Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 31 di 31
  1. #31
    Bored Member L'avatar di Red
    Data Registrazione
    Fri Nov 2002
    Messaggi
    6,748

    Predefinito

    E per quanto riguarda la sopravvalutata questione della Perfect Edition (incredibile che debba ancora menzionarla)... a parte che "Perfect" è soltanto un'etichetta come un'altra, usata da Star Comics per indicare l'edizione kanzenban di un manga da loro già pubblicato... e poi è fin troppo ovvio che una seria revisione dell'adattamento di Dragon Ball, per loro, sarebbe stata controproducente sotto ogni punto di vista, perchè:
    - un nuovo adattamento sarebbe stato un lavoraccio
    - avrebbe diminuito ancora di più la richiesta delle altre edizioni di Dragon Ball da loro fatte pubblicare poco tempo prima;
    - così facendo avrebbero più che altro suggerito come a loro interessava (e interessa tuttora, credo) più il lato imprenditoriale che quello della qualità editoriale... e lo avrebbero mostrato al pubblico manga più numeroso in assoluto.
    Pubblico in cui oltretutto i fruitori più navigati erano perlopiù: 1) talebani che si indignavano facilmente per ogni minima differenza di adattamento, vista come un tradimento dell'originale (e che ovviamente non sapevano NIENTE, né lo sospettavano minimamente, di quanto era andato perso nell'adattamento dei Kappa); 2) i martiri della censura, che li avevano assolti come "gente costretta a proporre lavori grossolani e sminuiti dalle imposizioni della società" (lo giuro, mi è toccato persino leggere roba come questa)... praticamente avrebbero rischiato di perdere anche il loro "appoggio".

    Ma, ovviamente, va da sé che tutte queste non sono assolutamente delle valide scusanti: la qualità del loro lavoro è pessima in ogni aspetto, e riproporlo praticamente invariato lungo cinque edizioni è solo una colpa. Comunque, Star Comics per ora è l'unica che è riuscita a rimediare, con il buon adattamento dell'Evergreen Edition... quindi l'opera dei Kappa è davvero solo il passato. Non mi pare che ci sia nient'altro da dire sulle loro traduzioni di Dragon Ball (a parte rispiegare che in realtà è solo una per i meno perspicaci, ma sorvoliamo...).

    A questo punto, rimangono gli adattamenti editi da Dynamic e Mediaset.
    In passato, si è parlato anche troppo (e male) dell'adattamento di Merak Film per conto di Mediaset: è quasi inutile ricordare ancora che l'unica cura si nota soltanto nella progressiva trasformazione di Dragon Ball in un prodotto per 8enni appena usciti dalla visione dei classici Disney; o riassumerne in dettaglio i caratteri, sia quelli positivi (lo spirito mai cupo e sempre energico del doppiaggio) che soprattutto quelli negativi (la puerilizzazione generale dell'adattamento, che l'ha fatto invecchiare malissimo). Sarebbe sufficiente menzionare che è stato curato sotto l'egida della famosa Valeri Manera, ed è abbastanza risaputa la concezione completamente negativa che lei e altri suoi colleghi e superiori avevano all'epoca di ogni minima traccia di violenza nei cosiddetti cartoni animati. Poi va beh, il fatto che nell'apposita pagina di Wikipedia questa venga definita "paroliera" e "counselor", mi fa pensare che una così avrebbe dovuto fermarsi ai meisaku, oltre era probabilmente fuori posto. Credo tra l'altro che Dragon Ball sia stata l'ultima grande serie che la Valeri Manera abbia "curato" per conto di Mediaset, prima di essere mandata via.
    E comunque, per quanto riguarda l'annoso problema delle censure ne ho già parlato nel thread dedicato: quasi sicuramente la prima serie era stata già censurata dal distributore, tant'è che la serie Z (ancora più violenta della prima) era quasi in versione integrale, in prima visione (a parte i tagli di alcune scene, peraltro dovute a ragioni di palinsesto... tanto che quelle scene sono state poi proposte in replica, come la prima trasformazione in Super Saiyan di Gohan).

    CONCLUSIONI

    Dopo tutta questa lunghissima introduzione, si può concludere che tra i vecchi adattamenti di Dragon Ball, non ce n'è uno solo che non andrebbe praticamente riscritto e ridoppiato da zero. Per quanto riguarda l'anime, non esiste una sola versione della prima serie che si avvicini alla decenza, non esiste una versione della serie Z che sia al passo con la traduzione dell'Evergreen Edition, e non esiste un adattamento fatto come si deve dei 19 lungometraggi di DB curati in lingua italiana da ben DUE editori.

    La "novità" portata in questo thread in effetti è proprio questa: benché, complessivamente, l'adattamento edito da Dynamic sia complessivamente superiore a quanto edito da Mediaset, rimane comunque un adattamento completamente rivedibile, e in ogni singolo aspetto.
    Dal punto di vista qualitativo, importa davvero poco che sembra esserci stata un'attenzione particolare verso le pronunce degli originari nomi giapponesi, ai suffissi etc: sì, SEMBRA, perchè gli script ricevuti da Dynamic erano probabilmente già tradotti in inglese, e i dialoghisti dell'epoca non hanno nemmeno avuto la cortesia di dare un'occhiata al manga per controllare di stare scrivendo i nomi giusti (perchè cagate come la parola "Saiya" vengono direttamente dagli script originali, tradotti in Engrish dalla Toei)... e per il resto, come mostrato, è solo l'ennesimo adattamento viziato dalla particolare impostazione del caso, e dalla scarsa qualità generale. 20 anni fa forse quello era il meglio che si poteva produrre, ma al giorno d'oggi la qualità generale di quel lavoro rimane comunque di basso livello.

    Insomma, sono passati 20 anni dalla realizzazione di entrambi, e nessuno di questi due adattamenti ha retto bene l'onda del tempo. Anzi, di fatto sono stati resi entrambi obsoleti già dall'avvento di Internet... del resto, è da molto tempo che so che questo lavoro edito da Dynamic è meno che mediocre. Come se non bastasse, nelle mie ricerche, mi sono ritrovato a leggere di diversi dialoghisti che lavoravano presso quest'editore 15-20 anni fa (alcuni allora erano giovanissimi) ammettere tranquillamente che alcuni dei loro lavori andrebbero ridoppiati. Come sarebbe ormai necessario con i movies di Dragon Ball.

    Se poi la si vuole ridurre a "Dynamic vs Mediaset", tanto per metterla alla portata di tutti, allora è essenzialmente una questione di gusti: l'edizione Mediaset si lascia preferire per il doppiaggio (oggettivamente migliore di quello Dynamic, che è uno spreco assurdo) e l'aver comunque consegnato la serie all'immaginario popolare italiano; quella Dynamic per la più marcata (per quanto insufficiente) attenzione all'originale e forse anche per la seriosità dell'adattamento, eccessiva persino all'originale (che a me non dice niente né mi pare qualitativamente apprezzabile, Toriyama poi addirittura la detestava, specie nel personaggio di Goku... ma ad altri può piacere, così come pure il "vocione manzo" di Ward e il tono dell'adattamento, anche se davvero fatico a capire cosa si può trovare nel vedere un'opera come DB trasposta in quel modo, sapendo che originariamente era pensata per il divertimento più superficiale).

    Ad ogni modo, dopo quasi 20 anni, riverire ancora questo mediocre adattamento non ha veramente il minimo senso. Potevo capire all'epoca, quando la formuletta "senza censure" aiutava l'editore a vendere il prodotto, ma che ci sia gente (soprattutto fan di vecchissima data) che ancora spreca il suo tempo a ripetere sino alla nausea delle edulcorazioni, delle semplificazioni, delle censure, delle introduzioni del narratore et similia dell'adattamento Mediaset, specie quando lo fa per far brillare di luce riflessa questo ed altri adattamenti... beh, francamente non capisco il perché, e istintivamente provo anche un po' di pena per loro. O comunque, trovo talmente ovvie le mancanze di Mediaset, che tale attività mi pare veramente molto poco costruttiva.
    Del resto, un'attività simile contribuisce molto marginalmente ad una migliore comprensione dell'opera, ovviamente non ha NESSUNA ricaduta pratica che porti ad una più profonda diffusione della serie, e soprattutto non contribuisce PER NIENTE ad una sorta di "educazione" del pubblico: semplicemente sposta la cieca fiducia dello spettatore medio (di fatto manipolandola) da un adattamento all'altro. Fiducia che NESSUNO dei vecchi adattamenti di Dragon Ball merita.


    E infine, possiamo chiuderla qui. Questo topic fa parte di una piccola serie di thread in cui mi sono "divertito" a smontare diverse dicerie riguardo Dragon Ball, dicerie che invece erano state prese per oro colato un po' dappertutto, e persino nei "saggi" di apprezzati blogger italiani. Ma insomma, l'ho fatto giusto per esercizio (e soprattutto) curiosità personale, viste le disastrose condizioni del fandom: tanto per fare un esempio, dalla mia esperienza in questo forum ho visto più che altro una massa di cosiddetti appassionati che conosce a malapena Dragon Ball Z e che tende a fossilizzarsi su aspetti più che altro sciocchi e insignificanti, producendo oltretutto memorabili cretinate su tutto il resto.

    In effetti, nel fandom italiano si stenta davvero a leggere trattazioni di ampio respiro: nonostante il materiale ci sia eccome, l'impressione che ho è che invece non si andrà mai oltre tutte le suggestive e confuse scemenze che si dicevano una volta e che si ripetono ancora oggi. Il fandom italiano mi pare condannato ad elaborare sempre gli stessi meccanismi e gli stessi personaggi-macchiette che si vedevano già 15 anni fa, quando mi affacciavo ai forum per la prima volta.
    Forse è un peccato, ma in fondo è necessario anche prendere la cosa nella sua dimensione: che è quella di Dragon Ball, che nella narrativa per ragazzi (e non solo) può essere considerato un perfetto cristallo di mediocrità assoluta.
    Una di quelle verità che in fondo conosciamo tutti... ed è anche questa la probabile causa della vuota idiozia compiaciuta di quasi tutto il suo fandom, specie qui da noi in Italia.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •