Trust Gaming presenta due nuove tastiere meccaniche

Presentate le GXT 880 e GXT 870

Di Valerio De Vittorio (21 Settembre 2016 - 15:37)
Trust
Trust Gaming presenta due nuove tastiere meccaniche che incrementano i tempi di risposta e ti permettono di portare la tua esperienza di gioco al livello successivo.

Tastiere meccaniche

Le due nuove tastiere meccaniche con interruttori GXT-White a risposta rapida e retroilluminazione completa a LED sono state progettate per dare la massima reattività. Grazie ai tasti meccanici, è possibile giocare a dare comandi in modo fulmineo. Entrambe le tastiere hanno una modalità Gaming dedicata che disabilita i tasti windows e attiva i tasti macro, il che le rende perfette per le sessioni di hardcore gaming. La memoria integrata permette di programmare fino a 4 tasti macro per personalizzare la tastiera a proprio piacimento. I tasti meccanici sono estremamente resistenti, possono sopportare fino a 50 milioni di battiture ed ognuno di essi può essere illuminato singolarmente a LED. Entrambe le tastiere sono dotate di N-key rollover anti-ghosting, 1000hz di polling rate e tempo di risposta di 5ms.

Trust
Trust - Immagine 192995


GXT 880 e GXT 870

La tastiera meccanica GXT 880 ha un lungo cavo antigroviglio rivestito in nylon (170 cm) ed è l’ideale per il gaming domestico visto il tastierino numerico dedicato. La GXT 870 è invece la soluzione migliore quando si necessita di trasportarla ad un evento. Non ha tastierino numerico dedicato ed occupa quindi meno spazio. E’ facile da portare con sé ed è perfetta per gli spazi limitati che si è soliti avere durante i tornei e i LAN parties.

Empire
Empire
I Magnifici Sette

1

I Magnifici Sette

Fuqua ci fa riscoprire il genere western!

Pets - Vita da Animali

1

Pets - Vita da Animali

Cosa fanno i nostri animali quando li lasciamo soli?

Fuck you, prof! 2

1

Fuck you, prof! 2

Il professor Muller è tornato!

Trafficanti

Trafficanti

Phillips ci raccontata il lavoro dei trafficanti...a modo suo.

Blair Witch

4

Blair Witch

Il mito ritorna, ma forse era meglio lasciarlo dov'era