Hands On Diablo III

Blizzard è quasi pronta per l'esordio console del suo action RPG.
Valerio De VittorioDi Valerio De Vittorio (17 Luglio 2013)
Ci sono voluti dodici anni perché Blizzard confezionasse finalmente un seguito della serie Diablo. Ad oggi il titolo ha riscosso un notevole successo, nonostante le numerose polemiche scatenate da alcune scelte degli sviluppatori. Principalmente a risultare indigesta agli appassionati è stata l'implementazione col Battle.net che richiede all'utente di restare sempre online. Vi sono poi alcune promesse non mantenute, la gestione dell'Auction House e altri elementi. Superate le incomprensioni, la storia d'amore (e odio) tra i fan e Diablo III è comunque continuata, mentre presso Blizzard ha preso forma l'idea di convertire finalmente il titolo anche per console. Ecco quindi che il 3 settembre Diablo III esordirà su Playstation 3 ed Xbox 360 e grazie all'invito di Media Hook, responsabili PR per l'Italia, abbiamo avuto la possibilità di mettere mano ad un versione demo del titolo.

Partiamo subito dalla questione che meno ci ha soddisfatti, ovvero la conferma che a livello contenutistico le versioni console saranno identiche a quella PC. Niente capitoli, quest o classi nuove purtroppo. Considerate le dimensioni del titolo, gli utenti PS3 e X360 non avranno di che annoiarsi, ma avrebbe fatto sicuramente piacere l'aggiunta di qualche novità. Inoltre i veterani dell'originale avrebbero potuto trovare così un motivo per interessarsi al nuovo arrivato. Fortunatamente tutto il resto di quanto abbiamo potuto vedere e provare ci ha convinti appieno.
Diablo III - Immagine 1
Graficamente il titolo regge il paragone con la versione PC, grazie anche ai 60 FPS
I più scettici non hanno perso tempo nello scagliarsi contro l'idea dell'adattamento di un titolo così tanto pensato per l'utenza PC, completamente basato su di un'interfaccia via mouse. A noi ha fatto piacere scoprire e verificare subito come Blizzard abbia deciso di non imboccare la strada più facile creando una copia carbone del proprio titolo, ma si è seduta ad un tavolo a riflettere per mettere insieme un sistema di controlli ripensato completamente da zero con in mente il pad. La barra delle abilità, tanto per cominciare, vede sei skill assegnate ad altrettanti pulsanti, partendo dai quattro frontali accompagnati da trigger e dorsale di destra. Esordisce poi un sistema di puntamento, che basandosi sulla direzione data al proprio personaggio, da muovere con l'analogico sinistro, circonda di rosso il bersaglio. Ciò facilita gli attacchi in particolar modo per le abilità dalla distanza, mentre premendo il trigger di sinistra è possibile scorrere tra un obiettivo e l'altro, assicurando così al giocatore un controllo allo stesso tempo intuitivo e preciso.

Il gameplay di Diablo III prende maggiormente le sembianze di un action RPG, grazie anche all'introduzione della schivata effettuabile tramite l'analogico di destra, immediato da prendere in mano per chiunque. Qualsiasi tipo di giocatore, infatti, può sedersi sul divano, impugnare un pad e premendo a raffica i tasti riempire di mazzate centinaia di mostri. Sotto lo strato di immediatezza, però, il titolo Blizzard cela la medesima profondità e ricchezza di contenuti della controparte PC. Grazie alla nuova versione dei menu, tutto ciò che una volta veniva gestito tramite il mouse, è ora a portata di pochi tasti del controller. Il d-pad richiama mappa ed inventario, con quest'ultimo gestibile tramite un'interfaccia radiale che permette di selezionare le diverse parti del corpo con grande facilità. Gli item a loro volta, vengono catalogati con riferimenti molto più immediati, dando subito un feedback visivo relativo alla loro efficacia. Selezionando un elmo piuttosto che un'arma, infatti, un piccolo riquadro ci indicherà se miglioreranno o peggioreranno le nostre capacità di attacco, difesa o vitalità grazie a delle semplici freccine verdi o rosse. I giocatori più esigenti non temano, comunque, visto che basterà premere un tasto perché compaia la classica schermata con tutte le statistiche di cui hanno bisogno. Semplicemente, e a nostro giudizio molto saggiamente, Blizzard ha pensato di inserire uno strato intermedio di informazioni che semplifica la comprensione delle caratteristiche del nuovo equipaggiamento raccolto.
Gli sviluppatori sono andati persino oltre, inserendo una caratteristica che francamente ci è piaciuta molto e vorremmo vedere introdotta anche nella controparte PC. Su console, infatti, sarà possibile indossare diversi elementi dell'equipaggiamento raccolti nell'inventario senza accedere ad alcun menu. Semplicemente premendo la freccia in alto del d-pad comparirà in sovrimpressione l'ultimo oggetto raccolto accompagnato dalle sopracitate freccine così da avere un'idea immediata della sua efficacia. Si potrà quindi scorrere l'elenco degli item, decidendo se equipaggiarlo o lasciarlo cadere, il tutto senza navigare attraverso tediosi menu. Un'idea, questa, davvero semplice quanto azzeccata, soprattutto se si pensa alle sessioni multiplayer giocate insieme sullo stesso televisore. Immaginatevi se ogni volta che uno dei vostri amici raccoglie un oggetto dovesse entrare nel proprio inventario per leggersi tutte le statistiche!

E a proposito di multiplayer, un'altra delle caratteristiche della versione console di Diablo III è il supporto alla cooperativa a quattro giocatori offline, che potranno affrontare la campagna insieme sul medesimo televisore. La schermata sarà unica, grazie alla telecamera che si muove dinamicamente per mantenere nell'inquadratura il party. Inoltre alcuni accorgimenti permettono alla squadra di rimanere sempre unita, con personaggi che si muovono anche in autonomia o vengono addirittura teletrasportati nel caso rimangano troppo indietro. Insomma, se uno dei vostri amici si alza per prendersi una birra, voi potrete continuare a muovervi, e il suo PG vi seguirà anche se ovviamente sarà soggetto agli attacchi e non si potrà difendere.Il sistema di drop-in/drop-out è efficientissimo, permettendo a chiunque di entrare nella vostra partita già avviata, semplicemente premendo Start sul proprio controller e scegliendo un personaggio dal menu. Ci si potrà portare il proprio avatar con tanto di equipaggiamento salvato su una chiavetta, inoltre, anche se quest'ultima opzione non abbiamo potuto provarla nella nostra sessione.

Un'ultima nota la merita il comparto tecnico, decisamente valido soprattutto considerato l'obiettivo che i ragazzi di Blizzard si sono imposti, ovvero mantenere il frame rate costantemente ancorato sui 60 FPS. Durante la sessione di prova non abbiamo osservato praticamente alcun calo se non nelle situazioni più concitate con centinaia di unità a schermo, effetti grafici e tre giocatori contemporaneamente in partita. Per il resto il comparto estetico ripropone quanto visto nella controparte PC, con scenari dettagliati e personaggi ben modellati, anche se il quadro finale non faccia gridare certamente al miracolo. Sotto questo aspetto speriamo che nella già annunciata versione Playstation 4 si pensi ad un upgrade grafico. Abbiamo approfittato dell'occasione per indagare su alcuni aspetti del gioco, scoprendo che non vi sarà possibilità di cross-play tra le differenti versioni e non si potrà purtroppo importare il proprio personaggio dalle partite giocate su PC. E' stato poi rivisto il sistema di drop, ottimizzandolo così da eliminare una buona dose di junk loot, ovvero oggetti di basso livello o inutilizzabili dalla propria classe. Confermata infine la possibilità di giocare tranquillamente anche scollegati dalla rete.
Diablo III - Immagine 2
Il nuovo menu funziona benissimo tramite pad
Diablo III - Immagine 3
Confermata la possibilità di giocare scollegati dalla rete
Diablo III - Immagine 4
La cooperativa può contare su un sistema drop-in/drop-out veloce ed efficiente
Diablo III - Immagine 5
Purtroppo non ci saranno contenuti aggiuntivi inediti, fatto salvo alcuni goodies esclusivi PS3
Nonostante un certo scetticismo iniziale, bisogna ammettere che preso in mano il pad, Diablo III su console funziona davvero bene. Il gameplay rimane fedele nello spirito all'originale, ma allo stesso tempo viene rinfrescato dalla nuova interfaccia, immediata e pensata con intelligenza, tanto che vorremmo vedere alcuni accorgimenti anche nella versione PC. Il multiplayer a 4 giocatori sulla stessa TV, inoltre, dona un valore aggiunto da non sottovalutare, mentre il comparto tecnico si è rivelato solido e l'eliminazione dell'always online farà la gioia di molti. Sembra che Blizzard abbia fatto le cose come si deve, insomma, fatto salvo per la mancanza di veri contenuti aggiuntivi. A questo punto non ci resta che attendere il 3 settembre per poter provare la versione definitiva del titolo.

Diablo III

Disponibile per: PS3 , PC, PS4, Xbox 360
Diablo III PS3 Cover
Empire
The Flash
The Flash

Diamo un'occhiata alla terza stagione in Blu-Ray

The 100
The 100

Analizziamo i contenuti di questa terza stagione

Stranger Things

9

Stranger Things

Il sequel (quasi) perfetto!

Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Empire
Far Cry 5

1

Far Cry 5

Siamo tornati in Montana!

Resident Evil Revelations 2

3

Resident Evil Revelations 2

L'orrore sbarca in forma portatile!

Linea Sparco Gaming
Linea Sparco Gaming

Nella splendida cornice del Monza Rally Show, Sparco Gaming ha presentato la nuova seduta da gioco per il 2018

Steep

1

Steep

Le Olimpiadi coreane in questo nuovo DLC!

Kingdom Come: Deliverance
Kingdom Come: Deliverance

Abbiamo fatto un salto nel medioevo!