I Am Alive - Immagine 3
Scivolare sui tetti da una certa soddisfazione,bisogna ammetterlo.
Quella oggi esaminata è la versione per Personal Computer, fruibile, in questa incarnazione, in digital download. Una non meglio specificata Catastrofe, occorsa circa un anno prima gli eventi narrati nel gioco, ha trasformato la Terra in un'arida palla di fumo, dove le vestigia della nostra civiltà sono ora scheletri morenti di palazzi riarsi sotto un sole impietoso e indifferente. E' in questa ambientazione da incubo che il nostro alter ego digitale senza nome si troverà a muoversi, nella ridente (!?) cittadina di Haventon mosso soltanto dal profondo amore verso sua figlia e sua moglie. Non è chiaro - e non lo sarà neanche al comparire dei titoli di coda, perché il protagonista si trovi dall'altro capo degli States quando la misteriosa Catastrofe si abbatterà sulla vita di tutti; si evince solamente che c'e' un “peccato”, una “colpa” in ballo è forse proprio per questo che il nostro eroe è così determinato.

Come si evince dalle foto sparse qui attorno, ci troviamo di fronte ad un titolo in terza persona, fatto di colori piatti e crudi, con la telecamera che si posiziona a poca distanza dalle spalle del protagonista, muovendosi quasi sempre opportunamente in base ai nostri movimenti. “I'm Alive”, non è un gioco d'azione (anche perché quest'ultima,invero, latita e pure parecchio) e di certo non è un survival inteso nel senso più puro del termine. Lo definiremmo una via di mezzo, o un sano frullato, (di) fra un'avventura grafica, un Principe di Persia fra i più recenti e un video-romanzo. Nei panni polverosi del...tizio,diciamo (right, termine sgradevole, ma non avendo nome, definirlo sempre “protagonista”, alter ego o quant'altro è ripetitivo) ci troveremo ad arrampicarci su muri, pali, tralicci e lampioni, scivolare su piattaforme e saltare pozzi, buche e crepacci, scalando quindi novelli SpiderMan ponteggi autostradali, palazzi, cancellate e muraglioni.
I Am Alive - Immagine 4
Non sarà infrequente trovarsi in situazioni molto,molto delicate.
I Am Alive - Immagine 5
Il nostro eroe non ha fortuna con le Amicizie.
I Am Alive - Immagine 6
Ovunque volgeremo lo sguardo,vedremo solo desolazione e morte.
Tutto questo con una resa fisica invero piuttosto convincente (non è certo la fisica, o la grafica, il nodo debole dell'ultimo nato in casa Ubi) e, nel complesso, la fluidità dei movimenti del personaggio ci ha colpito in modo favorevole. L'ampio HUD sempre disponibile ci terrà costantemente informati, in alto sullo schermo, del nostro senso di affaticamento (barra grigia, nelle foto) e del nostro stato di salute. Ogni passo veloce, ogni corsa, ogni manovra di agilità, scalate, salti e piroette consumeranno rapidamente la barra grigia; a quel punto, non vorremmo proprio trovarci per esempio appesi ad un cornicione perché, in un singulto di realismo, ci troveremo a perdere la presa perché troppo stanchi e quindi destinati ai verdi pascoli.

La Morte quindi appena citata, ci porta ad una delle peculiarità del titolo oggi esaminato: in “I'm Alive”, non avremo, inesplicabilmente, modo di salvare a piacimento e saremo quindi chiamati a veri tour de force in quanto i checkpoint automatici sono spesso molto lontani fra loro. Non solo : smettere di giocare prima di arrivare alla fine di un livello comporterà che, al prossimo avvio del gioco, ripartiremo dall'inizio del livello stesso e non dall'ultimo check superato. Non potremmo neanche contare su un numero infinito di tentativi : in base al livello di difficoltà scelto fra i tre disponibili, avremo una quantità  strettissima di prove (rimpinguabili trovando apposite nonché rare “item” sparse nel gioco) per ogni sessione, pena il dover ricominciare dall'inizio. Fortunatamente, però, il prode avventuriero che impersoneremo ha delle capacità di recupero (della stanchezza, NON della salute) tali da far invidia alla nanotuta di Alcatraz ed il che è tutto dire...quindi,a meno di non ciondolare inutilmente appesi ad un traliccio, morire di stanchezza sarà difficile.
I Am Alive - Immagine 7
Arrampicarsi sui muri con una pupa sulla schiena sarà il nostro passatempo favorito.
I Am Alive - Immagine 8
Salire o Scendere,questo è dilemma (comunque,meglio salire).
I Am Alive - Immagine 9
Cornicioni,pali,muri,tetti...SpiderMan è solo un novizio,a nostro confronto.
12

I Am Alive

Disponibile per: PC , Xbox 360, PS3
I Am Alive PC Cover
Empire
The Flash
The Flash

Diamo un'occhiata alla terza stagione in Blu-Ray

The 100
The 100

Analizziamo i contenuti di questa terza stagione

Stranger Things

9

Stranger Things

Il sequel (quasi) perfetto!

Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Empire
Steep
Steep

Le Olimpiadi coreane in questo nuovo DLC!

Kingdom Come: Deliverance
Kingdom Come: Deliverance

Abbiamo fatto un salto nel medioevo!

SpellForce 3
SpellForce 3

Mondi in pericolo e fetidi maghi da eliminare

Monster Hunter World

1

Monster Hunter World

Siamo entrati in contatto con il nuovo mondo!