Recensione Ace Combat: Distant Thunder

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (12 Febbraio 2002)
Quando si parla di simulatori di volo arcade è facile risalire al nome di Ace Combat, una serie di videogame che ha accompagnato la vita della gloriosa PlayStation con tre episodi di eccellente fattura e che adesso supera la barriera dei 32 Bit per atterrare sulla nuova, scattante piattaforma Sony
VITE SPEZZATE
In ambito umano il limite tra giusto e sbagliato, tra progresso e guerra, è tristemente labile e sottile: così l'arma di pace che si cela dietro il rassicurante nome di Stonehenge, un cannone a onde elettromagnetiche nato per distruggere alcune meteore dirette contro il pianeta, diventa uno strumento di morte nelle mani della nazione di Erusia, grazie al quale il piccolo ma bellicoso paese diventa una vera e propria potenza militare che dà inizio a una sanguinosa guerra
Ace Combat: Distant Thunder - Immagine 1
Prima di affrontare il gioco conviene accedere al pratico tutorial
Ace Combat: Distant Thunder comincia con una tragedia che sconvolge indelebilmente la vita del protagonista quando era ancora solamente un bambino: un caccia abbattuto da un pilota di Erusia si schianta sulla sua casa, uccidendo tutti i suoi familiari. Il desiderio di vendetta verso quel pilota maledetto (contrassegnato da un numero tredici giallo) spinge il protagonista ad arruolarsi nelle forze aeree ISAF (Indipendent States Allied Force), nate per contrastare il predominio di Erusia
Le cronache di questa guerra in un mondo immaginario (ma tristemente simile al nostro) fanno dunque da sfondo alle missioni di Ace Combat: Distant Thunder, tutte legate fra loro da spezzoni di trama raccontati tramite immagini statiche e grazie a una convincente narrazione (purtroppo disponibile unicamente in lingua inglese con sottotitoli in italiano)
SUBITO IN VOLO
Innanzi tutto è bene specificare subito in che modo Ace Combat: Distant Thunder va inquadrato. Si tratta infatti di un simulatore di volo di stampo prettamente arcade, che mette il giocatore alla guida di moderni aerei da combattimento tramite un sistema di comandi spiccio e intuitivo. Ace Combat: Distant Thunder non presenta alcuna velleità simulativa, ma solo una grande dose di azione pura e ben si differenzia dai titoli più marcatamente realistici disponibili per PC, in cui il controllo dei mezzi è affidato largamente all'ausilio di quasi tutta la tastiera, affiancata magari da apposite pedaliere e cloche: i patiti del realismo sono avvisati
0 commenti

Ace Combat: Distant Thunder

Ace Combat: Distant Thunder PS2 Cover
Empire
Piccole Grandi Bugie
Piccole Grandi Bugie

Il (deludente) DVD di una serie che racconta tante verità

X-Files
X-Files

Al via l'undicesima stagione

The Assassination of Gianni Versace
The Assassination of Gianni Versace

Abbiamo visto in anteprima la prima puntata della serie TV

Bright

8

Bright

Ayer ci porta in una L.A. che unisce fantasy e moderno.

Empire
Fe (Videogioco)
Fe (Videogioco)

Azione e sentimento contro il freddo metallo

Bayonetta 2

2

Bayonetta 2

Bayonetta e Bayonetta 2 sbarcano su Nintendo Switch!

Sid Meier's Civilization VI: Rise and Fall
Sid Meier's Civilization VI: Rise and Fall

Le opportunità si moltiplicano mentre vengono colte

Kingdom Come: Deliverance

22

Kingdom Come: Deliverance

La difficile vita di un uomo qualunque nel Medioevo

Dragon Quest Builders

3

Dragon Quest Builders

Cosa succede quando il titolo Mojang incontra un brand come Dragon Quest?