Hands On Battleborn

Gearbox presenta un nuovo universo!
Fabio CozziDi Fabio Cozzi (3 Luglio 2015)
All'interno della nostra pienissima agenda di appuntamenti per l'E3 non poteva certo mancare 2K che quest'anno ha deciso di presentare una nuova IP prodotta da Gearbox, i ragazzi che hanno dato vita al progetto “Borderlands”. Presso il loro stand abbiamo assistito ad una presentazione piuttosto approfondita di Battleborn, al termine della quale ci è stato consegnato un controller con cui ci siamo buttati nella caotica e rocambolesca azione che caratterizza questa interessante novità.

L'ultima luce dell'universo!

Ai confini dell'universo venticinque eroi stanno combattendo fianco fianco per difendere l'ultima stella rimasta da un misterioso e perfido nemico armato di un agguerrito esercito, la loro cooperazione risulterà cruciale per salvare l'ultima luce rimasta ad illuminare una galassia che sta scivolando nell'oblio dell'oscurità.

Il titolo, che potremmo definire come FPS, presenta una campagna giocabile in cooperativa da un numero massimo di cinque player, all'interno del quale cercheremo in ogni modo a nostra disposizione (e sono davvero tanti) di sconfiggere le armate nemiche. Al nostro servizio venticinque differenti personaggi, ognuno molto ben caratterizzato da una singolare e strampalata storia personale, da un set di armi ed attacchi, e da un personalizzabile skill-tree.
Battleborn - Immagine 2
Quali creature mostruose incontreremo? e soprattutto... come le combatteremo?
Quest'ultimo risulta essere particolarmente interessante in quanto ad ogni stadio di “crescita” del personaggio potremo scegliere tra due potenziamenti, uno appartenente alla classe difensiva ed uno a quella offensiva, e in questa maniera contribuire attivamente alla crescita del nostro eroe.

Come accennato in precedenza, potremmo definire il titolo come “FPS” in quanto effettivamente ci troveremo in prima persona a sparare “attacchi” al nemico, ma per alcuni personaggi gli attacchi riguarderanno magie, melee o addirittura attacchi a mani nude, conferendo un'importante ventata di freschezza al genere.

Hai la mia spada…il mio fucile e i miei incantesimi!

Il cell shading non è certo una novità per Gearbox, così come non sono una novità i personaggi estremamente fuori dagli schemi, ma dobbiamo ammettere che in questo titolo i nostri eroi saranno dei veri e propri protagonisti. Il loro design ci è sembrato molto curato, e permetteva di poterli riconoscerli agilmente all'interno della prova giocata seppure li avessimo visti per la prima volta pochi minuti prima durante la presentazione.
Battleborn - Immagine 3
Spesso le armi da fuoco si possono lasciare da parte...
Ci ha inoltre impressionato la varietà di arsenali conferiti ai nostri eroi, avremo la possibilità di spaziare tra spade, magie, armi da fuoco e attacchi corpo a corpo, cercando di combinarle con le abilità “speciali” proprie di ogni personaggio per ottenere una miscela davvero esplosiva.

In particolare durante l'hands on abbiamo avuto l'occasione di impersonare “Orendi”, una piccola strega che fa delle sue mani magiche la propria arma principale scaraventando contro nemici palle infuocate davvero letali. Tralasciando il piccolo gioco di parole che si potrebbe instaurare tra il nome del personaggio ed il suo aspetto fisico, lo abbiamo trovato “snello”, agile ed estremamente funzionale alle dinamiche di gioco; l'impressione è quella che un ottimo lavoro è stato svolto a livello di bilanciamento degli “eroi” viste le loro estremamente differenti caratteristiche.

Una ventata di aria fresca?

Le prime impressioni “pad alla mano” sono state senza dubbio positive, gli eroi sembrano essere davvero curati ed in grado di conferire ad un titolo di questo genere una ventata di aria fresca. Guardando il risvolto della medaglia non abbiamo particolarmente apprezzato la senza dubbio marcata somiglianza di questa nuova IP con la precedente e blasonata creazione di Gearbox, dai toni scherzosi del titolo (il quale non si prende troppo sul serio), passando per i personaggi strampalati fino ad arrivare all'HUB di gioco e di dialogo con i boss nemici, abbiamo sentito suonare il campanello del “Già Visto” diverse volte.

Il titolo comunque si dimostra comunque già davvero solido in questa prima demo, confermando che di lavoro ne è stato fatto e molto, e che nonostante per ora abbiamo davvero poche notizie in merito a questa IP tornerà senza dubbio a far parlare di sé.

Battleborn, ti aspettiamo.
La nuova IP di Gearbox presenta una particolare cura per i personaggi e la loro caratterizzazione, fornendo un scelta varia e che si cucirà sulle preferenze di ogni player. Il sentore di "già visto" riguada più che altro la scelta artistica fatta con il Cell Shading e il tono ironico che pervade il titolo, ma per ora conosciamo troppo poco per trarre conclusioni affrettate.
Siamo decisamente curiosi di vedere che strada prenderà questa nuova promettente IP di Gearbox.
Sky TG24: guarda la diretta

Battleborn

Disponibile per: Xbox One , PS4, PC
Battleborn Xbox One Cover
  • Piattaforma: Xbox One
  • Produzione: 2K Games
  • Sviluppo: Gearbox
  • Genere: FPS
  • Multiplayer Locale: Assente
  • Multiplayer Online: Presente
  • PEGI: +16
  • Sito ufficiale
  • Data di uscita: 3 Maggio 2016
Empire
Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Suburra

3

Suburra

La lotta per il potere in una Roma allo sbando

Prison Break

6

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Empire
NBA Live 18
NBA Live 18

Un nuovo inizio

Rogue Trooper Redux

8

Rogue Trooper Redux

Puffo forzuto, strafatto di nandrolone, va alla guerra!

South Park: Scontri Di-Retti

2

South Park: Scontri Di-Retti

L'universo di Trey Parker e Matt Stone ridiventa un videogioco. Ed è bellissimo.

Dragon's Dogma: Dark Arisen

2

Dragon's Dogma: Dark Arisen

Quando si parla di remastered, si parla sempre di seconde opportunità

Gundam Versus

4

Gundam Versus

I Mobile Suit Gundam sbarcano su PlayStation 4