Recensione El Shaddai Ascension of the Metatron

L'opera celestiale di Ignition giunge in Occidente, dopo una buona accoglienza nel paese del Sol Levante.
Massimiliano Balistreri Di Massimiliano Balistreri
Ignition Entertainment, già nota agli appassionati per la creazione di Deadly Premonition, un survival horror piuttosto controverso ma con alcuni spunti interessanti, torna alla ribalta videoludica con un titolo decisamente originale, che si ritaglia una nicchia tutta sua nella produzione attuale, generalmente piuttosto stereotipata.

El Shaddai rappresenta una libera interpretazione del libro di Enoch, un testo sacro ebraico incentrato sulle vicende del bisnonno di Noè.  Nei panni di Enoch appunto, sarete incaricati dal Sommo in persona di svolgere un'importante missione: scendere sulla terra ed individuare sette angeli caduti dal paradiso, ritenuti responsabili dalle alte sfere celesti della corruzione del genere umano. Il vostro scopo ultimo, avvalendovi della collaborazione del vostro angelo custode Lucifel e dei quattro arcangeli, sarà purificare i reietti del paradiso prima che le loro azioni ignominiose facciano sprofondare definitivamente l'umanità nella più totale oscurità.
Il comparto narrativo del gioco si presenta piuttosto complicato e criptico nei primi istanti di una nuova partita e non sarà di facile ed immediata comprensione, visto e considerato che la trama tenderà comunque a dipanarsi mentre le vostre azioni saranno richieste a schermo e non unicamente nel corso di cut scene di cui sarete spettatori.
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 1
Lucifel ci darà tutte le spiegazioni del caso
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 2
Gli scontri risultano particolarmente spettacolari
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 3
Alcuni scenari pur nella loro semplicità lasciano comunque senza fiato
L'impatto col titolo è di sicuro effetto, prevalentemente grazie ad un comparto grafico di grande effetto scenografico, nonostante dal punto di vista prettamente tecnico non risulti avvalersi di particolari virtuosismi. L'atmosfera eterea ed onirica che pervade i primi movimenti di Enoch mentre cercherà di capire i dettagli della sua missione riesce alla perfezione a far immergere il giocatore nello spirito di El Shaddai, che a dispetto della sua natura intrinseca di slash'em'up con elementi platform, cerca di porsi quasi come un'esperienza audio-visiva originale per il giocatore, riuscendovi per la verità piuttosto bene.

Lucifel vi accompagnerà per tutta la durata del lungo tutorial e vi spiegherà per filo e per segno ciò che potrete fare e quello che il paradiso si aspetta da voi. Dopo aver preso un minimo di dimestichezza coi comandi ed esservi sbarazzati dei primi nemici che si pareranno sulla vostra strada, potreste commettere l'errore di "bollare" il titolo come un action game da completare pestando a caso sui pulsanti, fino al completamento di ogni livello. Dopo poco invece, presentandosi antagonisti via via più tosti da battere, ci si rende conto di come una buona padronanza dei comandi avanzati offerti dal gameplay ed una ricerca di combo di attacco varie ed imprevedibili risulterà fondamentale per poter proseguire nell'avventura, in modo analogo a quanto ci era capitato di sperimentare ad esempio in Ninja Gaiden, titolo apparentemente semplicistico nelle sue prime battute e via via più profondo e complesso.
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 4
Le statue degli angeli caduti
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 5
L'avventura entra nel vivo
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 6
La luce gioca un ruolo fondamentale in El Shaddai
Oltre all'utilizzo di combo originali e svariate, sarà fondamentale capire l'importanza delle parate e dell'appropriazione delle armi degli avversari, che poi potrete, una volta purificate, utilizzare contro loro stessi, con risultati devastanti. Risulta quindi evidente, dopo qualche ora di gioco, che El Shaddai riesce ad essere un ottimo action game, curato e ben bilanciato ma nel contempo mantenere quello spessore e quell'originalità che, vuoi per i temi trattati, vuoi per la cura artistica con cui vengono presentati, lo rendono un gioco unico nel suo genere. Una menzione particolare va indirizzata alla cura riposta nella scelta dei colori, davvero spettacolari e nel sistema di illuminazione degli ambienti di gioco, elementi che concorrono in larga misura a fornire alle scenografie quel livello di spettacolarità e di immersività che rendono il gioco così particolare e ricercato.

Tecnicamente, come dicevamo pocanzi, il gioco non è certo paragonabile al livello di complessità di alcune recenti produzioni per console next gen, nonostante riesca a mostrare ottimi spunti. Il livello di dettaglio poligonale lascia un pochino a desiderarema in compenso le animazioni sono realizzate davvero bene e rendono le azioni dei personaggi sempre credibili e mai innaturali. E' un peccato che la fluidità con cui l'engine si muove non sia ancorata ai 60 frame per secondo, framerate tenuto dal gioco per la maggior parte del tempo, nonostante alcuni fastidiosi rallentamenti tendano a minarlo in più di una occasione.

Il comparto audio si allinea alla qualità già evidenziata in quello grafico, potendo contare su effetti assolutamente adatti all'azione, su voci particolarmente ispirate, in particolare selezionando il doppiaggio originale giapponese, e su musiche azzeccate, tutte ovviamente di stampo religioso e sempre decisamente evocative ed adatte alle vicende presentate su schermo.
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 7
I colori splendid ci accompagnano in ogni scorcio
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 8
Alcune scene sembrano disegnate all'acquerello
El Shaddai Ascension of the Metatron - Immagine 9
Difficile restare impassibili di fronte a tanta bellezza
8
El Shaddai, pur non essendo chiaramente un capolavoro, riesce molto bene a ritagliarsi una nicchia di originalità in un genere, quello degli action davvero inflazionato negli ultimi tempi, con titoli che tendono a scopiazzarsi l'un con l'altro. Partendo da una giocabilità solida e pulita, avvalorata da una curva di apprendimento non troppo brusca e da una difficoltà ben bilanciata, il gioco riesce a svariare, concentrandosi sul focalizzare il giocatore su atmosfere ricercate ed evocative, impreziosite anche dai temi trattati, evidentemente molto più profondi di quelli mediamente trattati in questo genere di giochi. Il risultato è un'opera piacevole ed interessante, che si riprenderà volentieri in mano anche una volta terminata, per approfondire alcuni elementi della trama, a volte un pò criptica o anche solo per poter godere della spettacolarità artistica di alcuni scorci della scenografia.
voto grafica8
voto sonoro8
voto gameplay8,5
voto durata7
Sky TG24: guarda la diretta

El Shaddai Ascension of the Metatron

Disponibile per: PS3, Xbox 360
El Shaddai Ascension of the Metatron Xbox 360 Cover
Empire
Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Suburra

3

Suburra

La lotta per il potere in una Roma allo sbando

Prison Break

6

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Empire
Rogue Trooper Redux
Rogue Trooper Redux

Puffo forzuto, strafatto di nandrolone, va alla guerra!

South Park: Scontri Di-Retti

2

South Park: Scontri Di-Retti

L'universo di Trey Parker e Matt Stone ridiventa un videogioco. Ed è bellissimo.

Dragon's Dogma: Dark Arisen

2

Dragon's Dogma: Dark Arisen

Quando si parla di remastered, si parla sempre di seconde opportunità

Gundam Versus

4

Gundam Versus

I Mobile Suit Gundam sbarcano su PlayStation 4

The Evil Within 2

14

The Evil Within 2

Tango Gameworks manca il bersaglio, ancora una volta.