Anteprima SPARCO

Sparco apre le porte al gaming
Daniele MarianiDi Daniele Mariani (3 Marzo 2017)

Assieme ad un nutrito numero di giornalisti ed appassionati del settore automobilistico, Gamesurf ha avuto il piacere di partecipare al press day organizzato da Sparco (storica azienda italiana di accessori e componentistica per automobili da corsa) presso la sede di Volpiano, per il lancio di una nuova linea di prodotti per il gaming.

Chi è Sparco

Nel settore delle componenti e accessori automobilistici, Sparco è uno dei grandi nomi del panorama internazionale -il genere di azienda che tiene alto il nome del made in italy vestendo i big del rally e della formula uno da Häkkinen ad Alesi, e che può permettersi di tenere una delle proprie tute Ferrari (appartenuta ad Alboreto) incorniciata nell’area museo della sede centrale. La storia aziendale di Sparco inizia nel 1977 da un sogno di due giovani piloti di Torino, ovvero la costruzione di prodotti per la sicurezza nel mondo del racing automobilistico (prodotti come tute ignifughe e sedili, ad esempio): saranno proprio i sedili a diventare nel tempo uno dei prodotti di punta -pezzi di altissima gamma, veri e propri gioielli artigianali in fibra di carbonio per supercar e automobili di lusso (marchi di tutto rispetto come Bugatti, Lamborghini, Bentley, Ferrari, Maserati, Alfa Romeo, AMG, e Toro Rosso).

SPARCO - Immagine 4

Una sfida: prodotti per gaming

Da cosa arriva la decisione di Sparco di iniziare a produrre accessori per gaming? Il tutto nasce da una intuizione geniale: in un mercato ormai dotato di visori per realtà virtuale e con l’online competitivo a poca distanza dal riconoscimento come disciplina sportiva professionale, i gamer sono ormai un pubblico assetato di esperienze immersive e prestazioni affidabili. Chi meglio di una azienda abituata a vestire ed assecondare le richieste di comodità dei grandi della Formula Uno può quindi progettare sedute e accessori per veri appassionati di e-sports?

La scommessa di Sparco è quella di sfruttare il proprio know-how nel settore grazie ad una lineup composta da quattro tipologie diverse di poltrone ergonomiche, dei guanti progettati per una impugnatura ventilata, magliette in poliestere e un cockpit dedicato ai giochi da corsa. Tutti i prodotti saranno potenzialmente customizzabili nei colori e nelle decorazioni secondo la tradizione artigianale dell’azienda -una possibilità mostrataci in anteprima con la versione di una delle quattro sedie ergonomiche dedicata a DiRT, il famoso simulatore di rally Codemasters.

SPARCO - Immagine 5

Primo feedback

Per l’occasione, durante il press day è stato possibile collaudare sul campo il cockpit con tanto di visore VR per una immersione totale, oltre alle poltrone e i guanti Sparco grazie ad una anteprima dell’attesissimo Tekken 7: la seduta si è confermata confortevolissima e sullo stesso livello (se non addirittura superiore) delle migliori poltrone da ufficio, mentre i guanti traspiranti (sebbene non necessari per il gioco in particolare) si sono rivelati leggerissimi, entrambi prodotti di alta qualità pensati tuttavia per le tasche del grande pubblico.

Nel corso dell’evento dedicato ai giornalisti del settore automobilistico e videoludico, Sparco ha non solo mostrato i propri prodotti ma anche aperto le porte del proprio stabilimento mostrando ai presenti parte della propria linea di produzione: una produzione completamente artigianale da una quarantina di sedili al giorno, pezzi realizzati e montati interamente a mano e capaci (nei casi di componenti per macchine di lusso) di raggiungere da soli dei prezzi a cinque cifre -una dimostrazione della qualità che l’azienda è in grado di mettere sul piatto davanti ai nuovi clienti.

SPARCO - Immagine 14

Sparco ha mostrato grande coraggio e intuizione nel volersi espandere in un settore così particolare, mostrando allo stesso tempo una ospitalità ed una curiosità verso il settore del gaming che fanno sperare in un impegno ragionato -e non solo un tentativo di diversificazione a fondo perduto. Saremo in grado di fornire maggiori informazioni su ognuno dei singoli prodotti verso la fine di Aprile, assieme a delle interviste realizzate con i responsabili dell’iniziativa.