La Nuova Zelanda dice sì alle Loot Box

Non soddisfano la definizione di gioco d'azzardo

Di Fabrizio Cirillo (12 Dicembre 2017 - 15:34)
La Nuova Zelanda dice sì alle Loot Box

La battaglia legata alle famigerate micro-transazioni di Star Wars: Battlefront 2  ha trovato nella Nuova Zelanda un primo avversario. Il Dipartimento degli affari interni insieme all'Ufficio per la conformità del gioco d'azzardo ha, infatti, considerato l'uso delle Loot Box assolutamente legale in quanto non configurabile come vero e proprio gioco d'azzardo ai sensi della legge che ne regolamenta la diffusione in Nuova Zelanda dal 2003.

"I giocatori non acquistano le Loot Box pensando di vincere denaro o qualcosa che possa essere convertito in denaro" ha dichiarato Trish Millard, della New Zealand's Gambling Compliance Office "ma le comprano nella speranza di vincere qualcosa che possa migliorare l'esperienza di gioco. "

Empire
Empire
The Post
The Post

Spielberg mette in scena i drammi interiori del giornalismo d'inchiesta

Tre Manifesti ad Ebbing, Missouri
Tre Manifesti ad Ebbing, Missouri

Una black comedy sui sentimenti umani!

Il Ragazzo Invisibile - Seconda Generazione

2

Il Ragazzo Invisibile - Seconda Generazione

Il cinecomic all'italiana torna sul grande schermo!

Star Wars: Gli Ultimi Jedi

35

Star Wars: Gli Ultimi Jedi

Si torna nella galassia lontana, lontana!

Assassinio sull'Orient Express
Assassinio sull'Orient Express

Il ritorno di un grande classico!