Anteprima Uncharted 3: Drake's Deception

Dall'Europa al Medioriente, scavando nelle sue paure peggiori. Ecco a voi tutto quello che volevate sapere sulla terza avventura di Drake
Davide OttagonoDi Davide Ottagono (12 Gennaio 2011)
Pensare al futuro, guardando il passato

Il fascino dell'ignoto ha da sempre spinto i più grandi uomini ad andare oltre i limiti imposti dalle avversità, dalle morali e - molto spesso - anche dalle leggi. Il richiamo delle civiltà perdute da millenni riecheggia ancora nella nostra società. Si pensa ancora ai Maya quando si parla di fine del mondo, torna subito alla mente Nostradamus nel momento in cui una delle sue proverbiali profezie prende vita. Insomma, la volontà di scoprire, la perenne curiosità di sapere, di pensare che ci sia qualcosa di sovrannaturale - quasi fiabesco - su questa terra, è un desiderio imprescindibile della natura umana. Si vive perennemente nella speranza che qualcosa di fantastico possa accadere. Alcuni lo fanno passivamente, in attesa che questo qualcosa bussi alla loro porta, mentre altri vanno a cercarsi le risposte per primi.
Uncharted 3: Drake's Deception - Immagine 1
Aspettatevi più spettacolarità che mai. Uncharted è sinonimo di blockbuster, e Drake's Deception vuole dimostrarlo ancora una volta
Uncharted 3: Drake's Deception - Immagine 2
Gli scenari potranno anche cambiare in tempo reale per costringerci a cambiare velocemente i piani di fuga
Uncharted 3: Drake's Deception - Immagine 3
Drake sarà questa volta sulle tracce di Lawrence d'Arabia, famoso condottiero della Prima Guerra Mondiale. Sul tavolo possiamo vedere alcune sue foto ed il libro che ha scritto
Cristoforo Colombo spinse il proprio equipaggio ad oltrepassare le temutissime Colonne d'Ercole, dimostrando a tutti i miscredenti come le leggende di vecchia data - tramite l'eccessiva manipolazione - potessero trasformarsi in verità a priori. Non fosse stato per Galilei e per i suoi predecessori, la paura della giustizia divina avrebbe frenato qualunque altro scienziato dal mettere in dubbio i dogmi più antichi riguardanti la struttura del sistema solare. Il coraggio e la determinazione di centinaia di illustri figure storiche fecero nascere la moda degli “eroi-esploratori”, personaggi dall'innata predisposizione nel mettersi nei guai. Non più cavalieri senza macchia e senza paura, ma individui fragili come tutti capaci di uscire dalle situazioni più assurde con le proprie forze, magari aiutati da un pizzico di fortuna. Inutile dire che l'Indiana Jones di Lucasiana memoria è il precursore di questa corrente. Naughty Dog, già famosa per aver settato nuovi standard con Crash prima, e con Jak in seguito, riparte proprio da lui. E non da Lara Croft, come erroneamente additano alcuni. Del resto, l'inacidita signorina Croft ha ben poco di naturale o di realistico nel suo corpicino statuario, a partire dalla taglia di reggiseno.
L'eroe dei due mondi

L'uomo-immagine di questa generazione sta lentamente prendendo l'aspetto di Nathan Drake, navigato cercatore di tesori ed archeologo dai modi un tantino poco ortodossi. Di lui sappiamo che è un diretto discendente del corsaro inglese Francis Drake e che è stato più di una volta invischiato in traffici illeciti di materiale prezioso. Insomma, tombarolo di giorno e ladro di notte, in più con un debole per le belle ragazze. Dopo aver trovato (e perso) il leggendario idolo di El Dorado ed aver archiviato una volta per tutte la pratica Shambala, Drake parte per la terza volta alla ricerca di un cimelio perduto. Se con Drake's Fortune gli sviluppatori avevano dato un'interessante base a questa neo-saga, con Among Thieves c'è stata la consacrazione definitiva, prova indissolubile che non sono sempre i primi capitoli a venire meglio. Le decine di trofei con la scritta Game of the Year, esposte negli studi di Santa Monica, parlano da soli.

Spingersi oltre, anche quando non sembrano esserci margini di miglioramento, resta il chiodo fisso dei cagnacci Sony, ed Uncharted 3: Drake's Deception non farà eccezione. Quando il limite massimo pareva già raggiunto, ci arriva oggi la dimostrazione che anche le opere più scintillanti possono essere rifinite, con la giusta saggezza ed una lunga esperienza alle spalle. Esperienza che anche questo Nathan dai lineamenti più duri ha acquisito, ora interessato niente poco di meno che alla città perduta di Ubar, nel deserto del Rub' Al-Khali, anche conosciuta come “Iram of the Pillars”. La simpatica idea degli sceneggiatori, fin dal capostipite, è stata quella di dare a tutti i copioni una base storica atta ad aumentare la veridicità e la credibilità del mondo di gioco, per proseguire poi nella finzione. Dopotutto, i viaggi di Francis Drake nel territorio panamense, così come il naufragio di Marco Polo dal ritorno dalla Cina, sono eventi realmente accaduti su cui Naughty Dog ha voluto costruire la propria “fiction”. Uncharted 3 girerà invece attorno alla figura di T.E. Lawrence, passato sui libri di storia come “Lawrence d'Arabia”.
Uncharted 3: Drake's Deception - Immagine 4
Il mix di salti e sparatorie è stato condito da nuove mosse stealth e corpo a corpo
Uncharted 3: Drake's Deception - Immagine 5
L'esplorazione di deserti avrà un ruolo fondamentale, ma aspettatevi tantissime altre ambientazioni
Uncharted 3: Drake's Deception - Immagine 6
Victor Sullivan, in arte Sully, è il miglior amico di Nathan e suo padre spirituale. Naughty Dog promette di scavare a fondo nel loro particolare legame
Sulle tracce di Lawrence
 
Thomas Edward Lawrence (16 Agosto 1888 - 19 Maggio 1935) ha avuto una vita travagliata che l'ha portato dapprima a militare nell'esercito inglese e poi a diventare un vero e proprio eroe durante la famosa rivolta araba del 1918. La sua innata passione per il passato l'ha portato a girare l'Europa in motocicletta e a scattare foto di vari castelli medievali, soprattutto in Francia. Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, fu mandato in Medio-Oriente a prelevare informazioni geografiche sul territorio arabo, forte della sua vasta conoscenza in materia. Qui, Lawrence ha scritto un trattato su qualunque cosa con cui fosse entrato in contatto, dal folklore alla storia del Paese, dalla mappatura della zona ad interessanti scoperte archeologiche. Fu proprio Lawrence ad essere inviato dal proprio capo di Stato alla ricerca della città perduta nel deserto, pur senza risultati. Ogni passo del suo viaggio in Arabia è stato riportato nel libro “Seven Pillars of Winsdom” (I Sette Pilastri dello Spirito), ancora oggi un punto di riferimento per lo studio della nazione. Sul posto, Lawrence si unì all'esercito arabo, al tempo in lotta contro gli Ottomani, e lo guidò alla vittoria. L'uomo morì poi giovanissimo a seguito di un incidente in moto. 

Sky TG24: guarda la diretta

Uncharted 3: Drake's Deception

Uncharted 3: Drake's Deception PS3 Cover
Empire
Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Suburra

3

Suburra

La lotta per il potere in una Roma allo sbando

Prison Break

6

Prison Break

Il grande ritorno di Michael Scofield.

Marvel - i Difensori
Marvel - i Difensori

Tutti insieme appassionatamente

Empire
ELEX
ELEX

Un cristallo per trasformarli tutti.

WWE 2K18

3

WWE 2K18

Il Wrestling Made in WWE, torna sulle nostre console!

NBA Live 18
NBA Live 18

Un nuovo inizio

Rogue Trooper Redux

10

Rogue Trooper Redux

Puffo forzuto, strafatto di nandrolone, va alla guerra!