L'Iran blocca World of Warcraft e altri giochi

Diamo il benvenuto alla Islamic Revolution Game Designers Community

Di Fabio Fundoni (24 Agosto 2012 - 10:58)
L'Iran blocca World of Warcraft e altri giochi

Come è possibile apprendere in rete, gli utenti iraniani di giochi come World of Warcraft, Diablo 3, Guild Wars e altro ancora si sono ritrovati magicamente tagliati fuori dai loro videogame preferiti che risultano letteralmente bloccati. Secondo un giocatore iraniano che si definisce informato dei fatti, il tutto deriva dalla creazione della Islamic Revolution Game Designers Community da parte del Ministero della Cultura e dell'Orientamento islamico, che ha il compito di bloccare e vietare tutti i videogame che mostrano violenza, vestiti poco coprenti, mitologia, superstizione e altre amenità. Molti sono i giochi "bannati" tra cui possiamo trovare, oltre ai sopracitati, RuneScape, Second Life, Dofus, e Entropia.


Si complica la vita dei giocatori iraniani che già avevano grossi problemi a reperire videogame a causa della mancata distribuzione da parte di molti publisher che, evidentemente, sono scoraggiati dalla forte censura.

Empire

Hot News

I giocatori pił forti secondo FIFA 18

I giocatori pił forti secondo FIFA 18

Electronic Arts pubblica la sua personale top 50

Anche PES 2018 si mette in bella mostra alla Gamescom

1

Anche PES 2018 si mette in bella mostra alla Gamescom

E domani grande iniziativa in compagnia di due star

Naruto to Boruto si mostra in video

Naruto to Boruto si mostra in video

Direttamente dalla Gamescom

Empire
Dunkirk

9

Dunkirk

Un Nolan praticamente perfetto!

La Torre nera

6

La Torre nera

La Torre nera invade le sale cinematografiche

Atomica Bionda
Atomica Bionda

Ritmo a colpi di spie!

La Tartaruga Rossa
La Tartaruga Rossa

Alla ricerca del senso della vita

The War - Il Pianeta delle Scimmie
The War - Il Pianeta delle Scimmie

Cesare ci accompagna verso lo scontro finale!