CD: abbiamo fatto il possibile col vecchio Tomb Raider

Per il team, la saga aveva bisogno di un vero reboot

Di Tommaso Alisonno (6 Giugno 2012 - 12:25)

Brian Horton, art director di Crystal Dynamics, intervistato dai ragazzi di VG247 in quel di Los Angeles ha spiegato i motivi dietro al reboot del brand Tomb Raider. Il team, che è alle redini della serie sin da Legend (e che ha curato Anniversary e Underworld), afferma infatti che il brand nella sua forma orginale non aveva più nulla da dare.



"Abbiamo fatto tutto quello che abbiamo potuto con quella versione di Tomb Raider e avevamo bisogno di pensare a Lara in una nuova maniera - afferma Horton - Volevamo conservare le stesse caratteristiche di un gioco action-adventure ma analizzarle con un nuovo filtro, ed è così che è venuta fuori la storia originale. Dopo un periodo di incubazione, siamo stati in grado di rivitalizzare non soltanto il tono e lo stato d'animo del gioco, ma anche le meccaniche e il modo in cui si affronta l'avventura in modo da renderla più rilevante ai gusti dell'audience attuale."

Tomb Raider sarà su PC, PS3 e Xbox360 il prossimo 5 marzo - ricordatevi la nostra Anteprima!

Tomb Raider (2013)

Tomb Raider (2013)

Disponibile per: Xbox 360, PS3 , PC
  • Piattaforma: PS3
  • Produzione: Square Enix
  • Sviluppo: Crystal Dynamics
  • Distribuzione: Halifax
  • Genere: Avventura
  • Giocatori: 1
  • PEGI: +18
  • Uscita italiana: 5 Marzo 2013
Empire
Mission: Impossible - Rogue Nation

Mission: Impossible - Rogue Nation

19 anni di missioni impossibili...

When Marnie Was There

When Marnie Was There

un nuovo inizio per lo studio Ghibli

Ex_Machina

Ex_Machina

L'intelligenza artificiale fra veritÓ e menzogna

Pixels

Pixels

Dal corto al cinema: come Ŕ arrivato Pixels sul grande schermo?

Pixels

Pixels

Quando gli alieni diventano videogiochi 8-bit