Hands On La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor

Ultima prova con mano prima della recensione per l'action adventure Warner e Monolith
Valerio De VittorioDi Valerio De Vittorio (22 Settembre 2014)
Ad una quindicina di giorni dall'uscita nei negozi, Warner Bros. ci ha dato la possibilità di vedere e provare ancora una volta La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor, intrigante action adventure sviluppato dai ragazzi di Monolith Productions. Occasione perfetta per rinfrescarci le idee su quanto l'ambizioso progetto promette, e verificare se la direzione intrapresa sia quella giusta. Dopo la Gamescom, la demo proposta ci ha mostrato un titolo molto promettente, continuate a leggere per scoprire cosa ci è piaciuto e cosa invece ancora deve convincerci.

La Storia di Mezzo


Il protagonista de L'Ombra di Mordor si chiama Talion, un Ranger del Cancello Nero di Mordor. Posto a guardia di queste terre, al ritorno di Sauron e del suo esercito viene ucciso, assieme alla famiglia e agli amici. Ma non c'è pace per il Ranger di Gondor, visto che un elfo lo resusciterà e assieme esploreranno Mordor per capire le intenzioni dell'oscuro signore. Questo è l'incipit di una storia che, posta tra gli eventi de Lo Hobbit e quelli della trilogia de Il Signore degli Anelli, dovrebbe incollare allo schermo appassionati e non, grazie alla penna di Christian Cantamessa, sceneggiatore già apprezzato per il suo lavoro in Red Dead Redemption di Rockstar.

O almeno queste sono le promesse, ma visto il terreno altamente rischioso su cui si muove L'Ombra di Mordor, noi e tutti i fan dell'opera di Tolkein aspettiamo il gioco al varco. Maneggiare così una licenza tanto delicata è infatti insieme un azzardo ma anche un'ottima opportunità per raccontare eventi rimasti inesplorati. L'atmosfera, da quanto visto, è comunque ben ricreata e oltre l'apparizione di Gollum ci sono stati promessi altri riferimenti all'opera di Tolkien, con un'estetica che invece si rifà ai film di Peter Jackson.
La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor - Immagine 1
Gollum è uno dei volti noti che ritroveremo seguendo la trama.

Mordo Sandbox


Il gioco sarà grosso modo suddiviso in due parti, una strettamente legata alla trama, con missioni principali articolate e dense di scene animate, e la seconda definita come sandbox dagli sviluppatori. Potremo esplorare liberamente le terre di Mordor e dedicarci così a varie mansioni accessorie. O meglio, al momento pare che la nostra occupazione principale sarà lo sterminio di orchi, effettuato attraverso un'analisi molto dettagliata di una struttura gerarchica sorprendentemente elaborata ed organizzata, grazie al sistema Nemesis ideato dagli sviluppatori. Ne avrete già letto sulle nostre pagine di questa particolare feature, ma vale la pena spendere ancora qualche parola per rinfrescarci la memoria e per capirne meglio le dinamiche, davvero promettenti ma allo stesso tempo non ancora del tutto convincenti.

A differenza della stragrande maggioranza dei giochi, gli orchi di L'Ombra di Mordor, sono generati proceduralmente, grazie ad elaborati algoritmi, così che ogni giocatore avrà dei nemici propri, completamente diversi da quelli degli altri. Il sistema attinge da un foltissimo menu di caratteristiche per definirne estetica, nome, background narrativo e ovviamente abilità e punti deboli. Esplorando i loro avamposti e possibilmente interrogando orchi di basso rango, facili da sconfiggere e sottomettere, possiamo scoprire i dettagli dei generali e delle loro guardie del corpo, il nostro reale obiettivo. Il passo successivo sarà scegliere quale assassinare e in base alle sue caratteristiche, studiare un approccio idoneo. Potrebbe ad esempio aver paura del fuoco o delle bestie feroci (avete capito bene, in pieno stile Far Cry, possiamo attirare degli animali sul campo di battaglia), ma al contrario essere immune all'approccio stealth o molto resistente fisicamente.
  • La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor - Immagine 2
    La storia ci racconta eventi tra Lo Hobbit e la trilogia de Il Signore degli Anelli
  • La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor - Immagine 3
    Ecco Tallion, il ranger protagonista de L'Ombra di Mordor
  • La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor - Immagine 4
    Il sistema Nemesis ci permette di interrogare gli orchi e anche di asservirli al nostro volere

Una veloce occhiata al menu dedicato all'esercio degli orchi, accessibile in ogni momento, ci ha permesso di verificare una varietà davvero invidiabile, sia per quanto riguarda l'aspetto estetico che per le varie caratteristiche. Il sistema Nemesis ci è parso decisamente articolato e sfaccettato, con gli orchi che non solo cercheranno di ucciderci, ma si faranno la pelle anche tra loro, sempre alla ricerca di una promozione tra i ranghi delle forze di Sauron. Ad esempio eliminare un generale, significherà liberare un posto, che potrà essere occupato da una delle sue guardie del corpo o da un altro orco particolarmente ambizioso e forte. Da non trascurare poi la possibilità di essere uccisi sul campo di battaglia.

Questo significherà crearci una nemesi, ovvero un nemico giurato che verrà rispettato ed ammirato dagli altri orchi. Noi resusciteremo ma non si recupererà da un checkpoint come siamo soliti vedere negli altri titoli, il tempo sarà passato e le gerarchie dell'esercito di Sauron saranno cambiate. E avremo un nemico giurato che non vedrà l'ora di confermare la propria forza per farci di nuovo la pelle, più forte di prima e con i segni dello scontro ben evidenti sul corpo. Altre possibilità concesse dal sistema Nemesis prevedono ad esempio la possessione di un orco inferiore, che farà da spia al nostro servizio e che tradendo i compagni ci darà una mano. Interessante inoltre la possibilità di esportare una nostra nemesi per mandarla ad un amico via internet. Questi potra decidere di vendicarci trovandola ed uccidendola. Per il resto non è prevista una modalità multiplayer invece.

Potpourri di generi


Il gameplay di L'Ombra di Mordor richiama alla mente i canoni del genere, avvicinandosi molto evidentemente ai vari Assassin's Creed, dai quali non solo riprende le arrampicate acrobatiche, ma anche diversi espedienti per quanto concerne la componente stealth. In realtà c'è da dire che il titolo Warner non sembra voler scopiazzare spudoratamente, ma superare il maestro. E' proprio la componente furtiva ad avere una marcia in più rispetto al campione di incassi Ubisoft, visto che da quanto mostrato le opzioni a disposizione sono molto più abbondanti e l'intelligenza artificiale, complice anche il sistema Nemesis, più interessante da affrontare.

Lo stesso vale per il sistema di combattimento, che partendo dalle regole imposte da Rocksteady con i suoi Batman Arkham, imbastisce scontri all'arma bianca coreografici ed impegnativi. La prova ci ha convinti, ma è chiaro che il gioco deve sapersi evolvere e proporre qualcosa di nuovo costantemente o il rischio noia è dietro l'angolo. I dubbi più grandi ci derivano proprio da questi elementi, perché se gli ingredienti paiono quelli giusti, riempire un mondo sandbox non è semplice, soprattutto se le "cose da fare" non sapranno essere interessanti.

Prima di chiudere facciamo un breve cenno al comparto estetico che per quanto di un prodotto ancora in sviluppo, con l'uscita ormai alle porte è senza dubbio vicino all'essere completato. Le sensazioni sono positive, considerato che parliamo di un prodotto ancora cross-gen, ovvero sviluppato su PC, PS4 ed Xbox One ma anche in arrivo sulle vecchie console. Il mondo aperto è vasto e dettagliato così come i modelli di personaggi e nemici ci sono parsi ben realizzati ed animati. Poche le incertezze del motore grafico, piuttosto ben ottimizzato anche con molte unità a schermo durante gli spettacolari combattimenti. Insomma, non da lasciare la mascella per terra, ma sicuramente solido da quanto visto. Anche in questo caso ci riserviamo di provare la versione completa per giudicare un aspetto fondamentale, ovvero la varietà degli scenari.
La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor è un progetto piuttosto ambizioso, soprattutto considerato che nasce come titolo su licenza. Piuttosto che fossilizzarsi sulla riproposizione di storia e personaggi già visti, il gioco Monolith tenta di raccontarci eventi al momento inesplorati, scelta coraggiosa ma anche molto rischiosa. D'altro ganto il gameplay gioca sul sicuro proponendo una sorta di mix di elementi già visti in titoli concorrenti, introducendo però delle dinamiche nuove e potenzialmente interessanti come il sistema Nemesis. Vedremo se il tutto saprà stare insieme nel migliore dei modi o se alla lunga stancherà. L'appuntamento è fissato a fine settembre per la recensione completa. Restate con noi.

La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor

Disponibile per: PS4 , PC, PS3, Xbox 360, Xbox One
La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor PS4 Cover
  • Piattaforma: PS4
  • Produzione: Monolith
  • Sviluppo: Monolith
  • Genere: Action / Adventure
  • Multiplayer Locale: Assente
  • Multiplayer Online: Assente
  • PEGI: +18
  • Data di uscita: 3 Ottobre 2014
Empire
The Flash
The Flash

Diamo un'occhiata alla terza stagione in Blu-Ray

The 100
The 100

Analizziamo i contenuti di questa terza stagione

Stranger Things

9

Stranger Things

Il sequel (quasi) perfetto!

Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Empire
Steep
Steep

Le Olimpiadi coreane in questo nuovo DLC!

Kingdom Come: Deliverance
Kingdom Come: Deliverance

Abbiamo fatto un salto nel medioevo!

SpellForce 3
SpellForce 3

Mondi in pericolo e fetidi maghi da eliminare

Monster Hunter World

1

Monster Hunter World

Siamo entrati in contatto con il nuovo mondo!