Hands On Call of Duty: Black Ops III

Abbiamo toccato con mano la campagna singolo giocatore di Black Ops 3
Roberto VicarioDi Roberto Vicario (12 Ottobre 2015)
La presentazione italiana di Call of Duty: Black Ops. III ci ha permesso di conoscere una persona incredibilmente entusiasta del lavoro che lui e il team hanno fatto in questi tre anni di sviluppo in Treyarch, Jason Blundell. La presentazione che il ragazzone inglese ha tenuto per circa un'ora è stata molto interessante, ricca di contenuti ed in grado di trasmetterci la filosofia che sta alla base di questo prodotto.
Sembra abbastanza chiaro che anche quest'anno si è lavorato su un impianto di gioco che ancora oggi funziona e diverte. Da qui si è cercato però di sviluppare qualcosa di differente, in grado di portare una ventata d'aria fresca all'interno della saga, senza però snaturarla. Abbiamo avuto modo di giocare cinque minuti di campagna, e di chiacchierare di zombie. Trovate tutto all'interno di questo articolo.

Quattro è meglio di uno

La prima parte della presentazione si è concentrata principalmente sulla campagna singolo giocatore che quest'anno avrà la grande novità di poter essere giocata oltre che da soli, sia in split screen con un amico, oppure in compagnia di altri 3 giocatori online.

La storia è ambientata circa trent'anni dopo gli eventi narrati in Black Ops. II e ci racconterà un mondo distopico in cui dopo aver visto il potenziale offensivo e catastrofico dei droni, i poteri forti della terra decidono di debellare questa minaccia con una serie di potenti mezzi anti aerei. Questo fa si che la guerra torni un po' alle origini, spingendo nuovamente l'azione su terra sebbene con militari super potenziati. Si tratta infatti di uomini che possono vantare innesti di cibernetica che vanno ad aumentare o migliorare le capacità fisiche, oppure, nuovi robot allestiti da guerra che vanno addirittura a sostituire i soldati umani.

Quello dipinto da Black Ops. III è quindi un universo che pur sfruttando elementi presi di peso dalla sciense fiction cinematografica e televisiva, parte comunque da solide basi scientifiche grazie ad una serie di ricerche che, come ci viene mostrato attraverso diverse slide durante la presentazione, sono realmente e attualmente in atto negli Stati Uniti.
Call of Duty: Black Ops III
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 164603
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 164602
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 164601
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 162019
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 162018
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 162017
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 162016
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 162015
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 162014
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 162013
La storia però sarà anche l'occasione per tornare a percepire quel senso di “disturbo” (parola usata anche dallo stesso sviluppatore) che solamente la saga di Treyarch ha imparato a farci apprezzare. Senza entrare troppo nel dettaglio, Jason ci ha confermato che la storia sarà densa di avvenimenti e punti di vista e che solamente attraverso una visione accurata dell'insieme si potrà assimilare la lucida follia che deriva da uno script partorito dopo una lunga serie di analisi e confronti. Sotto questo aspetto, conoscendo anche il lavoro fatto sui passati capitoli, siamo davvero curiosi di sapere cosa accadrà.

Parlando invece di gameplay, molti dei cambiamenti sono stati attuati sia nella fase di preparazione alla missione, quanto durante la stessa. Come dicevamo poche righe sopra, la grande novità è ovviamente la possibilità di giocare fino a quattro giocatori online. Per permettere agli amici di trovarsi è stata creata una lobby che funzionerà sia da punto di ritrovo che da briefing room.

All'interno di essa potremo ad esempio selezionare i nostri loadout, personalizzare le bocche da fuoco che porteremo in missione, mettere in mostra i trofei di guerra che abbiamo guadagnato sul campo, e perché no, selezionare un po' di buona musica. Una volta pronti saremo liberi di scegliere la missione che più preferiamo all'interno di tre grosse location che faranno da sfondo alla trama: Singapore, Egitto e Zurigo.
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 7
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 8
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 9
E' proprio a questo punto della presentazione che Jason, dopo averci mostrato l'intro e la fase iniziale di una missione chiamata Provocation (ambientata proprio a Singapore), ci invita a prendere il pad in mano e, insieme ad un altro giornalista, giocare una porzione di quel livello.
Sin da subito notiamo che gli stage di gioco sono molto più ampi e ricchi di possibilità. A differenza del passato è stato abbandonato il concetto di corridoio, a favore di una serie di approcci molto variabili che mettono il giocatore nella condizione di poter pianificare i movimenti con il suo compagno/i di squadra.

Altro elemento molto interessante è la componente di personalizzazione. Avremo i Cyber Rigs che sono degli innesti passivi che ci permetteranno di migliorare alcune nostre statistiche (i vecchi perk se vogliamo) e i Cyber Cores. Questi saranno di tre tipi e divisi in menù radiali. All'interno di essi troveremo diverse tipologie di abilità. Alcune più votate all'attacco, tra cui la possibilità di far esplodere i robot nemici, altre votate al sabotaggio come ad esempio una sciame di mini droni che distrae i nemici o la possibilità di mandare in corto circuito le unità nemiche; sino ad arrivare all'immacabile hacking che ci permetterà di manipolare un drone volante e avere un vantaggio aereo sia visivo che di fuoco sul campo di battaglia.

Queste sono solo alcune delle possibilità che ci verranno proposte, e vi assicuriamo che l'impatto nell'azione, per quel poco che abbiamo potuto vedere, sembra effettivamente esserci. Per il resto, il gameplay è quello classico della serie: veloce, rapido, votato alla spettacolarizzazione dell'azione più che ad un approccio semi realistico. Insomma, è Call of Duty.
Purtroppo il tempo a nostra disposizione per giocare il titolo è stato troppo poco per esprimere giudizi più approfonditi sulla trama, ma rimane il fatto che Treyarch sembra davvero decisa ad offrire un qualcosa di inedito all'interno della serie. Staremo a vedere.

Zombie un po' vintage

La seconda parte della presentazione tenuta da Jason Blundell si è focalizzata su un altro elemento che da sempre appassiona i fan di questa saga: gli zombie. Prima di mostrarci il trailer che è stato presentato durante il comic con di quest'anno, Jason ci ha spiegato come la passione da parte dei fan ha permesso a questa sorta di easter egg (inserita per divertimento da uno sviluppatore all'interno di World at War) di diventare una vera e propria colonna portante delle varianti di gioco.

Piccolo ripasso per chi ancora non sa nulla: Ci troviamo all'interno di una città americana in pieno stile noir ma con influenze a metà tra liberty, moderno e steampunk. Una città che per larghi tratti ci ha ricordato Rapture di Bioshock.

I protagonisti sono un detective dai modi non proprio convenzionali, una ballerina, un mago non più sulla cresta dell'onda e un pugile. Come sempre questi personaggi avranno le sembianze di attori veri: Neal McDonoug, Heather Graham, Jeff Goldblum e Ron Perlman. Ci sarà anche un mister X, di cui però non ci è stato detto nulla per evitare spoiler sulla trama.
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 10
Questa modalità zombie, ci viene spiegato che è in assoluto la più grande di sempre, richiedendo circa 2 anni e mezzo di lavoro da parte di un gruppo di persone del team. Questa scelta porterà maggiore libertà, segreti da scoprire e easter egg da scovare. Scelta, che è stata fatta proprio per regalare maggiore profondità non solo alla componente ludica ma anche a quella narrativa. La città sarà, infatti, l'unico strumento che avremo - scrutando ogni più piccolo particolare - per capire come mai i quattro personaggi si trovano all'interno di quel contesto infestato da zombie, scoprire qualcosa di più sul loro passato, ma soprattutto fare luce su questo fantomatico Mister X.

Sparsi per i livelli ci saranno anche dei distributori di chewing-gum che, come abbiamo potuto vedere dal trailer che ci è stato mostrato, ci daranno la possibilità di ottenere dei bonus momentanei come ad esempio la crescita di tentacoli che ci hanno ricordato tantissimo quelli di The Darkness. Infine, è stato confermato che ci saranno dei boss, come già visto nella modalità realizzata per Advanced Warfare.

Prima di chiudere ci è stato svelato anche un piccolo segreto, mostrandoci il trailer di una mappa esclusiva che sarà data solamente a coloro che preordineranno una delle versioni limited del gioco.
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 1
Il livello di personalizzazione sarà molto alto!
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 2
Spazi ampi, e tantissime opzioni.
Call of Duty: Black Ops III - Immagine 3
Zombie in versione extralarge, e ricchi di contenuti!
Si tratta del seguito della prima mappa in assoluto uscita sugli zombie, si chiamerà “The Giant” e nel cast torneranno Tom Kane (takeo) Fred Tatasciore (Nikolai), Steve Blum (Dempsey) e Nolan North (Richtofen). Un regalo che i fan di questa modalità apprezzeranno sicuramente.

Call of Duty: Black Ops. III si conferma un Call of Duty a tutti gli effetti. Questo però non vuol dire che non ci sia spazio per qualche novità e diverse innovazioni. La trama contorta, la cooperativa a quattro giocatori e soprattutto i cyber cores sono tutti elementi che ci hanno incuriosito e non vediamo davvero l'ora di approfondirli all'interno di un hands on più corposo. Se a tutto questo aggiungiamo anche una modalità zombie mai così ricca di contenuti, capirete anche voi che vale davvero la pena seguire con interesse questo progetto di Treyarch.
Sky TG24: guarda la diretta

Call of Duty: Black Ops III

Disponibile per: Xbox One, PS4 , Xbox 360, PS3, PC
Call of Duty: Black Ops III PS4 Cover
  • Piattaforma: PS4
  • Produzione: Activision
  • Sviluppo: Treyarch
  • Genere: FPS
  • Multiplayer Locale: Assente
  • Multiplayer Online: Presente
  • PEGI: +18
  • Sito ufficiale
  • Data di uscita: 6 Novembre 2015
Empire
Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Suburra

3

Suburra

La lotta per il potere in una Roma allo sbando

Prison Break

6

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Empire
WWE 2K18

3

WWE 2K18

Il Wrestling Made in WWE, torna sulle nostre console!

NBA Live 18
NBA Live 18

Un nuovo inizio

Rogue Trooper Redux

10

Rogue Trooper Redux

Puffo forzuto, strafatto di nandrolone, va alla guerra!

South Park: Scontri Di-Retti

2

South Park: Scontri Di-Retti

L'universo di Trey Parker e Matt Stone ridiventa un videogioco. Ed è bellissimo.