Final Fantasy Crystal Chronicles: Echoes of Time - Recensione

Tra fantasie e cristalli, torna l'azione targata Square-Enix

Di Fabio Fundoni
Un cristallo è per sempre
Torna il mondo di Final Fantasy, e lo fa nella forma del suo celebre spin-off Crystal Chronicles dove, uno dei nomi classici della scena jrpg, si colora con tinte action, arrivando quasi ai confini dell'hack & slash. Già apparso con discreti risultati su Game Cube, Nintendo DS e Nintendo Wii, Crystal Chronicles guadagna il suffisso “Echoes of Time”, e tenta di giocare una carta decisamente affascinante: inserire una modalità multiplayer in grado di far giocare insieme possessori di Nintendo DS e di Wii.

La parola “multiplayer”, è sicuramente quella più permeante nella descrizione del gioco. Come nei precedenti capitoli, è necessario sottolineare, sin dalle prime battute, quale sia la natura del prodotto in questione. Siamo infatti davanti ad un titolo che non fa mistero di offrirsi come punto di ritrovo per un gruppo di quatto amici, pronti a impugnare la propria console e gettarsi in una avventura fatta di combattimenti e cooperazione con i propri compagni, il cui fine ultimo non è solo il raggiungimento di un tesoro nascosto o quant'altro, ma creare lunghe sessioni di divertimento in compagnia.
Immagine 1
Ecco uno dei nostri possibili eroi
Immagine 2
Per le partite in multiplayer, è possibile parlare tramite frasi editabili
Immagine 3
Come si dice: l'unione fa la forza!
Leggero il plot, dove saremo (in modo estremamente classico) chiamati a creare il nostro personaggio decidendone nome, sesso e razza, per affrontare la prova che dimostrerà il nostro passaggio dalla giovinezza all'età adulta. Come in ogni mondo fantasy che si rispetti, potremo scegliere tra diverse razze, ognuna dotata delle proprie peculiarità. I Clavat sono ottimi spadaccini, adatti ad un approccio diretto al gioco, gli Yuke mettono il loro fisico filiforme a servizio delle arti magiche, i Selkie puntano tutto sulla propria agilità e i Lilty che, bassi e tondeggianti come bambini, sono capaci di brandire armi pesanti con innata naturalezza.

Una volta superata l'iniziazione, giusto un momento prima di dare il via ai meritati festeggiamenti, una sciagura si abbatte sul nostro villaggio: la piccola Eryll cade a terra, colpita da una non precisata malattia, legata ai cristalli il cui potere permea il mondo. Le leggi vietano agli abitanti del posto d'uscire dai confini del paese, ragione per cui siamo gli unici a poter metterci in cammino alla ricerca di una medicina. Per “fortuna”, nelle vicinanze della nostra casa, si trova la città dove vive Larkeicus, studioso famoso per la propria sapienza e per aver raccolto libri in ogni parte del mondo. Solo Larkeicus potrà aiutarci a trovare una cura per Eryll e, con un po' di fortuna, potremo forse convincerlo ad aiutarci. Basterà uscire dal villaggio per iniziare una grande avventura, che ci porterà ad affrontare poteri che non avremmo nemmeno lontanamente immaginato...

Azione per quattro
Final Fantasy Crystal Chronicles: Echoes of Time si presenta, come il suo predecessore, in una veste fortemente action con diversi elementi di natura rpg (aumento del livello, utilizzo degli equipaggiamenti e così via). Il gioco si svolge con una visuale isometrica, dedicando lo schermo superiore della console all'azione vera e propria, mentre quello inferiore viene lasciato come mappa o, selezionandoli con l'apposito comando, per navigare tra i vari menu. Principalmente, ci troveremo a dover esplorare dungeon di ogni tipo, più alcune location “neutrali”, come la città e il villaggio, in cui fare acquisti o parlare con i personaggi non giocanti.

Di volta in volta, ci saranno assegnate delle missioni da portare a termine per poter proseguire nella trama del gioco, basate quasi sempre sul classico concetto del trovare il particolare mostro e ucciderlo o raggiungere un dato luogo nei meandri di qualche luogo infestato da pericolose creature e semplici enigmi da risolvere. Per riuscire nei nostri intenti, avremo a disposizione attacchi all'arma bianca e magie. Se per utilizzare spade, asce e quant'altro basterà la pressione di un pulsante, ben più elaborato è il metodo per lanciare incantesimi. Per prima cosa, tramite il touch screen o i tasti dorsali della console, dovremo scegliere che elemento sfruttare, per poi guidare un mirino sul bersaglio prescelto e liberare l'energia magica. In base al nostro livello e alla nostra razza, potremo combinare diverse magie semplici per crearne altre di maggiore potenza o differente utilizzo. Il tutto, risulta un meccanismo abbastanza complicato giocando da soli, rivelandosi invece adatto alle partite in multiplayer, dove ci si potrà accordare con i compagni per creare il giusto “miscuglio” magico.

Tra una battaglia e l'altra, avranno un ruolo molto importante i negozi della città. Grazie ad essi potremo portare i materiali raccolti durante le missioni (oppure comprarli in loco) ad artigiani che ne sapranno tirar fuori armi e accessori di ogni tipo, a patto di aver consegnato anche le pergamene contenenti le istruzioni che il nostro negoziante dovrà seguire per costruire l'oggetto. È poi possibile inserire alcune gemme magiche dentro di essi, per dotarli di particolari bonus e renderli adatti ad ogni occasione. All'atto pratico, viene a formarsi una nutritissima gamma di combinazioni che faranno la felicità dei più accaniti cercatori di tesori virtuali.
Immagine 4
Qui potremo dare il via alle quest sbloccate
Immagine 5
Questi cristalli ci permettono di salvare i progressi e recuperare le energie
Immagine 6
lanciando incantesimi su alcuni oggetti, avremo risultati sorprendenti
Una fantasia per tanti
Come dunque è abbastanza palese, il vero fulcro del gioco è la modalità multiplayer. Giocare da soli si rivela un intrattenimento nulla più che sufficiente, adatto per lo perlopiù a far salire di livello il proprio personaggio, in modo da prepararlo alle sfide in compagnia. Sia che abbiate tre amici per giocare in wireless o una connessione wi-fi ad internet per fare causa comune con giocatori di tutto il mondo, ogni partecipante alle varie sessioni dovrà essere in possesso di una copia originale del gioco e di un Nintendo DS, senza dimenticare la possibilità di sfruttare un Nintendo Wii. Segnaliamo che solo un giocatore a partita potrà usare il Wii (con relativa edizione del gioco), e dovrà fare da server per gli altri, che si collegheranno al match da lui creato.

La stessa longevità del titolo cambia radicalmente in base al numero dei palyer. Da soli, vi potreste facilmente stancare della trama o delle sub-quest sbloccabili (più un minigioco in stile “gratta e vinci”), mentre in compagnia il divertimento è assicurato, grazie anche ad una rinnovata modalità di comunicazione che permette di personalizzare i messaggi da mandare agli amici, tramite una tastiera virtuale situata nel touch screen. Tra le altre cose, il multiplayer offre la possibilità di dedicarsi a sfide differenti, come una battaglia a gettare l'avversario fuori da un ring o una modalità in cui vince chi tiene per più tempo in mano una pietra a rischio d'esplosione. Insomma, la vera anima di Final Fantasy Crystal Chronicles: Echoes of Time, prevede che siate quantomeno predisposti a giocare in compagnia, visti anche alcuni (più che logici, sia chiaro) problemi di connessione per le partite in cui, grazie al wi-fi andrete a fare squadra con persone sparse per il mondo.

Tecnicamente il gioco offre una grafica molto colorata, che ben si sposa con lo stile super deformed che da anni è segno distintivo dei vari Crystal Chronicles. Si notano alcune imprecisioni, ma tutto sommato la resa è su buoni livelli, anche se non si arriva ai picchi toccati in passato sulla piccola console giapponese. Discorso simile per il sonoro, dotato di buone musiche e altrettanto gradevoli effetti, senza che però nessuna traccia riesca a rimanere nel cuore dell'ascoltatore. Altalenanti anche i controlli, soprattutto a causa della croce direzionale la quale, sebbene vi sia l'opzione per decidere come gestire le diagonali, risulta imprecisa e inadatta ad alcuni movimenti da compiere. Insomma, tanti piccoli problemi che impediscono al gioco di elevarsi a livelli d'eccellenza, tenuto anche conto delle poche novità rispetto al capitolo precedente. Un gioco da tenere da conto principalmente se siete alla ricerca di un buon hack & slash e se avete una compagnia d'amici pronta a gettarsi con voi in un modo fantastico fatto di magia e combattimenti.

7.5
Quando dire “l'unione fa la forza” non è una semplice frase fatta. Final Fantasy Crystal Chronicles: Echoes of Time è un discreto Hack and slash se giocato da soli, capace invece di donare tante soddisfazioni in multiplayer. Un comparto tecnico non eccelso ma di tutto rispetto, si accompagna ad un gameplay soddisfacente, nonostante diversi difetti francamente evitabili. Tante quest e un nugolo di oggetti da creare e sviluppare. Alcune novità rispetto al precedente capitolo su Nintendo DS, che non rivoluzionano il gioco ma lo migliorano, lasciano comunque un senso di “déjà vu”. La trama abbastanza debole darà pochi stimoli a chi si troverà ad affrontare il gioco da solo, ma formate un gruppo affiatato di amici, e le ore scorreranno via nella soddisfazione generale. Se cercate un titolo divertente e relativamente “veloce”, senza pretendere un capolavoro, Final Fantasy Crystal Chronicles: Echoes of Time potrebbe fare al caso vostro.
8
7.5
7
7
0 commenti

Final Fantasy Crystal Chronicles: Echoes of Time

  • Piattaforma: Nintendo DS
  • Produzione: Square Enix
  • Sviluppo: Interno
  • Distribuzione: Halifax
  • Genere: Action RPG
  • Uscita italiana: Aprile 2009
Il Trono di Spade

Il Trono di Spade

Recap Episodio 5x02 - The House of Black and White

Il Trono di Spade

8

Il Trono di Spade

Recap Episodio 5x01 - The Wars To Come

The Walking Dead

1

The Walking Dead

Recap 5x16 Season Finale – Conquistare

The Walking Dead

15

The Walking Dead

Recap Episodio 5x15 – Provare

Doctor Who

Doctor Who

Geronimoooo!

Empire
Home - A casa

Home - A casa

Quando a vincere è la semplicità...

Neill Blomkamp - il ragazzo prodigio

Neill Blomkamp - il ragazzo prodigio

La storia di un ragazzo che ama la fantascienza...

Iskida della Terra di Nurak

1

Iskida della Terra di Nurak

L'incontro con Anthony LaMolinara

Cannes 68

Cannes 68

la nostra guida a tutte le pellicole in concorso sulla Croisette

Avengers: Age of Ultron

11

Avengers: Age of Ultron

Il secondo capitolo del team up per eccellenza, arriva finalmente al cinema!