Fable 3

Il potere logora anche chi ce l'ha. - Recensione

Di Luca Gambino (26 Ottobre 2010)
Il potere logora chi non ce l'ha, questo ormai lo sappiamo. Quello che oggi sappiamo dopo aver concluso Fable 3 è che anche mantenere il potere acquisito, alla lunga, logora. E non poco. La terza parte del progetto di Peter Molyneux, dopo aver preso in esame le fasi dell'infanzia e della prima gioventù nei primi due episodi della saga, rompe definitivamente gli indugi e ci mette direttamente negli scomodi panni di chi deve regnare e decidere sulle esistenze altrui. Ovviamente però la strada per il potere non è così facile, soprattutto se ottenerlo significa destituire dal trono il tuo stesso fratello, decidendo della sua stessa vita. Un percorso, quello del protagonista, che parte da un "risveglio" interiore e una presa di coscienza della sua cecità sull'operato del fratello, salito al potere dopo la morte del padre, che ha portato alla lenta agonia di un popolo devoto e fedele ma ridotto ormai alla fame e alla schiavitù.
Immagine 21
Condannare a morte vostro fratello o dargli una nuova possibilità?
Immagine 1
La lunga strada per il trono. La percorrerete dopo ogni vostro successo.
Immagine 2
Raccogliendo sufficienti simboli della gilda potrete sbloccare nuovi poteri.
La strada per il reame è costellata dalla certosina riconquista dei singoli territori costretti alla miseria e alla disperazione dal regime di Logan e pronte a ribellarsi di fronte ad un regnante capace, umano e incline a prendersi cura del popolo. Il nostro primo compito sarà quindi quello di conquistare la fiducia delle singole popolazione che compongono il tessuto sociale del nostro stesso reame. I mezzi dati al giocatore per la sottile arte del "captatio benevolentiae" non si discostano troppo da quelli visti anche nei primi due capitoli della saga. Ci sarà concesso infatti entrare in contatto con ogni singolo abitante dei villaggi visitati per cercare di conquistare la sua fiducia a suon di chiacchiere, moine o addirittura balli improvvisati. Ovviamente, così com'è insita nella natura del "do ut des" della vita di ogni politicante che si rispetti, la conquista della fiducia dei cittadini passa inevitabilmente nel dover accontentare e assecondare i bisogni personali di ognuno di loro.

Capiterà quindi che prima di approfondire la conoscenza con i nostri futuri sudditi, si debba aiutarli nel portare a termine un determinato compito che riguarda la loro sfera privata. Nel nostro girovagare per i villaggi di Albion, troveremo situazioni di ogni tipo. dal recupero di galline fuggite dalla propria fattoria, all'adescamento di una attempata e maliziosa signora per dare giusto motivo di divorzio al marito, fino al classico recupero di anelli smarriti, infanti rapiti e via dicendo. Ogni singola missione portata a termine sarà ripagata tramite simboli della gilda che, raccolti in numero sufficiente, convinceranno il leader del villaggio ad appoggiare la nostra futura rivolta nei confronti di Logan. Ovviamente però prima di darci l'appoggio incondizionato ci chiederà di fare una solenne promessa nei confronti dell'intero popolo che dovremo onorare una volta saliti al potere.
Immagine 4
La nuova mappa è incredibilmente funzionale e bella da guardare.
Immagine 5
La realizzazione degli specchi d'acqua è decisamente migliorata rispetto a Fable 2.
Immagine 6
L'alba è sempre un momento di particolare emozione, anche in Fable.
Ovviamente il cammino verso la riconquista del reame non sarà così semplice dal momento che a frapporsi ai nostri intenti troveremo non solo i fedeli a Logan che, di norma, saranno sempre superiori in numero e meglio equipaggiati di noi, ma saremo anche attorniati dalle figure che ormai sono di casa nell'universo di Fable. A partire dai semplici banditi, sparsi un pò ovunque nel territorio di Albion, fino ad arrivare ai temibili Balverini e ai deformi Hobbe, saranno in tanti a cercare di farci desistere dai nostri nobili intenti. Fortuna vuole che ancora una volta, il viaggio dell'eroe sia accompagnato dalle abilità solite associate al protagonista di Fable. La capacità di maneggiare spade, armi da fuoco e magie fanno ancora parte del corredo da viaggio del nostro personaggio, sebbene siano da evidenziare alcune differenze che discostano questo episodio dai precedenti capitoli della saga.

La scomparsa quasi totale di un HUD a video che indichi status della salute o la capacità di interazione con i personaggi presenti su schermo, ha costretto i programmatori a rivedere l'accesso con alcuni dei punti cardine del gameplay cambiando, a volte in meglio altre in peggio, l'approccio al gioco. L'interazione con gli NPC a cui abbiamo accennato poc'anzi, per esempio, richiede un metodo leggermente diverso rispetto a Fable 2. Se infatti nel secondo episodio l'approccio con i personaggi non giocanti era più semplice e accessibile grazie al set d'azioni sempre visibili sull'HUD e all'associazione delle stesse sul d-pad (o attraverso la famosa "ruota" delle emozioni), adesso entrare in contatto con i personaggi che incontreremo nel nostro cammino sarà leggermente più laborioso. La procedura di Fable 3 richiede infatti che ci si avvicini alla persona con cui vogliamo entrare in contatto, premere il tasto A quando indicato su schermo e aspettare la schermata di transizione dove ci verranno mostrate le interazioni possibili. Queste saranno sbloccabili con il proseguire delle missioni e il successivo accumulo dei simboli della gilda che ci permetteranno di aprire particolari forzieri, disposti lungo un ideale "percorso" verso il potere che permetteranno appunto di sbloccare nuove espressioni (siano esse amichevoli o intimidatorie), piuttosto che nuovi livelli di magia o un miglioramento nell'uso delle armi corpo a corpo o a lunga gittata.
Immagine 7
Con il miglioramento dei combattimenti corpo a corpo potrete sbloccare mosse devastanti come questa
Immagine 8
Gli Hobbe non mancheranno di fare una comparsata anche in Fable 3
Immagine 9
La rivoluzione industriale non mancherà di mietere le proprie vittime.
12

Fable 3

Disponibile per: Xbox 360 , PC
  • Piattaforma: Xbox 360
  • Produzione: Microsoft Game Studios
  • Sviluppo: Lionhead Studios
  • Distribuzione: Microsoft
  • Genere: RPG
  • PEGI: +12
  • Uscita italiana: Ottobre 2010
True Detective

True Detective

Recap Episodio 2x05 - Other Lives

True Detective

2

True Detective

Recap Episodio 2x04 - Down Will Come

Warehouse 13

Warehouse 13

Finisce la serie, arriva la prima stagione in DVD

True Detective

1

True Detective

Recap Episodio 2x03 - Maybe Tomorrow

True Detective

1

True Detective

Recap Episodio 2x02 - Night Finds You

Empire
Pixels

Pixels

Dal corto al cinema: come è arrivato Pixels sul grande schermo?

Pixels

Pixels

Quando gli alieni diventano videogiochi 8-bit

Il Ragazzo della Porta Accanto

Il Ragazzo della Porta Accanto

Claire: la protagonista prevedibile.

Spy

1

Spy

Spie..che riescono a far ridere!

Ant-Man

2

Ant-Man

L'Uomo Formica buca il grande schermo!