Esclusivo E3 2016: PC Gaming Show

Parte 2: Tanta realtà virtuale è quello di cui abbiamo bisogno?

Di Simone Rampazzi (16 Giugno 2016)
La conferenza è continuata senza indugio, mostrando questa volta titoli particolari ma anche rivolti al futuro dei gaming. Partiamo da Vampyr, titolo sviluppato dagli stessi autori di Life is Strange, che ci pone alla guida di un personaggio decisamente particolare nella Londra del 1890. Il gameplay ci mostra un titolo action con alcuni componenti ruolistici e diverse abilità vampiriche da utilizzare, che diversificano l'approccio in game rendendolo molto dinamico.
Dopo la prima ora di presentazione è arrivata finalmente la parte probabilmente più interessante, se non altro perché sono stati presentati in fila tutta una serie di titoli sviluppati esclusivamente per la VR. stato John Gibson, presidente di TripWire Interactive, a far partire il carro presentando prima di tutto un pacchetto aggiuntivo per Killing Floor 2 intitolato Bulls-Eye (come sapete il titolo è ancora in accesso anticipato) pronto ad aggiungere una nuova classe, nuove armi e nuove mappe di gioco.
Alcuni titoli VR sembrano all'altezza del compito

però Anna Sweet, l'head of developer strategy di Oculus, a presentare la nuova versione VR di Killing Floor, intitolata Incursion, nel quale andremo a combattere i mostri spaventosi presenti nel gioco praticamente in prima persona. Lo scopo, secondo Gibson, è stato quello di mettere il giocatore al centro dell'esperienza videoludica facendolo sentire essenzialmente potente ed in grado di fare qualsiasi cosa.
Il passaggio alla VR è servito anche per presentare la versione VR di Superhot, la quale sembra proporre un rifacimento del gioco in maniera del tutto innovativa e particolare, come vedrete nel trailer di seguito.
Restiamo in tema VR e parliamo di Observer, mostrato tramite un teaser e commentato dal PR-Marketing Manager di Bloober Team Rafal Basaj, che ha spiegato all'utenza tramite un video gameplay in che modo verrà sviluppata la trama del gioco. Sembra una sorta di “mondo dei replicanti”, infatti nel trailer viene mostrata una donna attaccata ad uno strano casco, mentre il protagonista si collega al medesimo tramite un cavo di connessione. Inquietante, ma allo stesso tempo molto interessante.
Cosa succede invece quando un leader malvagio viene eletto come regnante del mondo? In Tyranny saremo in grado di gettarci nuovamente all'interno di una perfetta miscela di RPG vecchio stampo con visuale isometrica e trama avvincente, sviluppata in collaborazione da Paradox ed Obsidian. Peccato che non è stato mostrato alcun tipo di gameplay approfondito, ma solo un nuovo trailer pronto a farci venire l'acquolina in bocca.
Molto interessanti invece le esperienze descritte con The Turing Test, essenzialmente un simulatore-puzzle pronto a trasportarci nello spazio profondo. Ancora non si capisce essenzialmente come saranno sviluppate le abilità del nostro alter ego, ma bisogna ammettere che ci sono moltissimi spunti che lo rendono assolutamente interessante.
Tra l'altro, come avrete visto nel gameplay, le modalità di interazione sembrano veramente tantissime. Dopo la parentesi AMD siamo passati ad un altro leader hardware del settore, ovvero Razer, il quale ha sempre confezionato materiale curato nei minimi particolari pronto a far sentire a casa ogni tipo di giocatore.

Il motto di coloro che lavorano alle spalle dell'azienda è essenzialmente uno soltanto: Total Control. Sembra infatti che le fondamenta di ogni prodotto sfornato dalla società facciano riferimento a questo dogma e non è strano constatarne i risultati in ogni mouse, tastiera, cuffia o altra creazione sia stata messa in commercio da loro.

Chiusa la parentesi hardware, ritorniamo ai videogiochi insieme a Steve Piggott, ovvero il presidente della Torn Banner Studios, il quale ha presentato un nuovo action in prima persona molto arabeggiante dove potremo fare affidamento alla spada ed alla magia. Gli autori di Chivarly stanno lavorando a Mirage: Arcane Warfare con molta convinzione, cercando di proporre un titolo multigiocatore pronto a creare di veri e propri combattimenti in arena.
Dopo aver dato spazio alle novità, la conferenza ha chiuso i battenti mostrando alcuni dei titoli che abbiamo già avuto modo di vedere nel corso dei giorni precedenti all'E3, come ad esempio Deus Ex: Mankind Divided, Warframe Lunaro, un gameplay lato PC di Halo Wars 2 ed altri piccole produzione comunque degne di nota, come Mages of Mystralia, Overland, Dual Universe e Day of Infamy.

La conferenza, dopo ben due ore e mezza, non si è comunque fermata ma ha permesso ad altri sviluppatori di accedere al palco e condividere con il pubblico le loro proposte, lasciandoci quindi ammirare un panorama omnicomprensivo di offerte legate al PC Gaming.


Dopo aver essenzialmente dato fuoco alle polveri con offerte di ogni tipo, possiamo certamente dire che la conferenza si è dimostrata all'altezza del compito.